Abruzzo
Corso di perfezionamento in Procedure e processo tributario
La direzione regionale Entrate dell'Abruzzo ha sottoscritto, lo scorso mese di dicembre, una convenzione con la facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli studi di Teramo e la fondazione dell'Ordine dei dottori commercialisti di Teramo per l'attivazione di un corso di perfezionamento in Procedure e processo tributario. Al corso possono iscriversi, fino a un massimo di sessanta, laureati quadriennali/triennali o specialistici in Giurisprudenza, Economia e Scienze Politiche o altro titolo equipollente.Sono ammessi al corso, a titolo gratuito e in soprannumero, anche dipendenti dell'Agenzia in servizio negli uffici della regione Abruzzo in possesso del medesimo requisito di ammissione in ordine al titolo di studio, in base alla proporzione di uno a quattro rispetto ai corsisti paganti, con un massimo di 10. L'attività didattica comprende un ciclo di 120 ore di lezioni in aula - tutti i venerdì dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 18,30 - con inizio il 31 gennaio 2007, e, per i soli corsisti esterni all'Agenzia, un ciclo di 180 ore di tirocinio formativo presso gli uffici dell'Amministrazione finanziaria o presso altri enti pubblici o privati o studi professionali.
La domanda di ammissione, redatta secondo l'apposito modulo, deve essere, entro il 15 gennaio 2007, spedita con raccomandata a.r. o presentata all'Università di Teramo, Settore didattica e studenti - Servizio ordinamenti didattici, Viale Crucioli 122 - 64100 Teramo.
Per ulteriori informazioni si rinvia alla consultazione del bando.
 

 

 
pubblicato Venerdì 5 Gennaio 2007

I più letti

Il principio di diritto, già espresso dalla Corte di Cassazione e ora confermato, è l’imprescindibilità della sottoscrizione e della compilazione del documento in ogni sua parte
Dal 21 luglio e fino al 20 agosto, i versamenti potranno essere eseguiti con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse: lo prevede un Dpcm in corso di pubblicazione in Gazzetta
Dopo aver ribadito i requisiti previsti dal Tuir per la deducibilità dei costi, l’Agenzia delle Entrate mette in chiaro le modalità per la loro conservazione dematerializzata
Riconosciuto, a partire dal 2018, a imprese e lavoratori autonomi che decideranno di promuovere la propria attività su quotidiani, periodici, emittenti televisive e radiofoniche
I contribuenti interessati devono presentare una specifica istanza, utilizzando l’apposito modello, che va trasmesso all’Agenzia delle Entrate esclusivamente in via telematica
Dal 21 luglio e fino al 20 agosto, i versamenti potranno essere eseguiti con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse: lo prevede un Dpcm in corso di pubblicazione in Gazzetta
Il principio di diritto, già espresso dalla Corte di Cassazione e ora confermato, è l’imprescindibilità della sottoscrizione e della compilazione del documento in ogni sua parte
Il provvedimento interviene sul Dm del 27 giugno emanato a seguito delle novità normative della “manovrina”, apportando correzioni minime nella forma, ma di una certa rilevanza sostanziale
Dopo aver ribadito i requisiti previsti dal Tuir per la deducibilità dei costi, l’Agenzia delle Entrate mette in chiaro le modalità per la loro conservazione dematerializzata
Riconosciuto, a partire dal 2018, a imprese e lavoratori autonomi che decideranno di promuovere la propria attività su quotidiani, periodici, emittenti televisive e radiofoniche
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Dal 21 luglio e fino al 20 agosto, i versamenti potranno essere eseguiti con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse: lo prevede un Dpcm in corso di pubblicazione in Gazzetta
E non solo: alcune deduzioni aumentano, altre estendono il loro raggio d’azione, costi che diventano integralmente deducibili e più tempo per l’invio dell’integrativa a favore
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
Istituiti sia quelli da usare alla presentazione della denuncia sia quelli per le somme dovute a seguito di liquidazione, acquiescenza, adesione, conciliazione e definizione delle sole sanzioni
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino