Dalle regioni
Napoli, nuovi orari di apertura al pubblico per gli uffici delle Entrate

A partire da questo mese i quattro uffici dell'Agenzia delle entrate di Napoli uniformano gli orari di apertura al pubblico degli sportelli di front-office.

Il nuovo orario rende possibile l'apertura al pubblico per ventiquattro ore settimanali, così come previsto dalla Carta dei servizi adottata dall'Agenzia che impegna l'Amministrazione finanziaria a raggiungere e mantenere determinati standard di qualità.

L'apertura pomeridiana degli sportelli, quindi, passa da due a quattro pomeriggi settimanali, l'intervallo di chiusura dalla mattina al primo pomeriggio si riduce di trenta minuti e viene confermata l'apertura al pubblico per cinque giorni a settimana (di cui quattro, rispetto ai due di prima, anche al pomeriggio).

Di seguito i nuovi orari di apertura degli uffici di Napoli:

Giorno
Mattina
Pomeriggio
LUNEDI'
Dalle ore 9,00 alle ore 13,00
Dalle ore 14,30 alle ore 15,30
MARTEDI'
Dalle ore 9,00 alle ore 13,00
Dalle ore 14,30 alle ore 15,30
MERCOLEDI'
Dalle ore 9,00 alle ore 13,00
Dalle ore 14,30 alle ore 15,30
GIOVEDI'
Dalle ore 9,00 alle ore 13,00
Dalle ore 14,30 alle ore 15,30
VENERDI'
Dalle ore 9,00 alle ore 13,00
-----------CHIUSURA----------

pubblicato Lunedì 7 Maggio 2007

I più letti

Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
L’Agenzia delle entrate illustra come utilizzerà le informazioni relative agli utenti, comprese quelle fornite per registrarsi al servizio di newsletter della rivista online FiscoOggi
I nuovi servizi del software Otello 2.0 sono disponibili a partire già da oggi. Per accreditarsi alla piattaforma gli utenti dovranno utilizzare i sistemi nazionali di identità digitale
Le spese di propaganda sono sostenute per la realizzazione di iniziative tendenti prevalentemente alla promozione di prodotti, marchi e servizi, o comunque dell’attività svolta
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle entrate i programmi che consentono la compilazione e il controllo delle comunicazioni; prossimo appuntamento il 31 maggio
I nuovi servizi del software Otello 2.0 sono disponibili a partire già da oggi. Per accreditarsi alla piattaforma gli utenti dovranno utilizzare i sistemi nazionali di identità digitale
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
Previsti tre diversi metodi di determinazione della base imponibile a seconda della natura dei beni rivenduti, delle modalità di esercizio dell’attività e dei soggetti rivenditori
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino