Dalle regioni
Napoli, nuovi orari di apertura al pubblico per gli uffici delle Entrate

A partire da questo mese i quattro uffici dell'Agenzia delle entrate di Napoli uniformano gli orari di apertura al pubblico degli sportelli di front-office.

Il nuovo orario rende possibile l'apertura al pubblico per ventiquattro ore settimanali, così come previsto dalla Carta dei servizi adottata dall'Agenzia che impegna l'Amministrazione finanziaria a raggiungere e mantenere determinati standard di qualità.

L'apertura pomeridiana degli sportelli, quindi, passa da due a quattro pomeriggi settimanali, l'intervallo di chiusura dalla mattina al primo pomeriggio si riduce di trenta minuti e viene confermata l'apertura al pubblico per cinque giorni a settimana (di cui quattro, rispetto ai due di prima, anche al pomeriggio).

Di seguito i nuovi orari di apertura degli uffici di Napoli:

Giorno
Mattina
Pomeriggio
LUNEDI'
Dalle ore 9,00 alle ore 13,00
Dalle ore 14,30 alle ore 15,30
MARTEDI'
Dalle ore 9,00 alle ore 13,00
Dalle ore 14,30 alle ore 15,30
MERCOLEDI'
Dalle ore 9,00 alle ore 13,00
Dalle ore 14,30 alle ore 15,30
GIOVEDI'
Dalle ore 9,00 alle ore 13,00
Dalle ore 14,30 alle ore 15,30
VENERDI'
Dalle ore 9,00 alle ore 13,00
-----------CHIUSURA----------

pubblicato Lunedì 7 Maggio 2007

I più letti

testo alternativo per immagine
Il mancato rinnovo di adesione al servizio da parte degli intermediari comporterà la decadenza, a partire dal prossimo 1 novembre, delle deleghe già conferite dai clienti
testo alternativo per immagine
Vicario del direttore il primo, numero uno di Audit e sicurezza il secondo, entrambi lasciano l’Amministrazione finanziaria fra i saluti e i ringraziamenti di tutto il personale
detective
È il risultato di una complessa attività di indagine svolta dalle Entrate in collaborazione con la procura della Repubblica Milano e la Polizia tributaria della stessa città
testo alternativo per immagine
Ciò che conta sono gli effetti giuridici, i quali sono considerati rilevanti in sé, in quanto costitutivi, traslativi, dichiarativi, prescindendo dai contratti che li producono
testo alternativo per immagine
Va recuperata a tassazione la plusvalenza realizzata a seguito della vendita di un’area edificabile, acquisita a titolo gratuito solo tre mesi prima dell’alienazione
testo alternativo per immagine
Il mancato rinnovo di adesione al servizio da parte degli intermediari comporterà la decadenza, a partire dal prossimo 1 novembre, delle deleghe già conferite dai clienti
testo alternativo per immagine
Il patrimonio informativo dell’Agenzia, finora utilizzato soprattutto per finalità di controllo, sarà impiegato, per la prima volta, per fornire un reale servizio ai cittadini
testo alternativo per immagine
La scadenza riguarda anche i finanziamenti e le capitalizzazioni effettuate a favore dell’impresa, ma soltanto se di importo complessivo non inferiore a 3.600 euro
testo alternativo per immagine
Ciò che conta sono gli effetti giuridici, i quali sono considerati rilevanti in sé, in quanto costitutivi, traslativi, dichiarativi, prescindendo dai contratti che li producono
testo alternativo per immagine
Vicario del direttore il primo, numero uno di Audit e sicurezza il secondo, entrambi lasciano l’Amministrazione finanziaria fra i saluti e i ringraziamenti di tutto il personale
testo alternativo per immagine
Le modalità di presentazione via web della delega di pagamento unificato. La versione cartacea sopravvivrà per i versamenti di importi esigui e in qualche ipotesi residua
testo alternativo per immagine
La scadenza riguarda anche i finanziamenti e le capitalizzazioni effettuate a favore dell’impresa, ma soltanto se di importo complessivo non inferiore a 3.600 euro
pagina sito Mise
Quando l’Amministrazione finanziaria può procurarsi direttamente i “recapiti”, l’adempimento informativo diventa superfluo. Questo, nell’ottica della semplificazione
testo alternativo per immagine
Il mancato rinnovo di adesione al servizio da parte degli intermediari comporterà la decadenza, a partire dal prossimo 1 novembre, delle deleghe già conferite dai clienti
testo alternativo per immagine
Online, in bozza, il modello che i sostituti d’imposta dovranno utilizzare, dal 2015, per comunicare i dati riguardanti le somme corrisposte nel periodo d’imposta precedente