Calabria
Recupero evasione fiscale, intesa fra Entrate e Comune di Cosenza
il Comune riceverà una quota pari al 100% delle somme recuperate a seguito delle segnalazioni effettuate
Recupero evasione fiscale, intesa fra Entrate e Comune di Cosenza
La Direzione regionale della Calabria delle Entrate ha siglato oggi con il Comune di Cosenza un protocollo d’intesa per la collaborazione nel recupero dell’evasione dei tributi erariali. L’intesa è stata firmata dal Direttore regionale dell’Agenzia, Giuseppe Orazio Bonanno, e dal sindaco del Comune di Cosenza, Mario Occhiuto.
 
 
Lo scambio di informazioni- L’accordo tra i due enti prevede uno scambio strutturato di informazioni qualificate, trasmesse in via telematica, attraverso il quale l’Amministrazione finanziaria potrà disporre di dati e notizie qualificanti da utilizzare ai fini dell’accertamento fiscale dei tributi. Per il 2017, il Comune riceverà una quota pari al 100% delle somme recuperate a seguito delle segnalazioni effettuate, che abbiano contribuito al buon esito dell’accertamento fiscale. Questi i settori interessati:
 
- il commercio e le professioni:
  • svolgimento attività senza partita Iva;
  • svolgimento attività diversa da quella dichiarata;
  • ricavi/compensi incoerenti rispetto a quelli dichiarati;
  • affissione pubblicitaria abusiva;
  • ente non commerciale con attività lucrativa. 
    - l’urbanistica e il territorio, la proprietà edilizia e il patrimonio immobiliare:
  • opere di lottizzazione in funzione strumentale alla cessione di terreni;
  • professionista o imprenditore che ha partecipato ad operazioni di abusivismo edilizio;
  • proprietà o diritto reale in assenza di contratti registrati o non indicato in dichiarazione;
  • accertamento per omessa dichiarazione Ici;
  • accertamento per omessa dichiarazione Tarsu/Tia;
  • revisione di rendita catastale ex art. 1, comma 336, della legge n. 311 del 2004. 
    - le residenze fittizie all’estero e la disponibilità di beni e servizi di rilevante valore indicativi di capacità contributiva:
  • soggetti ai quali, di fatto o di diritto, siano riconducibili beni indicativi di capacità contributiva;
  • soggetti interponenti. 
pubblicato Martedì 11 Luglio 2017

I più letti

Nella corrispondenza, che contiene il logo dell'Agenzia delle entrate, si comunica il riconoscimento di un rimborso fiscale, per ottenere il quale bisogna scaricare un modulo allegato
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
immagine generica con mappa del globo
Tra le modifiche più rilevanti si segnala l'introduzione del concetto di significativa e continuativa presenza economica quale indice della sussistenza di una permanent establishment
Canale telematico ad ampio raggio per le richieste dei contribuenti che ritengono infondato o parzialmente infondato l’avviso di liquidazione emesso da un ufficio dell’Agenzia
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Il provvedimento, assegnato alle Commissioni riunite Finanze e Lavoro della Camera dei deputati, inizierà subito l'iter parlamentare per la sua conversione in legge
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Il Mef ha stabilito gli importi delle deduzioni forfettarie e la misura del recupero del contributo al Ssn; dall’Agenzia arrivano le indicazioni per la loro esposizione nel modello Redditi
Puntuale come ogni anno, il contenzioso tributario va in vacanza dal 1° al 31 agosto. La pausa riguarda anche i versamenti da comunicazioni di irregolarità (fino al 4 settembre)
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
Modifica del redditometro, rinvio al 28 febbraio 2019 del termine entro cui trasmettere lo spesometro relativo al terzo trimestre 2018, abolizione dello split payment per i professionisti
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino