Liguria
Entrate: online anche i tempi d'attesa dell’Ufficio di Albenga
Tempi di attesa ottimizzati. Il servizio è ora disponibile in tutto il territorio della Liguria
Entrate: online anche i tempi d'attesa dell’Ufficio di Albenga
Nuova ulteriore offerta dei servizi dell'Agenzia delle Entrate per i contribuenti. Sono, infatti, disponibili da qualche giorno sul sito internet della Direzione regionale delle Entrate della Liguria (http://liguria.agenziaentrate.it/) i tempi medi di attesa, suddivisi in fasce orarie, dei principali servizi offerti anche presso l'Ufficio di Albenga.

Tutta la Liguria in un click - Gli utenti con un semplice click, dopo aver selezionato il giorno e la tipologia di servizio, potranno conoscere il momento migliore per accedere all'ufficio evitando le code. Già attivo in provincia di Genova, per gli uffici di Carignano (Genova1) e la Fiumara (Genova2), e in seguito esteso a quelli della Spezia, di Chiavari, di Savona e di Sanremo, questo servizio è offerto ora anche per l'ufficio territoriale di Albenga e offre, pertanto, una totale copertura a livello regionale.

Un servizio completo - "Questo nuovo step - osserva Alberta De Sensi, Direttore regionale delle Entrate in Liguria - va a completare un servizio innovativo legato sia alla trasparenza che al miglioramento dei nostri servizi. Basandoci sull'analisi dei tempi d'attesa dei mesi precedenti, da cui sono generate quattro fasce d'attesa, riusciamo a offrire al contribuente un'opportunità in più, quella di ottimizzare gli impegni della propria giornata in rapporto alla tempistica del servizio richiesto".
Spetterà, in pratica, all'utente valutare in anticipo quello che è il momento per lui più giusto per accedere agli sportelli degli uffici liguri delle Entrate, indipendentemente dal fatto che debba registrare un contratto di locazione, richiedere un codice fiscale o semplicemente consegnare della documentazione.
 
pubblicato Venerdì 24 Febbraio 2017

I più letti

Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Accolto il ricorso dell’Agenzia e confermata dai giudici di legittimità, anche alla luce della nuova normativa, la non emendabilità della dichiarazione dopo il controllo del Fisco
Il particolare regime non si applica nel caso di un’amministrazione che mette sistematicamente in pagamento le retribuzioni di risultato due anni dopo il periodo di maturazione
Un tool per trovare subito i servizi, argomenti tarati sui diversi utenti e sulle tematiche più attuali. Il sito dichiara, così, la sua priorità: mettere al centro le esigenze dei cittadini
Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge in materia di spettacolo che, tra l’altro, interviene anche sulla disciplina dei crediti d’imposta previsti a supporto del settore
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Via libero definitivo al collegato alla manovra di bilancio per il 2018. In arrivo l’estensione dell’ambito applicativo della rottamazione delle cartelle e della scissione dei pagamenti
La legge 96/2006 detta le norme generali del settore, mentre dal punto di vista tributario è previsto un regime impositivo forfettario ai fini sia delle imposte dirette sia dell’Iva
immagine di un orologio
A partire dall'anno d'imposta 2016, le eventuali maggiori imposte pagate potranno essere recuperate entro il quinto anno successivo a quello di presentazione del modello originario
Se non rispettano i requisiti di forma e contenuto dettati dalla norma, per il Fisco non attestano nulla. E non c’è documento in grado di sostituirle
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
immagine di un orologio
A partire dall'anno d'imposta 2016, le eventuali maggiori imposte pagate potranno essere recuperate entro il quinto anno successivo a quello di presentazione del modello originario
Via libero definitivo al collegato alla manovra di bilancio per il 2018. In arrivo l’estensione dell’ambito applicativo della rottamazione delle cartelle e della scissione dei pagamenti
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino