Lombardia
Agenzia e notai per la dichiarazione di successione telematica
Un incontro a Milano, anche in videoconferenza, per illustrare e promuovere i servizi fiscali online
Duomo di Milano
Continua la collaborazione tra l’Agenzia delle Entrate e i Consigli notarili della Lombardia da tempo avviata per la trattazione di tematiche fiscali di interesse comune e la semplificazione delle procedure.
Questa volta protagonista è stata la dichiarazione di successione telematica che, dal prossimo gennaio, andrà a sostituire il modello cartaceo e diventerà obbligatoria.
Per promuovere la procedura telematica, ieri, 27 novembre, è stato organizzato il primo incontro presso la biblioteca del Consiglio notarile di Milano. Focus dell’incontro: le caratteristiche della procedura telematica, le novità rispetto al passato e soprattutto i suoi vantaggi tra cui l’autoliquidazione delle imposte dovute con addebito sul conto bancario, la voltura catastale automatica e la possibilità di richiedere una copia conforme presso qualunque ufficio.
I funzionari dell’Agenzia delle Entrate hanno quindi illustrato ai numerosi notai presenti in sala, e presso alcune delle sedi provinciali collegate in videoconferenza, la nuova dichiarazione telematica a 360 gradi.
L’occasione è stata utile anche per promuovere in generale tutti i vantaggi dei numerosi servizi telematici che l’Agenzia offre ai contribuenti e che consentono di adempiere ai propri obblighi fiscali in maniera più semplice e veloce.
L’incontro di Milano è stato il primo e in programma per il nuovo anno ci sono altri incontri che saranno anche una proficua occasione per confrontarsi sulla procedura nell’ottica della semplificazione.
Sonia Ogliari
pubblicato Martedì 28 Novembre 2017

I più letti

La legge 96/2006 detta le norme generali del settore, mentre dal punto di vista tributario è previsto un regime impositivo forfettario ai fini sia delle imposte dirette sia dell’Iva
In base alla norma vanno imputati al contribuente i redditi di cui appaiono titolari altri soggetti quando si prova che egli ne è l’effettivo possessore per interposta persona
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Ai fini delle deduzioni dei costi e delle detrazioni Iva incombe sul contribuente l’onere di provare l’inerenza del bene o del servizio all’attività imprenditoriale
Può essere presentato direttamente in rete attraverso il servizio “Fai DA Te” oppure consegnato agli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione o, ancora, inviato tramite Pec
Via libero definitivo al collegato alla manovra di bilancio per il 2018. In arrivo l’estensione dell’ambito applicativo della rottamazione delle cartelle e della scissione dei pagamenti
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
La legge 96/2006 detta le norme generali del settore, mentre dal punto di vista tributario è previsto un regime impositivo forfettario ai fini sia delle imposte dirette sia dell’Iva
L’ufficio finanziario è tenuto a riscontrare la coerenza fra le diverse operazioni realizzate, pertanto, non è sufficiente che tali documenti siano correttamente registrati in contabilità
Può essere presentato direttamente in rete attraverso il servizio “Fai DA Te” oppure consegnato agli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione o, ancora, inviato tramite Pec
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
immagine di un orologio
A partire dall'anno d'imposta 2016, le eventuali maggiori imposte pagate potranno essere recuperate entro il quinto anno successivo a quello di presentazione del modello originario
Via libero definitivo al collegato alla manovra di bilancio per il 2018. In arrivo l’estensione dell’ambito applicativo della rottamazione delle cartelle e della scissione dei pagamenti
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino