Lombardia
Agenzia e notai per la dichiarazione di successione telematica
Un incontro a Milano, anche in videoconferenza, per illustrare e promuovere i servizi fiscali online
Duomo di Milano
Continua la collaborazione tra l’Agenzia delle Entrate e i Consigli notarili della Lombardia da tempo avviata per la trattazione di tematiche fiscali di interesse comune e la semplificazione delle procedure.
Questa volta protagonista è stata la dichiarazione di successione telematica che, dal prossimo gennaio, andrà a sostituire il modello cartaceo e diventerà obbligatoria.
Per promuovere la procedura telematica, ieri, 27 novembre, è stato organizzato il primo incontro presso la biblioteca del Consiglio notarile di Milano. Focus dell’incontro: le caratteristiche della procedura telematica, le novità rispetto al passato e soprattutto i suoi vantaggi tra cui l’autoliquidazione delle imposte dovute con addebito sul conto bancario, la voltura catastale automatica e la possibilità di richiedere una copia conforme presso qualunque ufficio.
I funzionari dell’Agenzia delle Entrate hanno quindi illustrato ai numerosi notai presenti in sala, e presso alcune delle sedi provinciali collegate in videoconferenza, la nuova dichiarazione telematica a 360 gradi.
L’occasione è stata utile anche per promuovere in generale tutti i vantaggi dei numerosi servizi telematici che l’Agenzia offre ai contribuenti e che consentono di adempiere ai propri obblighi fiscali in maniera più semplice e veloce.
L’incontro di Milano è stato il primo e in programma per il nuovo anno ci sono altri incontri che saranno anche una proficua occasione per confrontarsi sulla procedura nell’ottica della semplificazione.
Sonia Ogliari
pubblicato Martedì 28 Novembre 2017

I più letti

L’Agenzia delle entrate, nel documento di prassi, delinea l’ambito dei soggetti interessati e individua quali enti rientrano nel perimetro delle banche e degli intermediari finanziari
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Al vaglio di legittimità la natura giuridica della delega di pagamento ai fini della sanzionabilità penale delle affermazioni ingannevoli riportate alla banca incaricata dell’incasso
Accolta pure la tesi dell’ufficio circa l’ammissibilità della notifica dell’appello a mezzo posta elettronica certificata, anche rispetto a un processo iniziato in modalità cartacea
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Presupposto del regime di favore è la sostanza dell’attività esercitata, gli enti associativi non godono di uno status di extrafiscalità che li esenta per definizione da ogni imposizione
L’Agenzia delle entrate, nel documento di prassi, delinea l’ambito dei soggetti interessati e individua quali enti rientrano nel perimetro delle banche e degli intermediari finanziari
Al vaglio di legittimità la natura giuridica della delega di pagamento ai fini della sanzionabilità penale delle affermazioni ingannevoli riportate alla banca incaricata dell’incasso
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
Previsti tre diversi metodi di determinazione della base imponibile a seconda della natura dei beni rivenduti, delle modalità di esercizio dell’attività e dei soggetti rivenditori
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino