Lombardia
Servizi al centro dell'intesa Entrate-Camera di Commercio
Previste anche giornate di formazione su temi tributari di interesse generale per le imprese e il personale
Servizi al centro dell'intesa Entrate-Camera di Commercio
Migliorare la qualità dei servizi resi alle imprese di Milano, promuovere la diffusione della legalità e della consapevolezza fiscale sul territorio, incentivare momenti di confronto al fine di rafforzare l’adempimento fiscale spontaneo: questi alcuni dei punti principali del protocollo d’intesa sottoscritto dalla Direzione regionale della Lombardia e dalla Camera di commercio di Milano.Il protocollo è stato firmato recentemente dal Dirigente dell’area Sviluppo delle Imprese del territorio e del mercato della Camera di Commercio Industria e Artigianato di Milano, Sergio Enrico Rossi, e dal Direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate, Giovanna Alessio.

L’intesa è volta a promuovere l’utilizzo dei canali telematici resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate. Inoltre è prevista l’attivazione di un canale di comunicazione privilegiata tra gli Enti che aiuterà ad affrontare particolari criticità non risolvibili altrimenti tramite i canali istituzionali. Tra le iniziative già in corso la condivisione di alcune banche dati e le segnalazioni all'Agenzia delle Entrate, relative al mancato assolvimento dell'imposta dovuta sulle pratiche telematiche presentate al Registro delle imprese. Sono previste anche giornate di formazione su tematiche tributarie di interesse generale sia per le imprese che per il personale della Camera di commercio, mentre alla Direzione regionale è riservata la possibilità di far partecipare i suoi funzionari agli incontri e ai convegni organizzati dalla Camera di Commercio anche su temi diversi da quello strettamente tributario.

 “Con questo protocollo d’intesa” - ha dichiarato Sergio Enrico Rossi, - “la collaborazione con l’Agenzia delle Entrate si consolida diventando ancora più proficua. Attraverso questa sinergia che integra competenze e servizi di entrambi gli Enti, si forniscono alle imprese del territorio strumenti e servizi efficaci anche per un rafforzamento della tax compliance”. 
“Con la messa a disposizione dei nostri servizi e dei nostri canali di comunicazione” - ha dichiarato  Giovanna Alessio – “continuiamo l’impegno per un dialogo con le imprese che favorisca lo sviluppo dell’adempimento spontaneo attraverso la condivisione di informazioni e il confronto reciproco. Vogliamo lavorare per un Fisco non più percepito come antagonista, ma attento alle necessità di chiarezza e certezza delle norme da parte delle categorie imprenditoriali e di tutti i cittadini, per una crescita generale delle attività economiche”.
 
pubblicato Mercoledì 12 Aprile 2017

I più letti

Per evitare l’illegittimo ricorso al regime del margine, l’Agenzia delle Entrate ha fornito precisi chiarimenti e istruzioni rivolti sia agli operatori nazionali sia agli uffici locali
I destinatari che presentano la dichiarazione di aggiornamento catastale potranno beneficiare dell’istituto del ravvedimento operoso, con un notevole risparmio sulle sanzioni
L’Agenzia delle Entrate interviene ancora sulla cooperative compliance, indicando le modalità di svolgimento della procedura e individuando il proprio ufficio competente
Nata a fine 2015, permette di comunicare con il fisco in maniera, veloce, semplice e diretta e si può scaricare facilmente dallo store del sistema operativo che si sta utilizzando
La prossima tappa riguarda la dichiarazione sostitutiva da presentare entro il 30 giugno, ma grazie alla nuova procedura semplificata è fondamentale solo per i neo-iscritti
I destinatari che presentano la dichiarazione di aggiornamento catastale potranno beneficiare dell’istituto del ravvedimento operoso, con un notevole risparmio sulle sanzioni
immagine con una freccia che indica la via in mezzo a un groviglio di strade
Il "principio di derivazione rafforzata" è stato esteso ai soggetti, diversi dalle micro imprese, che redigono il bilancio in conformità alle nuove disposizioni del codice civile
Il programma informatico reso disponibile gratuitamente sul sito delle Entrate permette di generare file conformi a quanto previsto da specifiche tecniche e regole di compilazione
Il contribuente, prima di trasferire la residenza, ha la possibilità di presentare un interpello probatorio, che gli permette di verificare il possesso dei requisiti di accesso al regime
Tre gradi di giudizio, tre “sconfitte”, per un’associazione di esperti fiscali che evita di parlare con l’amministrazione e, contestualmente, suggerisce rimedi impraticabili
Il programma informatico reso disponibile gratuitamente sul sito delle Entrate permette di generare file conformi a quanto previsto da specifiche tecniche e regole di compilazione
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
Istituiti sia quelli da usare alla presentazione della denuncia sia quelli per le somme dovute a seguito di liquidazione, acquiescenza, adesione, conciliazione e definizione delle sole sanzioni
immagine della facciata di palazzo Chigi
Dal regime di tassazione delle locazioni brevi alla definizione delle liti pendenti: sono numerose e significative le disposizioni tributarie contenute nella manovra correttiva
Con una circolare, l’Agenzia delle Entrate illustra dettagliatamente la disciplina di riforma introdotta dal decreto legislativo 158/2015 in attuazione della legge di delega fiscale
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino