Lombardia
Sondrio, dal 2 gennaio sportello su appuntamento in centro città
In piazza Lambertenghi stop alle attese e più ampia disponibilità di parcheggio. Prenotazioni al numero verde
numero verde
Col nuovo anno sportello in centro città  per i contribuenti che prenotano un appuntamento per fruire dei servizi dell’Ufficio territoriale di Sondrio dell’Agenzia delle Entrate.  Dal 2 gennaio saranno infatti ricevuti nella sede di Piazzale Lambertenghi 3 (attuale sede dell’Ufficio provinciale territorio) con un doppio vantaggio: non soltanto potranno evitare attese e di scegliere il giorno e l’orario preferiti, ma potranno anche recarsi in una sede dell’Agenzia situata nelle vicinanze di altri uffici pubblici e in una zona con una più ampia disponibilità di parcheggio. I contribuenti senza prenotazione dovranno invece continuare a recarsi presso la sede dell’Ufficio territoriale di Sondrio, in Salita Schenardi.
 
Come prenotare un appuntamento – E’ possibile prenotare un appuntamento chiamando il call center dell’Agenzia delle Entrate al numero 848  800  444, oppure collegandosi al sito internet www.agenziaentrate.gov.it (nel menu “Contatti e assistenza – Assistenza fiscale - Prenotazione appuntamenti per telefono e online”).
 
pubblicato Mercoledì 13 Dicembre 2017

I più letti

Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Il contribuente, ricevuta la comunicazione con i dati necessari a verificare la sua situazione, può regolarizzare tramite il ravvedimento operoso o chiedere ulteriori informazioni
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
In presenza di documenti contabili con addebito dell’imposta, i fornitori dovranno predisporre apposite note di variazione, precisando che si tratta di “scissione dei pagamenti”
Il decreto del ministro dell’Economia e delle Finanze, che aumenta la misura del saggio per il nuovo anno, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di sabato 15 dicembre 2018
Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Il contribuente, ricevuta la comunicazione con i dati necessari a verificare la sua situazione, può regolarizzare tramite il ravvedimento operoso o chiedere ulteriori informazioni
Il decreto del ministro dell’Economia e delle Finanze, che aumenta la misura del saggio per il nuovo anno, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di sabato 15 dicembre 2018
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino