Marche
Marche, intesa Entrate-Siae per contrastare l'evasione fiscale
Sinergia fra i due enti con lo scambio di informazioni, per concretizzare i controlli ed evitare sovrapposizioni negli interventi
testo alternativo per immagine
Stretta collaborazione nelle Marche tra l’Agenzia delle Entrate e la Società Italiana Autori Editori. Lo scorso 19 maggio 2015 il Direttore regionale delle Entrate delle Marche, Carmelo Rau, e il Direttore della sede Siae per l’Emilia Romagna e le Marche, Marco Traina, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa, con l’obiettivo di attuare una strategia congiunta per il contrasto dell’evasione fiscale nei settori delle attività di spettacolo e di intrattenimento, intensificando gli interventi sugli enti associativi che beneficiano del regime Iva agevolato previsto dalla legge 398 del 1991.
 
Lo scambio di informazioni - La sinergia fra i due enti si intensifica grazie allo scambio di dati e informazioni, per concretizzare adeguatamente i controlli ed evitare sovrapposizioni negli interventi, ottimizzando, così, anche l’utilizzazione delle risorse di ogni organismo. Rispetto ad analoghi accordi siglati in altre regioni italiane, questo protocollo d’intesa si pone obiettivi ancora più evoluti, e per questo unici, cioè lo scambio di informazioni attinenti la mancata presentazione delle dichiarazioni dei redditi conseguiti dagli operatori dei settori interessati (c.d. evasori totali), ovvero, qualora presentate, espongano dati non congrui e/o non congruenti rispetto ai parametri fiscali fissati dall’Agenzia delle Entrate.
 
La pianificazione degli interventi - L’attività complessiva dei due Enti firmatari comporterà la pianificazione congiunta di interventi mirati nei confronti di quei soggetti (organizzatori e/o gestori di spettacolo e/o intrattenimento, anche occasionali) che presentano maggiori criticità sotto l’aspetto fiscale e contributivo, e per scoraggiare possibili forme di evasione/elusione fiscale e/o di concorrenza sleale.
 
pubblicato Mercoledì 20 Maggio 2015

I più letti

immagine di una lente e di documenti
Di cosa si tratta, l’ambito oggettivo, gli esclusi dalla procedura, qual è il vantaggio, termini per il versamento, modalità di compilazione delle deleghe, pagamento rateale
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Per il perfezionamento della procedura, entro il 31 maggio 2019 bisogna presentare un’apposita domanda e versare, con F24, l’importo dovuto, pari al valore della controversia
immagine generica illustrativa
Il pagamento integrale del debito tributario non è una giustificazione idonea a eliminare l’illiceità o l’antigiuridicità della condotta e, quindi, a escludere la configurabilità del delitto
Alle società e alle associazioni, iscritte nel Registro Coni, si applicano le regole previste per tutti gli altri contribuenti, con alcune specificità relative agli importi da pagare
Definite anche le regole con cui gli intermediari possono inviare all’Amministrazione finanziaria la comunicazione telematica relativa ai dati essenziali degli incarichi ricevuti
Entro il 30 aprile 2019 le richieste dovranno essere presentate direttamente agli sportelli della Riscossione o trasmesse alla casella pec della direzione regionale competente
immagine di una lente e di documenti
Di cosa si tratta, l’ambito oggettivo, gli esclusi dalla procedura, qual è il vantaggio, termini per il versamento, modalità di compilazione delle deleghe, pagamento rateale
Per il perfezionamento della procedura, entro il 31 maggio 2019 bisogna presentare un’apposita domanda e versare, con F24, l’importo dovuto, pari al valore della controversia
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino