Piemonte
Dichiarazione di successione online: al via la formazione
L’iniziativa ha visto la Direzione regionale fare da apripista con una formazione di qualità destinata ai notai
Dichiarazione di successione online: al via la formazione
La nuova dichiarazione telematica di successione è stato l’oggetto di un incontro formativo organizzato il 23 novembre 2017 dalla Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate del Piemonte con i notai del Piemonte. L’evento si è tenuto presso la Direzione regionale ma, per soddisfare le numerose richieste di partecipazione dei notai e dei propri collaboratori, sono state collegate in videoconferenza le aule di sei Direzioni provinciali e del Cam di Torino.

 L’incontro formativo – L’iniziativa ha visto la Direzione regionale del Piemonte fare da apripista con una formazione di elevata qualità tecnica destinata agli operatori professionali. L’incontro è stato progettato, infatti, per illustrare il nuovo modello per la Dichiarazione di successione e domanda di volture catastali, approvato dall’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 27 dicembre 2016 per realizzare un ulteriore passo verso la semplificazione degli adempimenti amministrativi. Durante l'incontro sono state spiegate nei dettagli tutte le novità e, per dare concretezza alla spiegazione, è stata simulata la compilazione di una dichiarazione di successione. Nel corso della giornata sono stati affrontati e discussi i numerosi quesiti posti dai partecipanti, con un'attenzione particolare alla soluzione dei dubbi più ricorrenti.

Le novità - Si tratta di un cambiamento importante per i contribuenti e i professionisti: dal 23 gennaio 2017 i contribuenti possono presentare il nuovo modello e la domanda di voltura catastale in modalità telematica, con riferimento alle successioni aperte dal 3 ottobre 2006.

I tempi e i vantaggi - La nuova modalità è opzionale rispetto al vecchio modello cartaceo fino al 31 dicembre 2017 e sarà obbligatoria, salvo proroghe, dal 1° gennaio 2018. La dichiarazione di successione telematica presenta numerosi vantaggi: ad esempio, i contribuenti abilitati ai servizi telematici possono inviarla comodamente da casa evitando code agli sportelli; la procedura guida l’utente nella compilazione assistita del modello e precompila molti campi grazie agli automatismi introdotti. Viene, inoltre, effettuato il calcolo automatizzato delle imposte ipotecarie, catastali e di bollo, della tassa ipotecaria e dei tributi speciali, proponendone il pagamento con addebito diretto sul proprio conto corrente. Le volture catastali degli immobili dichiarati vengono effettuate in automatico senza la necessità, pertanto, di doversi recare presso gli uffici.
 
Domenico Poerio
pubblicato Mercoledì 29 Novembre 2017

I più letti

La legge 96/2006 detta le norme generali del settore, mentre dal punto di vista tributario è previsto un regime impositivo forfettario ai fini sia delle imposte dirette sia dell’Iva
In base alla norma vanno imputati al contribuente i redditi di cui appaiono titolari altri soggetti quando si prova che egli ne è l’effettivo possessore per interposta persona
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Ai fini delle deduzioni dei costi e delle detrazioni Iva incombe sul contribuente l’onere di provare l’inerenza del bene o del servizio all’attività imprenditoriale
Può essere presentato direttamente in rete attraverso il servizio “Fai DA Te” oppure consegnato agli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione o, ancora, inviato tramite Pec
Via libero definitivo al collegato alla manovra di bilancio per il 2018. In arrivo l’estensione dell’ambito applicativo della rottamazione delle cartelle e della scissione dei pagamenti
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
La legge 96/2006 detta le norme generali del settore, mentre dal punto di vista tributario è previsto un regime impositivo forfettario ai fini sia delle imposte dirette sia dell’Iva
In base alla norma vanno imputati al contribuente i redditi di cui appaiono titolari altri soggetti quando si prova che egli ne è l’effettivo possessore per interposta persona
L’ufficio finanziario è tenuto a riscontrare la coerenza fra le diverse operazioni realizzate, pertanto, non è sufficiente che tali documenti siano correttamente registrati in contabilità
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
immagine di un orologio
A partire dall'anno d'imposta 2016, le eventuali maggiori imposte pagate potranno essere recuperate entro il quinto anno successivo a quello di presentazione del modello originario
Via libero definitivo al collegato alla manovra di bilancio per il 2018. In arrivo l’estensione dell’ambito applicativo della rottamazione delle cartelle e della scissione dei pagamenti
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino