Piemonte
"Novità fiscali 2018", a Torino focus sulla legge di bilancio
Ieri il convegno organizzato dall'Ordine dei Commercialisti e dalla Direzione regionale dell'Agenzia
"Novità fiscali 2018", a Torino focus sulla legge di bilancio
Una platea di oltre 350 professionisti della fiscalità ha partecipato mercoledì 21 marzo al convegno “Le novità fiscali 2018” che si è svolto presso il centro congressi Torino Incontra del capoluogo piemontese. Al centro dell’incontro le principali novità della legge di bilancio per imprese, professionisti e privati cittadini: la rottamazione-bis delle cartelle, le novità sull’Iva (dall’indebita applicazione dell’imposta alla fatturazione elettronica), le agevolazioni del Progetto Industria 4.0, il principio di derivazione rafforzata, le criticità per le imprese in contabilità semplificata, dividendi e plusvalenze su partecipazioni qualificate, l’interpretazione degli atti nell’imposta di registro.

Il convegno è stato organizzato congiuntamente dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Torino e dalla Direzione regionale del Piemonte dell’Agenzia delle Entrate con lo scopo di fornire agli specialisti del settore un focus dettagliato sull’evoluzione della normativa in materia e nella prospettiva di favorire la compliance da parte di contribuenti ed operatori del settore. “Noi crediamo fermamente all’ascolto e al dialogo continuo con i cittadini” ha spiegato il Direttore regionale, Giovanni Achille Sanzò, nel suo intervento di saluto: “Stiamo realizzando un cambiamento di rotta, in cui non sono più i cittadini che devono adeguarsi alle consuetudini dell’amministrazione ma è l’Agenzia delle Entrate che deve andare loro incontro”.

Il convegno sulle novità fiscali è ormai un tradizionale appuntamento della primavera torinese, grazie alla pluriannuale collaborazione tra la Direzione regionale del Piemonte dell’Agenzia delle Entrate e l’Ordine dei Dottori commercialisti ed Esperti contabili di Torino. L’iniziativa rappresenta un segno tangibile del proficuo rapporto di cooperazione esistente tra Amministrazione fiscale e ordini professionali e associazioni del mondo produttivo, tanto che in svariate occasioni si è parlato del “modello Torino” a proposito del tessuto dei rapporti interistituzionali esistenti.

E in effetti, è stata anche l’occasione per uno scambio di vedute con il presidente dell’Ordine di Torino, Luca Asvisio, su tematiche concrete quali i tavoli di lavoro congiunti, la gestione delle pratiche Civis e così via. Tutto questo nello spirito di massima collaborazione reciproca affinché non venga meno la sinergia e si realizzi la compliance.
Per l’Agenzia delle Entrate sono intervenuti in qualità di relatori Bernardo Maronero, capo Ufficio Consulenza della Direzione regionale, sulle tematiche legate alle agevolazioni del piano “Industria 4.0”, Fabrizio Novello, Direttore dell’Ufficio territoriale di Alessandria, sull’interpretazione degli atti ai fini della tassazione ai sensi delle norme sull’imposta di registro, e Franco Ricca, funzionario della Direzione provinciale di Novara, che ha fatto il punto sulle novità in campo Iva.
 
Luciano Morlino
Roberta Quarto
pubblicato Giovedì 22 Marzo 2018

I più letti

Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Nel processo tributario spetta al contribuente provare il fatto costitutivo che consente di scalare i costi e l’esclusiva strumentalità del bene all’attività propria della società
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
tax foundation
Cipro, Irlanda e Liechtenstein applicano le aliquote più basse; gli Emirati arabi tassano maggiormente le imprese.
Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
La nuova funzionalità realizzata dall’Agenzia permette agli intermediari di inserire con un’unica operazione i recapiti da abbinare alle singole partite Iva dei clienti deleganti
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
cuccioli
Rimpiazza la disciplina dei "nuovi minimi" che, però, potrà essere ancora sfruttata fino al compimento del primo quinquennio di attività o, se successivi, fino ai 35 anni di età
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino