Sardegna
Catasto, al via la collaborazione con la Rete delle Professioni tecniche
Istituito in via permanente un tavolo di confronto tra funzionari dell'Agenzia e rappresentanti della Rete
Catasto, al via la collaborazione con la Rete delle Professioni tecniche
Risolvere le problematiche catastali più rilevanti e migliorare i servizi rivolti a tecnici e professionisti. Sono queste le due direttrici principali che guideranno l’attività del tavolo permanente istituito tra l’Agenzia delle Entrate e la Rete delle Professioni tecniche Sardegna. La collaborazione tra i due enti è stata sancita ieri a Cagliari nel corso di un incontro tra i funzionari dell’Ufficio Attività immobiliari della Direzione regionale delle Entrate e i rappresentanti della Rete.
 
Il tavolo, oltre a riunirsi periodicamente per analizzare tematiche specifiche, si propone anche di promuovere iniziative di formazione e seminari sugli argomenti di maggior interesse per i tecnici professionisti, alla luce delle evoluzioni normative e dei servizi offerti in campo catastale.

Ad aprire la riunione il Direttore dell’Agenzia delle Entrate della Sardegna Rossella Rotondo, secondo cui «il lavoro in sinergia e il confronto reciproco possono rivelarsi uno strumento utile a dirimere le controversie e uno stimolo per rendere sempre più proficua la cooperazione tra il Fisco e il mondo dei professionisti».

Marco Fanunza, vice coordinatore della Rete delle Professioni tecniche Sardegna, ha accolto favorevolmente l’iniziativa e auspicato che possa essere un’opportunità di crescita e di scambio costruttivo per agevolare il lavoro dei professionisti.
pubblicato Giovedì 13 Aprile 2017

I più letti

Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entro le 14,50 del 29 dicembre 2017 devono essere trasferite alla Banca d’Italia le somme in precedenza affluite a banche, uffici postali, agenti della riscossione e istituti convenzionati
Se non rispettano i requisiti di forma e contenuto dettati dalla norma, per il Fisco non attestano nulla. E non c’è documento in grado di sostituirle
Il sistema stesso segnalerà il superamento dei limiti consentiti. Le nuove regole permettono di trasmettere file di maggiori dimensioni anche rispetto alle soglie previste per la Pec
Istituiti per pagare parzialmente, tramite F24, le comunicazioni d’irregolarità relative all’utilizzo in compensazione del credito d’imposta introdotto dalla legge di stabilità 2015
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Via libero definitivo al collegato alla manovra di bilancio per il 2018. In arrivo l’estensione dell’ambito applicativo della rottamazione delle cartelle e della scissione dei pagamenti
La legge 96/2006 detta le norme generali del settore, mentre dal punto di vista tributario è previsto un regime impositivo forfettario ai fini sia delle imposte dirette sia dell’Iva
Se non rispettano i requisiti di forma e contenuto dettati dalla norma, per il Fisco non attestano nulla. E non c’è documento in grado di sostituirle
immagine di un orologio
A partire dall'anno d'imposta 2016, le eventuali maggiori imposte pagate potranno essere recuperate entro il quinto anno successivo a quello di presentazione del modello originario
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
immagine di un orologio
A partire dall'anno d'imposta 2016, le eventuali maggiori imposte pagate potranno essere recuperate entro il quinto anno successivo a quello di presentazione del modello originario
Via libero definitivo al collegato alla manovra di bilancio per il 2018. In arrivo l’estensione dell’ambito applicativo della rottamazione delle cartelle e della scissione dei pagamenti
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino