Sardegna
Catasto, al via la collaborazione con la Rete delle Professioni tecniche
Istituito in via permanente un tavolo di confronto tra funzionari dell'Agenzia e rappresentanti della Rete
Catasto, al via la collaborazione con la Rete delle Professioni tecniche
Risolvere le problematiche catastali più rilevanti e migliorare i servizi rivolti a tecnici e professionisti. Sono queste le due direttrici principali che guideranno l’attività del tavolo permanente istituito tra l’Agenzia delle Entrate e la Rete delle Professioni tecniche Sardegna. La collaborazione tra i due enti è stata sancita ieri a Cagliari nel corso di un incontro tra i funzionari dell’Ufficio Attività immobiliari della Direzione regionale delle Entrate e i rappresentanti della Rete.
 
Il tavolo, oltre a riunirsi periodicamente per analizzare tematiche specifiche, si propone anche di promuovere iniziative di formazione e seminari sugli argomenti di maggior interesse per i tecnici professionisti, alla luce delle evoluzioni normative e dei servizi offerti in campo catastale.

Ad aprire la riunione il Direttore dell’Agenzia delle Entrate della Sardegna Rossella Rotondo, secondo cui «il lavoro in sinergia e il confronto reciproco possono rivelarsi uno strumento utile a dirimere le controversie e uno stimolo per rendere sempre più proficua la cooperazione tra il Fisco e il mondo dei professionisti».

Marco Fanunza, vice coordinatore della Rete delle Professioni tecniche Sardegna, ha accolto favorevolmente l’iniziativa e auspicato che possa essere un’opportunità di crescita e di scambio costruttivo per agevolare il lavoro dei professionisti.
pubblicato Giovedì 13 Aprile 2017

I più letti

Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Nel processo tributario spetta al contribuente provare il fatto costitutivo che consente di scalare i costi e l’esclusiva strumentalità del bene all’attività propria della società
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
tax foundation
Cipro, Irlanda e Liechtenstein applicano le aliquote più basse; gli Emirati arabi tassano maggiormente le imprese.
Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
La nuova funzionalità realizzata dall’Agenzia permette agli intermediari di inserire con un’unica operazione i recapiti da abbinare alle singole partite Iva dei clienti deleganti
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
cuccioli
Rimpiazza la disciplina dei "nuovi minimi" che, però, potrà essere ancora sfruttata fino al compimento del primo quinquennio di attività o, se successivi, fino ai 35 anni di età
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino