Sardegna
Firmato il protocollo fra Entrate e professionisti in Sardegna
Agenzia e Ordini dei Commercialisti insieme per promuovere il dialogo e snellire le procedure
Firmato il protocollo fra Entrate e professionisti in Sardegna
“L’adempimento spontaneo degli obblighi tributari passa anche dalla concreta collaborazione tra l’Agenzia delle Entrate e i professionisti che operano sul territorio.” Il Direttore regionale della Sardegna dell’Agenzia delle Entrate, Carmelo Rau, ha commentato così la firma del protocollo che ha portato alla nascita del tavolo congiunto regionale con gli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, rappresentati dalla dott.ssa Gabriela Savigni, Presidente dell’Ordine provinciale dei commercialisti della Gallura.  Il protocollo regionale segue l’accordo siglato ieri da Ernesto Maria Ruffini, Direttore dell’Agenzia, e da Massimo Miani, Presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti, che ha avviato un nuovo canale di dialogo e collaborazione tra Amministrazione e professionisti.
 
Cosa stabilisce l’intesa - L’accordo prevede l’impegno, da parte dei professionisti abilitati, all’utilizzo dei canali telematici dell’Agenzia per velocizzare la trattazione delle pratiche e per liberare così risorse negli uffici territoriali, a beneficio dei contribuenti e di un più accurato servizio di assistenza per le pratiche più complesse. L’Agenzia delle Entrate si dichiara pronta da subito ad accogliere i suggerimenti degli addetti ai lavori e a valorizzare il loro contributo in termini di informazioni, al fine di migliorare i servizi e ottimizzare l’impiego delle proprie risorse.
 
I compiti del Tavolo congiunto - Il tavolo congiunto regionale che raccoglierà anche le segnalazioni di anomalie e criticità organizzative o procedurali. Inoltre, il tavolo potrà individuare nuove prassi per assicurare uniformità di comportamento nell’applicazione delle norme tributarie in tutti gli uffici dell’Amministrazione e contribuire a migliorare le rispettive attività.
 
pubblicato Venerdì 18 Maggio 2018

I più letti

Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Il contribuente, ricevuta la comunicazione con i dati necessari a verificare la sua situazione, può regolarizzare tramite il ravvedimento operoso o chiedere ulteriori informazioni
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
In presenza di documenti contabili con addebito dell’imposta, i fornitori dovranno predisporre apposite note di variazione, precisando che si tratta di “scissione dei pagamenti”
Il decreto del ministro dell’Economia e delle Finanze, che aumenta la misura del saggio per il nuovo anno, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di sabato 15 dicembre 2018
Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Il contribuente, ricevuta la comunicazione con i dati necessari a verificare la sua situazione, può regolarizzare tramite il ravvedimento operoso o chiedere ulteriori informazioni
Il decreto del ministro dell’Economia e delle Finanze, che aumenta la misura del saggio per il nuovo anno, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di sabato 15 dicembre 2018
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino