Sardegna
Irap e addizionale regionale Irpef, 10 anni di accordo Entrate-Regione
I contribuenti sardi possono rivolgersi all’Agenzia per l'assistenza sulla corretta applicazione di questi tributi
Irap e addizionale regionale Irpef, 10 anni di accordo Entrate-Regione
Correva l’anno 2008, quando in Sardegna la gestione dell’Irap e dell’addizionale regionale all’Irpef fu per la prima volta affidata alla Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate. Da allora, a cadenza annuale, la convenzione tra l’amministrazione finanziaria e la Regione Autonoma della Sardegna è sempre stata rinnovata.
Per il decimo anno dal primo accordo, la convenzione è stata sottoscritta dal Direttore regionale dell’Agenzia, Rossella Rotondo, e da Marcella Marchioni, Direttore generale dei Servizi finanziari dell’assessorato della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto del territorio della Regione autonoma della Sardegna.

Un unico interlocutore – Grazie alla convenzione con la Regione, i contribuenti sardi potranno rivolgersi a qualsiasi sportello dell’Agenzia per ottenere assistenza sulla corretta applicazione anche dell’Irap e dell’addizionale regionale all’Irpef, sugli adempimenti connessi alla loro liquidazione, sulla gestione dei rimborsi e per esercitare le attività di autotutela che si rendessero necessarie.
L’Agenzia delle Entrate, inoltre, segue tutte le fasi dell’accertamento, del contenzioso tributario per le eventuali controversie e della riscossione spontanea e coattiva. Tutti i proventi che derivano da queste attività saranno riversati direttamente presso la tesoreria regionale, con grande vantaggio per le casse dell’Isola. L’Agenzia, infine, mette a disposizione i propri sistemi informatici e telematici di dichiarazione e di pagamento e assicura la distribuzione, presso i propri uffici, di moduli, stampati e materiale informativo predisposto dalla Regione.

Il cittadino prima di tutto – Il Direttore regionale delle Entrate, Rossella Rotondo, rivendica gli ottimi risultati dell’esperienza passata: «Il nostro obiettivo rimane quello di semplificare la vita dei cittadini. In dieci anni siamo stati in grado di rispondere con affidabilità e competenza alle loro esigenze, ponendoci come interlocutore unico per ogni tipo di pratica, dal calcolo delle imposte ai rimborsi. Senza dimenticare il servizio reso alle casse della Regione, cui sono riversate direttamente le imposte recuperate dai nostri uffici».
 
pubblicato Venerdì 16 Giugno 2017

I più letti

Il rinvio della pubblicazione prevista per venerdì scorso è stato reso noto, nello stesso giorno, dal dipartimento delle Finanze del Mef sul proprio sito internet con un comunicato
Numerose e significative le norme di natura fiscale contenute nel decreto-legge emanato nell’ambito della definizione degli obiettivi di finanza pubblica per l’anno prossimo
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Irrilevante che il Fisco non abbia esercitato i poteri di controllo sull’esistenza del credito esposto in dichiarazione e sull’esistenza delle operazioni imponibili da cui esso è derivato
immagine di un orologio
A partire dall'anno d'imposta 2016, le eventuali maggiori imposte pagate potranno essere recuperate entro il quinto anno successivo a quello di presentazione del modello originario
Numerose e significative le norme di natura fiscale contenute nel decreto-legge emanato nell’ambito della definizione degli obiettivi di finanza pubblica per l’anno prossimo
Dopo il tavolo tecnico di confronto con le associazioni di categoria e i principali operatori del settore, l’Agenzia delle entrate illustra il contenuto della nuova disciplina fiscale
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Sotto il profilo tributario, la riforma si pone l’obiettivo di rimuovere la disorganicità dell’attuale normativa attraverso il superamento dei diversi micro-regimi oggi operanti
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Puntuale come ogni anno, il contenzioso tributario va in vacanza dal 1° al 31 agosto. La pausa riguarda anche i versamenti da comunicazioni di irregolarità (fino al 4 settembre)
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
immagine generica illustrativa
Le violazioni di tali obblighi hanno natura amministrativo-tributaria, risultando pertanto applicabile l'istituto di regolarizzazione previsto dall'articolo 13 del Dlgs 472/1997
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino