Sardegna
Irap e addizionale regionale Irpef, 10 anni di accordo Entrate-Regione
I contribuenti sardi possono rivolgersi all’Agenzia per l'assistenza sulla corretta applicazione di questi tributi
Irap e addizionale regionale Irpef, 10 anni di accordo Entrate-Regione
Correva l’anno 2008, quando in Sardegna la gestione dell’Irap e dell’addizionale regionale all’Irpef fu per la prima volta affidata alla Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate. Da allora, a cadenza annuale, la convenzione tra l’amministrazione finanziaria e la Regione Autonoma della Sardegna è sempre stata rinnovata.
Per il decimo anno dal primo accordo, la convenzione è stata sottoscritta dal Direttore regionale dell’Agenzia, Rossella Rotondo, e da Marcella Marchioni, Direttore generale dei Servizi finanziari dell’assessorato della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto del territorio della Regione autonoma della Sardegna.

Un unico interlocutore – Grazie alla convenzione con la Regione, i contribuenti sardi potranno rivolgersi a qualsiasi sportello dell’Agenzia per ottenere assistenza sulla corretta applicazione anche dell’Irap e dell’addizionale regionale all’Irpef, sugli adempimenti connessi alla loro liquidazione, sulla gestione dei rimborsi e per esercitare le attività di autotutela che si rendessero necessarie.
L’Agenzia delle Entrate, inoltre, segue tutte le fasi dell’accertamento, del contenzioso tributario per le eventuali controversie e della riscossione spontanea e coattiva. Tutti i proventi che derivano da queste attività saranno riversati direttamente presso la tesoreria regionale, con grande vantaggio per le casse dell’Isola. L’Agenzia, infine, mette a disposizione i propri sistemi informatici e telematici di dichiarazione e di pagamento e assicura la distribuzione, presso i propri uffici, di moduli, stampati e materiale informativo predisposto dalla Regione.

Il cittadino prima di tutto – Il Direttore regionale delle Entrate, Rossella Rotondo, rivendica gli ottimi risultati dell’esperienza passata: «Il nostro obiettivo rimane quello di semplificare la vita dei cittadini. In dieci anni siamo stati in grado di rispondere con affidabilità e competenza alle loro esigenze, ponendoci come interlocutore unico per ogni tipo di pratica, dal calcolo delle imposte ai rimborsi. Senza dimenticare il servizio reso alle casse della Regione, cui sono riversate direttamente le imposte recuperate dai nostri uffici».
 
pubblicato Venerdì 16 Giugno 2017

I più letti

immagine generica che indica una sostituzione
L'obiettivo è favorire l'emersione spontanea di basi imponibili, stimolare l'assolvimento degli obblighi tributari e rafforzare la collaborazione tra i contribuenti e la Pa
immagine di una mano con dito che spinge un pulsante
La legge di bilancio 2017 ha introdotto un meccanismo di detassazione indirizzato a canalizzare gli investimenti privati verso il finanziamento del sistema imprenditoriale italiano
Non è prevista alcuna deroga alle disposizioni che indicano specificamente nel pagamento il momento dal quale deve decorrere il tempo disponibile per la presentazione dell’istanza
E non solo: alcune deduzioni aumentano, altre estendono il loro raggio d’azione, costi che diventano integralmente deducibili e più tempo per l’invio dell’integrativa a favore
Così come avviene per il conto economico, l’imponibilità della plusvalenza, derivante da un contratto di locazione finanziaria, va ripartita per tutta la durata del contratto stesso
E non solo: alcune deduzioni aumentano, altre estendono il loro raggio d’azione, costi che diventano integralmente deducibili e più tempo per l’invio dell’integrativa a favore
Dalla nuova procedura di collaborazione rafforzata per le società non residenti all’introduzione degli indici di affidabilità fiscale: sono numerose le “new entry” in ambito tributario
Si applica il principio di onnicomprensività, secondo cui tutte le somme e i valori, a qualunque titolo percepiti durante il periodo d’imposta, costituiscono reddito imponibile
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Proroga della maggiore detrazione Irpef per i lavori di recupero e anche per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, specificazioni sui beneficiari degli sconti e altro ancora
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
Istituiti sia quelli da usare alla presentazione della denuncia sia quelli per le somme dovute a seguito di liquidazione, acquiescenza, adesione, conciliazione e definizione delle sole sanzioni
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Il programma informatico reso disponibile gratuitamente sul sito delle Entrate permette di generare file conformi a quanto previsto da specifiche tecniche e regole di compilazione
Il credito di imposta va utilizzato in compensazione, a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello in cui sono stati sostenuti i costi relativi agli investimenti eleggibili
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino