Sicilia
Al via intesa tra Entrate e Riscossione Sicilia
Obiettivo dell’accordo: migliorare la gestione del contenzioso con lo scambio di informazioni tra i due enti
Al via intesa tra Entrate e Riscossione Sicilia
Tutelare gli interessi dell’Erario e assicurare uniformità nella gestione delle controversie tributarie: sono questi gli obiettivi di fondo del protocollo siglato il 28 giugno a Palermo dal Direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate Sicilia, Pasquale Stellacci, e dall’Amministratore unico di Riscossione Sicilia s.p.a., Antonio Fiumefreddo, alla presenza della Vice presidente della Regione Siciliana, Maria Lo Bello.

Secondo l’accordo, i funzionari degli Uffici legali dell’Agenzia delle Entrate in Sicilia cureranno le controversie, in ogni grado di giudizio di merito, per le questioni riferibili, oltre che all’Agenzia anche all’attività di Riscossione Sicilia (in quest’ultimo caso, limitatamente ai tributi il cui ente impositore è l’Agenzia). La difesa dell’Agenzia riguarderà anche le controversie interessate dall’istituto della mediazione di valore non superiore a 20.000 euro; tale soglia verrà innalzata a 50.000 euro a partire dal 1° gennaio 2018.
Il protocollo, che sarà attuato attraverso uno scambio sistematico di informazioni tra i due enti, avrà un avvio graduale: decorrerà dal 3 luglio 2017 per le Direzioni provinciali dell’Agenzia ed i rispettivi Ambiti Territoriali dell’Agente di Agrigento, Caltanissetta, Enna, Ragusa e Trapani, mentre verrà stipulato successivamente per le province di Catania, Messina, Palermo e Siracusa.

“L’accordo – dichiara Stellacci – che nasce da un ormai consolidato orientamento della Cassazione, consente una difesa univoca ed efficace, garantendo al contempo una maggiore tutela del credito erariale, l’interesse pubblico alla giusta imposizione, una razionalizzazione delle spese e una maggiore chiarezza nei confronti del contribuente ”.
 
 “Con l’Agenzia delle Entrate – aggiunge Fiumefreddo – c'è una sinergia importante, con il suo direttore Pasquale Stellacci una sintonia assoluta. Unire gli sforzi per battere l'evasione sistemica in Sicilia significa difendere i cittadini onesti ed affermare i principi di eguaglianza e giustizia. È una lotta dura ad un sistema di potere violento, ma siamo determinati ed abbiamo il dovere di farlo. In questo incontro si è fatto riferimento, stabilendone uno stretto raccordo, alle iniziative intraprese da Riscossione Sicilia nei confronti dei soggetti titolari di attività sanitaria convenzionata con grande morosità, nonché al recupero dei tributi nei confronti dei contribuenti che fanno capo a fondazioni e ad associazioni anche Onlus.”.
 
pubblicato Venerdì 30 Giugno 2017

I più letti

Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Dal 25 giugno sarà attivo “Prenota ticket”, lo strumento attraverso il quale i cittadini potranno fissare un appuntamento allo sportello direttamente dal proprio pc, smartphone o tablet
Il Mise ha definito le disposizioni applicative del credito d’imposta introdotto dalla legge di bilancio 2018. Beneficiarie dell’agevolazione sono tutte le imprese residenti in Italia
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Il contribuente, per “pareggiare” l’anticipo dovuto dovrà, entro il termine previsto per il saldo, versare la differenza compilando i righi RS148 ed RN38 di Redditi Pf 2018
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Il primo agevola la predisposizione e l’invio del documento elettronico, il secondo consente l’acquisizione automatica dei dati Iva dei clienti tramite un codice a barre
L’incarico può essere attribuito esclusivamente ai soggetti deputati alla trasmissione delle dichiarazioni (tra gli altri, commercialisti, ragionieri, consulenti del lavoro, Caf)
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Deve essere rilasciata dalle organizzazioni firmatarie dell’accordo concluso su base locale ed è necessaria per il riconoscimento delle agevolazioni fiscali previste dalla legge
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino