Sicilia
Al via intesa tra Entrate e Riscossione Sicilia
Obiettivo dell’accordo: migliorare la gestione del contenzioso con lo scambio di informazioni tra i due enti
Al via intesa tra Entrate e Riscossione Sicilia
Tutelare gli interessi dell’Erario e assicurare uniformità nella gestione delle controversie tributarie: sono questi gli obiettivi di fondo del protocollo siglato il 28 giugno a Palermo dal Direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate Sicilia, Pasquale Stellacci, e dall’Amministratore unico di Riscossione Sicilia s.p.a., Antonio Fiumefreddo, alla presenza della Vice presidente della Regione Siciliana, Maria Lo Bello.

Secondo l’accordo, i funzionari degli Uffici legali dell’Agenzia delle Entrate in Sicilia cureranno le controversie, in ogni grado di giudizio di merito, per le questioni riferibili, oltre che all’Agenzia anche all’attività di Riscossione Sicilia (in quest’ultimo caso, limitatamente ai tributi il cui ente impositore è l’Agenzia). La difesa dell’Agenzia riguarderà anche le controversie interessate dall’istituto della mediazione di valore non superiore a 20.000 euro; tale soglia verrà innalzata a 50.000 euro a partire dal 1° gennaio 2018.
Il protocollo, che sarà attuato attraverso uno scambio sistematico di informazioni tra i due enti, avrà un avvio graduale: decorrerà dal 3 luglio 2017 per le Direzioni provinciali dell’Agenzia ed i rispettivi Ambiti Territoriali dell’Agente di Agrigento, Caltanissetta, Enna, Ragusa e Trapani, mentre verrà stipulato successivamente per le province di Catania, Messina, Palermo e Siracusa.

“L’accordo – dichiara Stellacci – che nasce da un ormai consolidato orientamento della Cassazione, consente una difesa univoca ed efficace, garantendo al contempo una maggiore tutela del credito erariale, l’interesse pubblico alla giusta imposizione, una razionalizzazione delle spese e una maggiore chiarezza nei confronti del contribuente ”.
 
 “Con l’Agenzia delle Entrate – aggiunge Fiumefreddo – c'è una sinergia importante, con il suo direttore Pasquale Stellacci una sintonia assoluta. Unire gli sforzi per battere l'evasione sistemica in Sicilia significa difendere i cittadini onesti ed affermare i principi di eguaglianza e giustizia. È una lotta dura ad un sistema di potere violento, ma siamo determinati ed abbiamo il dovere di farlo. In questo incontro si è fatto riferimento, stabilendone uno stretto raccordo, alle iniziative intraprese da Riscossione Sicilia nei confronti dei soggetti titolari di attività sanitaria convenzionata con grande morosità, nonché al recupero dei tributi nei confronti dei contribuenti che fanno capo a fondazioni e ad associazioni anche Onlus.”.
 
pubblicato Venerdì 30 Giugno 2017

I più letti

Con un altro provvedimento, anch’esso pronto per la firma, slitta al 31 ottobre il termine per la presentazione della dichiarazioni dei redditi, Irap e dei modelli dei sostituti, i 770/2017
Puntuale come ogni anno, il contenzioso tributario va in vacanza dal 1° al 31 agosto. La pausa riguarda anche i versamenti da comunicazioni di irregolarità (fino al 4 settembre)
Secondo l’Agenzia delle Entrate, nella fattispecie non sussistono i presupposti per l’applicazione della disciplina dell’articolo 10-bis dello Statuto dei diritti del contribuente
Dal 21 luglio e fino al 20 agosto, i versamenti potranno essere eseguiti con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse: lo prevede un Dpcm in corso di pubblicazione in Gazzetta
Il principio di diritto, già espresso dalla Corte di Cassazione e ora confermato, è l’imprescindibilità della sottoscrizione e della compilazione del documento in ogni sua parte
Dal 21 luglio e fino al 20 agosto, i versamenti potranno essere eseguiti con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse: lo prevede un Dpcm in corso di pubblicazione in Gazzetta
Puntuale come ogni anno, il contenzioso tributario va in vacanza dal 1° al 31 agosto. La pausa riguarda anche i versamenti da comunicazioni di irregolarità (fino al 4 settembre)
Il principio di diritto, già espresso dalla Corte di Cassazione e ora confermato, è l’imprescindibilità della sottoscrizione e della compilazione del documento in ogni sua parte
Dopo aver ribadito i requisiti previsti dal Tuir per la deducibilità dei costi, l’Agenzia delle Entrate mette in chiaro le modalità per la loro conservazione dematerializzata
Con un altro provvedimento, anch’esso pronto per la firma, slitta al 31 ottobre il termine per la presentazione della dichiarazioni dei redditi, Irap e dei modelli dei sostituti, i 770/2017
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Dal 21 luglio e fino al 20 agosto, i versamenti potranno essere eseguiti con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse: lo prevede un Dpcm in corso di pubblicazione in Gazzetta
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
E non solo: alcune deduzioni aumentano, altre estendono il loro raggio d’azione, costi che diventano integralmente deducibili e più tempo per l’invio dell’integrativa a favore
Istituiti sia quelli da usare alla presentazione della denuncia sia quelli per le somme dovute a seguito di liquidazione, acquiescenza, adesione, conciliazione e definizione delle sole sanzioni
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino