Sicilia
Fisco e Scuola, in Sicilia boom di “prenotazioni “ per il 2012
La prima iniziativa dell’anno coinvolge gli studenti della scuola media “Luigi Pirandello” di Agrigento
testo alternativo per immagine
L’ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate di Agrigento ha dato il via alle iniziative siciliane del progetto Fisco e Scuola del nuovo anno.
La Scuola Media Statale “ L. Pirandello” di Agrigento   ha  aderito al  progetto di educazione fiscale dell’Agenzia delle Entrate con un’intesa che porterà in aula più di 100 alunni.
Gli  incontri  si svolgeranno a scuola e in ufficio. I funzionari dell’Agenzia delle Entrate di Agrigento tratteranno il tema della legalità fiscale approfondendone gli  aspetti che mirano alla formazione del cittadino e , in particolare, del contribuente rispettoso della collettività  e delle leggi.
 
Per il 2012, l’Agenzia delle Entrate della Sicilia si propone  di raggiungere gli entusiasmanti risultati dello scorso anno.
Nel 2011 sono  state realizzate  135  iniziative cui hanno partecipato  circa 70  istituti e  5400 studenti (il 60% in più rispetto al 2010).
La promozione del progetto sul territorio  è stata capillare, quasi tutti gli uffici territoriali hanno organizzato proprie iniziative.
Strategica, in tal senso, la partecipazione della Direzione regionale alla manifestazione “Orienta Sicilia”, il contesto ideale per  entrare direttamente in contatto con i rappresentanti delle scuole che, numerosissime, chiedono – o ripropongono -  di prendere parte  al progetto.
 
 

pubblicato Giovedì 19 Gennaio 2012

I più letti

unico
L’appuntamento riguarda tutti i contribuenti “interessati” dagli studi di settore che hanno usufruito del posticipo della scadenza ordinaria di pagamento fissata per lo scorso 16 giugno
testo alternativo per immagine
Confermati il recupero, fino a un massimo di 300 euro per veicolo, dei contributi versati al Ssn e la deducibilità forfetaria delle spese di trasporto personali non documentate
dichiarazione dei redditi
Gli intermediari che hanno già inviato almeno l’80% dei modelli possono usufruire della proroga dal 7 al 23 luglio, per la presentazione delle ultime dichiarazioni loro affidate
moneta spezzata
Solo per il primo periodo di applicazione, quello in corso al 31 dicembre 2015, opera una limitazione al 75%, con rinvio dell’eccedenza (il rimanente 25%) alle annualità successive
cubi bianchi e uno azzurro
Realizzazione di un filo diretto tra Agenzia delle Entrate, contribuenti e Guardia di finanza. La ratio: semplificare gli adempimenti e stimolare l’assolvimento spontaneo degli obblighi
testo alternativo per immagine
Confermati il recupero, fino a un massimo di 300 euro per veicolo, dei contributi versati al Ssn e la deducibilità forfetaria delle spese di trasporto personali non documentate
moneta spezzata
Solo per il primo periodo di applicazione, quello in corso al 31 dicembre 2015, opera una limitazione al 75%, con rinvio dell’eccedenza (il rimanente 25%) alle annualità successive
dichiarazione dei redditi
Gli intermediari che hanno già inviato almeno l’80% dei modelli possono usufruire della proroga dal 7 al 23 luglio, per la presentazione delle ultime dichiarazioni loro affidate
pagamento
È legittimo il sequestro dei beni del professionista che concorre con il contribuente nella commissione dell’illecito e non si attiva, nel tempo, a ripristinare la legalità
calcolo
Avvenuta la consegna dell’avviso, va soltanto notificata la relativa cartella di pagamento per la fase della riscossione coattiva entro il termine prescrizionale decennale
logo del modello di dichiarazione Unico SC 2015, anno d'imposta 2014
Previste due nuove colonne, una per l'incremento della società quotata, l'altra per sfruttare in diminuzione del tributo regionale la quota di agevolazione non utilizzata per il reddito del periodo
cuccioli
Rimpiazza la disciplina dei "nuovi minimi" che, però, potrà essere ancora sfruttata fino al compimento del primo quinquennio di attività o, se successivi, fino ai 35 anni di età
bilancia di sassi
Sono conseguenti al nuovo metodo di restituzione delle maggiori imposte versate e degli importi a credito risultanti dai prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi
Dogana con la Svizzera
La corretta collocazione nei modelli del regime che consente agli acquirenti stranieri di non pagare l’imposta sul valore aggiunto relativa a beni comprati in Italia
un sacco pieno di soldi
In caso di omessi versamenti, il dies a quo per regolarizzare decorre dal momento di commissione della violazione, anche in relazione ai tributi risultanti dalla dichiarazione