Valle d'Aosta
Aosta: si rafforza la collaborazione fra Entrate, Gdf e Procura
Firmato l'accordo: una sinergia fra istituzioni indispensabile per rendere efficaci tutti i controlli
Aosta: si rafforza la collaborazione fra Entrate, Gdf e Procura
Questa mattina, nella sede valdostana dell’Agenzia delle Entrate, il Direttore regionale dell’Agenzia, Maria Letizia Schillaci Ventura, il Procuratore Capo di Aosta, Paolo Fortuna, e il Comandante Regionale della Guardia di Finanza, Generale di Brigata Raffaele Ditroia, hanno firmato un accordo di collaborazione finalizzato a garantire una maggiore sinergia tra l’azione amministrativa di contrasto alle violazioni tributarie e il procedimento penale.
 
L'accordo - Le istituzioni firmatarie ritengono indispensabile la collaborazione per rendere efficaci tutti i controlli, con elevato rischio fiscale, capaci di presentare condotte penalmente rilevanti, in modo da ottimizzare il collegamento tra la procedura di verifica fiscale, il successivo accertamento dei tributi (compresa l’eventuale attivazione di procedure di adesione o conciliative) e le indagini penali concernenti, appunto, i reati tributari.
Nelle occasioni in cui l’intervento dell’Autorità Giudiziaria si riveli obbligatorio, è necessario garantire tra gli attori del protocollo immediata circolarità informativa per rendere valida e incisiva l’attività di contrasto ai comportamenti illeciti.
 
Il flusso delle comunicazioni - I redditi derivanti da attività penalmente illecite costituiranno il filone principale dei flussi di comunicazione tra i firmatari dell’accordo di collaborazione. L’Autorità Giudiziaria, infatti, una volta appresa la notizia di reato, darà immediata notizia all’Agenzia delle Entrate, per l’emissione dei provvedimenti impositivi, e alla Guardia di Finanza per le ulteriori indagini nelle quali sia necessario l’uso dei peculiari poteri di polizia economico-finanziaria di cui le Fiamme Gialle dispongono, con lo scopo di definire concretamente la sussistenza e l’effettività della ricchezza di provenienza illecita.
Allo stesso modo, l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza informeranno tempestivamente l’Autorità Giudiziaria di ogni attività ispettiva di carattere tributario che abbia fatto emergere ipotesi di reati previste dal Decreto Legislativo n. 74/2000.
 
pubblicato Giovedì 29 Marzo 2018

I più letti

Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Nel processo tributario spetta al contribuente provare il fatto costitutivo che consente di scalare i costi e l’esclusiva strumentalità del bene all’attività propria della società
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
L’Agenzia fornisce chiarimenti sul regime fiscale applicabile in caso di trasformazione ovvero di conferimento, nonché sul trattamento del reddito prodotto dalla neo-costituita
Aula di Montecitorio
Rispetto alla versione originaria, viene eliminata la disciplina della dichiarazione integrativa speciale, sostituita dalla sanatoria delle irregolarità e infrazioni formali
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
La nuova funzionalità realizzata dall’Agenzia permette agli intermediari di inserire con un’unica operazione i recapiti da abbinare alle singole partite Iva dei clienti deleganti
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
cuccioli
Rimpiazza la disciplina dei "nuovi minimi" che, però, potrà essere ancora sfruttata fino al compimento del primo quinquennio di attività o, se successivi, fino ai 35 anni di età
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino