Dati e statistiche
Quaderni dell’Osservatorio 2017:
da oggi il nuovo numero è on line
La pubblicazione annuale, grazie al contributo di diversi esperti del settore, offre interessanti spunti di riflessione e di analisi sui dati relativi al mercato immobiliare nazionale
Quaderni dell’Osservatorio 2017:|da oggi il nuovo numero è on line
È disponibile da oggi l’edizione 2017 dei Quaderni dell’Osservatorio, come di consueto suddiviso nelle due sezioni “Ricerche e Analisi” e “Commenti e riflessioni”.
Le tematiche trattate risentono delle nuove elaborazioni e analisi dei dati da parte della Direzione centrale Osservatorio del mercato immobiliare e servizi estimativi. In questa edizione è presente anche un’intervista al professor Biasin di Macerata.
 
Sono cinque i contributi offerti dagli esperti del settore.


 
I flussi annuali del capitale di debito tratto dal patrimonio immobiliare
Gli autori Gianni Guerrieri, Maurizio Festa e Erika Ghiraldo presentano in questo saggio i primi dati sulla totalità delle iscrizioni ipotecarie compiute annualmente in Italia e fanno riferimento alle novità introdotte dal Dlgs 72/2016, in base al quale “L’Osservatorio del mercato immobiliare istituito presso l’Agenzia delle entrate assicura il controllo statistico sul mercato immobiliare residenziale ed effettua le opportune comunicazioni ai fini dei controlli di vigilanza macro-prudenziale” (articolo 1).
Si presenta il nuovo database sui mutui ipotecari che incrocia quello delle compravendite, ottenendo dati sugli atti di mutuo per tipo di immobile ipotecato e sul tipo di mercato cui verosimilmente è destinato il finanziamento richiesto alle banche.
 
La trasparenza del mercato immobiliare nell’era dei big data
Maurizio Festa e Saverio Serafini propongono un approfondimento sulla trasparenza, partendo da un quadro teorico, in particolare applicandola al mercato immobiliare, commentando l’indice GRETI elaborato dalla società Jones Lang LaSalle (Jll).
Gli autori rappresentano il nuovo scenario che si delinea con l’avvento dei big data e degli open data e riportano alcuni esempi sia del settore privato sia di quello pubblico.
Alcuni casi studio descrivono bene le grandi opportunità che esistono per aumentare la trasparenza senza tuttavia dimenticare la problematica della tutela della riservatezza.
 
Procedimenti di verifica dei prezzi impliciti ottenuti tramite l’AHP
Gaetano Lisi, Chiara Lo Re e Francesco Pizzirani mettono a fuoco il tema dei prezzi impliciti e del metodo più idoneo per la valutazione degli immobili nell’ambito residenziale, il Sales comparison approach (Sca).
Gli autori identificano il processo analitico gerarchico (analytic hierarchic process) come quello più idoneo per la stima del mercato immobiliare italiano e descrivono i metodi di verifica dei risultati per renderli operativi.
 
Nell’ambito della sezione “Commenti e riflessioni”, seguono altri due approfondimenti.
 
Intervista al professor Biasin: i fondi immobiliari
Gianni Guerrieri rivolge alcune domande al professor Massimo Biasin (ordinario di Economia degli intermediari finanziari, presso l’Università degli studi di Macerata) sulla finanza immobiliare e in particolare sui fondi immobiliari.
Questa intervista apre un nuovo scenario di studio per l’Osservatorio del mercato immobiliare, basandosi sul contributo del professore sull’investimento immobiliare, sul mercato e le forme proprietarie.
 
Analisi del legame tra andamento demografico e mercato immobiliare: prime evidenze empiriche
Garbiele Ruiu (ricercatore presso il Dipartimento di scienze economiche e aziendali dell’Università degli studi di Sassari) verifica la possibilità che esista una relazione tra gli andamenti demografici e l’andamento dei prezzi delle abitazioni. È un primo tentativo di indagine che, utilizzando le quotazioni Omi dei soli capoluoghi di provincia italiani, intende evidenziare l’esistenza di un legame tra movimenti naturali e migratori della popolazione e valori di mercato delle abitazioni.
Il tema, senz’altro interessante e affrontato basandosi su uno studio eseguito negli Usa, apre a ulteriori approfondimenti nella realtà italiana, in base alle specifiche variabili demografiche, geografiche e reddituali.
Rosa Colucci
pubblicato Lunedì 18 Dicembre 2017

I più letti

Alle società e alle associazioni, iscritte nel Registro Coni, si applicano le regole previste per tutti gli altri contribuenti, con alcune specificità relative agli importi da pagare
immagine di una lente e di documenti
Di cosa si tratta, l’ambito oggettivo, gli esclusi dalla procedura, qual è il vantaggio, termini per il versamento, modalità di compilazione delle deleghe, pagamento rateale
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
immagine generica illustrativa
Il pagamento integrale del debito tributario non è una giustificazione idonea a eliminare l’illiceità o l’antigiuridicità della condotta e, quindi, a escludere la configurabilità del delitto
Per il perfezionamento della procedura, entro il 31 maggio 2019 bisogna presentare un’apposita domanda e versare, con F24, l’importo dovuto, pari al valore della controversia
Definite anche le regole con cui gli intermediari possono inviare all’Amministrazione finanziaria la comunicazione telematica relativa ai dati essenziali degli incarichi ricevuti
immagine di una lente e di documenti
Di cosa si tratta, l’ambito oggettivo, gli esclusi dalla procedura, qual è il vantaggio, termini per il versamento, modalità di compilazione delle deleghe, pagamento rateale
Entro il 30 aprile 2019 le richieste dovranno essere presentate direttamente agli sportelli della Riscossione o trasmesse alla casella pec della direzione regionale competente
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Per il perfezionamento della procedura, entro il 31 maggio 2019 bisogna presentare un’apposita domanda e versare, con F24, l’importo dovuto, pari al valore della controversia
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Via libera ai diversi meccanismi di “definizione agevolata”, compresa un’altra edizione della rottamazione delle cartelle, nonché allo stralcio dei debiti tributari fino a mille euro
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
cuccioli
Rimpiazza la disciplina dei "nuovi minimi" che, però, potrà essere ancora sfruttata fino al compimento del primo quinquennio di attività o, se successivi, fino ai 35 anni di età
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino