In Parlamento

Milleproroghe, ultimi giorni

immagini di un orologio e un calendario sovrapposteCamera
Assemblea a passo spedito per l'approvazione del disegno di legge di conversione del cosiddetto milleproroghe; il decreto è stato approvato con la fiducia dal Senato e scade il 28 febbraio.
Nella forma attuale il provvedimento, all'esame dell'Aula da domani pomeriggio, porta molte novità rispetto all'originale, anche per quanto riguarda la materia fiscale. Nel testo troviamo, tra l'altro: lo spesometro con doppia scadenza annuale, il posticipo per la sperimentazione della "lotteria dello scontrino" dal 1° marzo al 1° novembre, la proroga al 31 dicembre 2017 della detrazione Iva per l'acquisto, dalle imprese costruttrici, di case in classe energetica A e B.
Ricordiamo che l'Aula di Montecitorio svolgerà questa settimana, per gli appuntamenti fissi: le interpellanze e interrogazioni martedì mattina; mercoledì alle 15, come di consueto, il question time con la diretta Tv sulle reti Rai; le interpellanze urgenti venerdì mattina.

Per la V Bilancio segnaliamo le convocazioni a Commissioni riunite con la I Affari costituzionali, per l'esame in sede referente della conversione del decreto milleproroghe. Gli eventuali emendamenti sono da presentare entro le 14 di oggi.

Gli aspetti attinenti la materia tributaria del decreto con le proroghe e le definizioni di termini saranno esaminati, in sede consultiva per le Commissioni referenti, dalla VI Finanze nella mattina di oggi.
Martedì invece la Commissione proseguirà la discussione della risoluzione n. 7-1176 che, nell'ambito del rafforzamento del contrasto ai fenomeni di riciclaggio di capitali chiede, tra l'altro, l'impegno del Governo a coinvolgere le agenzie fiscali per lo scambio delle informazioni rilevanti raccolte.
L'appuntamento dedicato alle interrogazioni a risposta immediata su questioni di competenza del ministero dell'Economia e delle Finanze, il question time in Commissione, è fissato questa volta giovedì alle 13,30.

Per gli Organismi bicamerali segnaliamo le convocazioni della Commissioni di vigilanza sull'Anagrafe tributaria e di quella per l'attuazione del federalismo fiscale.
La prima nell'ambito dell'indagine conoscitiva sulla razionalizzazione delle banche dati pubbliche in materia economica e finanziaria, potenzialità e criticità del sistema nel contrasto all'evasione fiscale, svolgerà l'audizione del presidente del Cda di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro.
La seconda ascolterà rappresentanti della Corte dei Conti sulla finanza delle Province e delle Città metropolitane.

Senato
Il programma dell'Aula di palazzo Madama non prevede, per questa settimana, la discussione di documenti con aspetti che riguardano la materia tributaria.
Le interpellanze e interrogazioni saranno svolte giovedì pomeriggio.

Tra gli atti all'esame della 5ª Programmazione economica, bilancio troviamo il disegno di legge con le misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli Comuni.
Nel testo sono previste delle facilitazioni per il pagamento dei tributi locali e nazionali, anche con l'ausilio della rete telematica gestita dai concessionari dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli, previa convenzione con gli stessi concessionari, nel rispetto della disciplina riguardante i servizi di pagamento e delle disposizioni adottate in materia dalla Banca d'Italia.

In 6ª Finanze e tesoro sarà esaminato, per il parere alla 14ª Politiche dell'Unione europea, il Programma UE per il 2017.
La Commissione, inoltre, proseguirà l'esame degli atti preparatori alla legislazione comunitaria: COM (2016) 683, Base imponibile consolidata comune per l'imposta sulle società e COM (2016) 685, Base imponibile comune per l'imposta sulle società.
Lunedì 20 Febbraio 2017
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino