In Parlamento

Operatività dell'Agenzia delle entrate,
audizione di Ruffini a Montecitorio

foro di Ernesto Maria RuffiniCamera
Si appropinqua all'esame dell'Aula il disegno di legge con la delega al Governo per la revisione e il riordino della normativa relativa alle concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali, a uso turistico-ricreativo. Stamattina in Aula avrà luogo, tra le altre, anche la discussione generale del provvedimento; da domani inizierà la discussione con eventuale votazione.
L'Assemblea di Montecitorio martedì ha in programma anche l'esame della delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione: la legge di delegazione europea 2016-2017 e della Relazione consuntiva sulla partecipazione dell'Italia all'UE per l'anno 2016.
Mercoledì alle 9,30 in Aula ci saranno le comunicazioni del presidente del Consiglio dei ministri in vista del Consiglio europeo del 19 e 20 ottobre.
Per gli appuntamenti fissi dell'Aula, invece, segnaliamo:
  • martedì le interpellanze e interrogazioni
  • mercoledì alle 15 il question time, le interrogazioni a risposta immediata, con la diretta tv sulle reti Rai
  • venerdì alle 9,30 le interpellanze urgenti.
Tra i documenti in discussione in V Bilancio troviamo la delega per la revisione delle concessioni demaniali a uso turistico-ricreativo, all'esame in sede consultiva per l'Assemblea. Per il parere ad altre Commissioni, invece, la V Bilancio esaminerà:
  • le disposizioni per la promozione, il sostegno e la valorizzazione delle manifestazioni, rievocazioni e giochi storici, con le deduzioni dal reddito delle erogazioni liberali a favore degli enti che gestiscono gli spettacoli (parere alla VII Cultura)
  • la disciplina del settore termale con l'istituzione della Giornata nazionale delle terme d'Italia. Per le spese di riqualificazione delle aziende termali il testo prevede l'istituzione di un credito d'imposta pari al 50% dei costi sostenuti (parere alla X Attività produttive).
Come atti del Governo, infine, la Commissione esaminerà, giovedì, lo schema di decreto ministeriale con l'approvazione della stima delle capacità fiscali per singolo Comune delle regioni a statuto ordinario e della nota metodologica relativa alla procedura di calcolo, di cui all'articolo 1, comma 380-quater della legge n. 228/2012.

Domani la VI Finanze svolgerà - alle 13,30 - l'audizione del direttore dell'Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, sull'operatività dell'Agenzia.
La Commissione sempre domani esaminerà, riunita con la X Attività produttive in sede di Comitato dei nove, gli emendamenti al disegno di legge per la revisione e il riordino delle norme sulle concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali a uso turistico-ricreativo.
Anche mercoledì il programma di lavoro della Commissione ha inizio con un'audizione. Alle 13,30 saranno ascoltati, in via informale, i rappresentanti della Sogei (la società di information technology di proprietà del Mef e partner tecnologico unico dello stesso ministero, per il quale ha progettato e realizzato il Sistema informativo della fiscalità) sui problemi relativi alla trasmissione telematica dei dati delle fatture emesse e ricevute ai fini dell'Iva.
Al termine dell'audizione la Commissione procederà, per gli Atti di indirizzo, alla prosecuzione dell'esame di una serie di risoluzioni. Tra queste, per l'attinenza con la materia tributaria, segnaliamo:
  • la n. 7-1353, sul rafforzamento delle agevolazioni in favore di investimenti qualificati e dei Pir, i piani di risparmio a lungo termine
  • la n. 7-1355, che chiede l'impegno del Governo a riformare la disciplina sulla trasmissione telematica dei dati Iva e a investire risorse sul fisco digitale, con l'implementazione della fatturazione elettronica e dei pagamenti digitali
  • la n. 7-1358, sulle problematiche riferite all'applicazione del ravvedimento operoso per le violazioni relative alle comunicazioni trimestrali dei dati Iva.
Per quanto riguarda la proposta di legge relativa alle modifiche da portare al Dpr 602/73 in materia di riscossione mediante ruolo, e alla legge 228/2012 in tema di sospensione della riscossione delle somme iscritte a ruolo (C. 4042), mercoledì è l'ultimo giorno per la presentazione degli emendamenti.
Le variazioni delle norme, sinteticamente, riguardano:
  • i contenuti del ruolo (obbligo di dati informativi al contribuente)
  • l'accesso a nuovi piani di rateazione in caso di decadenza di precedente dilazione
  • la misura degli interessi di mora (non superiore al tasso di interesse legale)
  • l'annullamento dei costi di notifica se la stessa avviene per posta elettronica certificata
  • l'annullamento automatico delle somme iscritte a ruolo oltre il termine di decadenza o prescrizione (senza bisogno di ricorrere).
A palazzo San Macuto, sede degli Organismi parlamentari, segnaliamo la convocazione della Commissione di vigilanza sull'Anagrafe tributaria. Per l'indagine conoscitiva sull'anagrafe tributaria nella prospettiva di una razionalizzazione delle banche dati pubbliche in materia economica e finanziaria: potenzialità e criticità del sistema nel contrasto all'evasione fiscale, la Commissione svolgerà mercoledì mattina l'audizione di Massimo Miani, presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili.

Senato
A palazzo Madama, come per l'Aula di Montecitorio, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni darà le comunicazioni (stavolta nel pomeriggio di mercoledì) in vista del Consiglio europeo del 19 e 20 ottobre.
I senatori procederanno da domani all'esame, tra l'altro, del disegno di legge con le modifiche alla legge 394/1991 e ulteriori disposizioni in materia di aree protette. Nel provvedimento al secondo comma, punto e), dell'articolo 27 (delega al Governo per l'istituzione del parco del Delta del Po), è specificato che l'istituendo parco succede in tutti i rapporti agli Enti parco regionali (del Delta del Po del Veneto e dell'Emilia-Romagna) e che gli atti inerenti a tale successione non devono essere soggetti a imposte e tasse, a eccezione dell'imposta sul valore aggiunto. Il testo è stato già approvato dal Senato e, con modifiche, dalla Camera. Tra le modifiche è da segnalare che l'inclusione degli enti gestori delle aree protette tra i soggetti beneficiari del 5 per mille dell'Irpef, ha ora decorrenza dall'anno d'imposta 2018 e non 2017.
L'Aula svolgerà le interpellanze e interrogazioni giovedì mattina.

Prosegue l'esame di testo ed emendamenti, in 5ª Commissione Programmazione economica e bilancio, per le misure fiscali a sostegno delle famiglie (A.S. 1473). Nel testo troviamo: la riforma delle detrazioni per il familiare a carico, i limiti reddituali per definirlo e le nuove deduzioni sul reddito delle persone, calcolate sulle spese sostenute per la salute di neonati e puerpere, con modalità da definire con un decreto del Mef sentita l'Agenzia delle Entrate.
Esame di testo ed emendamenti, in Commissione, anche per:
  • le disposizioni sull'enoturismo (riconoscimento delle stesse regole fiscali dell'agriturismo)
  • le agevolazioni fiscali per gli studenti con Dsa (disturbi specifici dell'apprendimento, acquisto con Iva agevolata e detrazione relativa alla spesa).
Chiudiamo la nostra rassegna con i lavori della 6ª Finanze e Tesoro, che esaminerà da domani testo ed emendamenti della riforma delle agenzie fiscali.
La Commissione darà seguito anche, nel corso della settimana, all'esame in sede referente delle disposizioni fiscali a favore degli studenti con disturbo dell'apprendimento certificato.
Lunedì 16 Ottobre 2017
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino