In Parlamento

A Montecitorio le compensazioni
tra imposte e crediti certificati

immagine di ingranaggi a forma di moneteCamera
In Aula Montecitorio, già da oggi, si discuterà il documento con la relazione della XIV Commissione Politiche dell'Unione europea, sulla partecipazione dell'Italia all'UE riferita all'anno 2017 e sul programma di lavoro della Commissione per il 2017.
Tra gli altri documenti che saranno esaminati nel corso della settimana troviamo le disposizioni in materia di aree protette: al punto "e" del secondo comma dell'articolo 27 (delega al Governo per l'istituzione del parco del Delta del Po), viene specificato che l'istituendo parco succede in tutti i rapporti agli Enti parco regionali e che gli atti inerenti a tale successione non devono essere soggetti a imposte e tasse, a eccezione dell'imposta sul valore aggiunto.
Mercoledì avranno luogo in Aula le comunicazioni del Presidente del Consiglio dei ministri in vista del Consiglio europeo del 22 e 23 giugno.
Per gli appuntamenti fissi ricordiamo lo svolgimento di: interpellanze e interrogazioni, martedì alle 11; interrogazioni a risposta immediata (question time), mercoledì alle 15 con la consueta diretta tv sulle reti della Rai.

Troviamo all'esame in V Commissione Bilancio, in sede consultiva, il testo con le disposizioni in materia di aree protette e la legge annuale per il mercato e la concorrenza.
La Commissione esaminerà anche, per il parere alla VI Finanze, la proposta di legge per l'introduzione dell'articolo 28-sexies nel dpr n. 602/73 in materia di compensazione, su richiesta, dei crediti certificati, non prescritti ed esigibili, maturati nei confronti delle pubbliche amministrazioni. Con l'approvazione del testo sarà possibile sanare i debiti relativi a, tra l'altro, imposte dirette, Iva, Irap e contributi previdenziali. La modifica stabilizzerebbe il meccanismo finora adottato in via transitoria.
Per il parere alla VII Cultura la Commissione Bilancio esaminerà il testo con la disciplina e promozione delle imprese culturali e ricreative. All'articolo 2 il testo stabilisce le misure incentivanti destinate alle start-up (costituite almeno in misura pari all'80 per cento da persone di età inferiore ai 35 anni): l'esenzione dall'imposta di registro, da diritti erariali e tasse di concessione governativa, un credito d'imposta pari al 65 per cento dei costi sostenuti (per l'acquisto di software e tecnologie innovative, per la comunicazione web e la relativa consulenza, per l'iscrizione a piattaforme di crowdfunding); la percentuale è aumentata al 75 per cento se la start-up ha sede in una delle regioni obiettivo convergenza dell'Unione europea.
Per gli atti del Governo, infine, la Commissione esaminerà gli schemi di decreto legislativo in materia di cinque per mille e impresa sociale.

Attività in sede consultiva anche per la VI Finanze. All'esame della Commissione il disegno di legge per la Ratifica ed esecuzione delle modifiche alla Convenzione tra Italia e Repubblica delle Filippine per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e per prevenire l'evasione fiscale.
Per la deliberazione di rilievi sugli atti del Governo la Commissione procederà all'esame dello schema di decreto legislativo con il Codice del Terzo settore.
La Commissione, infine, proseguirà la discussione della risoluzione n. 7-01260, che chiede chiarimenti sul rimborso dell'Iva assolta sui lavori di ristrutturazione di immobili detenuti in locazione e destinati all'attività d'impresa.

Per gli Organismi parlamentari segnaliamo le convocazioni della Commissione per l'attuazione del federalismo fiscale e di quella per le semplificazioni.
La prima svolgerà l'audizione di Alessandro Petretto, docente universitario, sull'attualità e le prospettive del coordinamento della finanza pubblica.
La seconda, invece, ascolterà l'intervento di rappresentanti di organizzazioni sindacali sulle semplificazioni possibili nel settore fiscale.

Senato
L'Assemblea di palazzo Madama non affronta, questa settimana, discussioni relative a documenti che trattano la materia tributaria.
Giovedì alle 16 l'Aula svolgerà le interpellanze e interrogazioni.

Nel programma delle convocazioni di questa settimana per la 5ª Programmazione economica e bilancio troviamo all'ordine del giorno, per l'esame in sede consultiva, una serie di documenti che già conosciamo:
  • le disposizioni fiscali a favore di studenti con disturbi specifici dell'apprendimento (Dsa) certificati: acquisto degli strumenti tecnici e informatici con l'Iva al 4%; diritto alla detrazione in percentuale della spesa effettuata
  • il sostegno e la valorizzazione dei piccoli Comuni, con facilitazioni per il pagamento dei tributi locali e nazionali
  • l'attività di enoturismo: al comma 3 dell'articolo 2 è specificato che per queste attività vanno applicate le stesse regole fiscali, riportate all'articolo 5 della legge n. 413/1991, riconducibili all'agriturismo
  • le misure per il sostegno alle famiglie, con la riforma delle detrazioni per il familiare a carico, i limiti reddituali per definirlo e le nuove deduzioni sul reddito delle persone (calcolate sulle spese sostenute per la salute di neonati e puerpere, con modalità da definire con un decreto del Mef, sentita l'Agenzia delle Entrate)
  • la nuova disciplina delle attività nel settore funerario, che rimodula le agevolazioni fiscali e il regime Iva relativamente alle spese in caso di decesso e introduce la previdenza funeraria, con la deduzione relativa premi assicurativi corrisposti fino a 5.000 euro.
In sede consultiva sugli atti del Governo, inoltre, la 5ª Bilancio esaminerà gli schemi di decreto legislativo con:
  • il codice del terzo settore (atto n. 417)
  • la disciplina dell'istituto del cinque per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche (atto n. 419).
Per l'esame in sede referente la 6ª Finanze e tesoro discuterà, a partire da domani, le agevolazioni per gli studenti con Dsa certificato e i due testi (atti Senato nn. 988 e 1593) relativi al Codice del processo tributario.
Lunedì 19 Giugno 2017
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino