In Parlamento

Tra Rendiconto e Bilancio, la conversione del Dl “Dignità”

closing-the-gap_0.jpgCamera
La settima in Aula a Montecitorio si apre e continua con l’esame per la conversione in legge del Dl 55/2018, contenente ulteriori misure, anche fiscali, in favore delle popolazioni del centro Italia colpite dai terremoti che si sono susseguiti a partire dal 24 agosto 2016 (C. 804). Parallelamente, dal 17 luglio, lo stesso decreto finirà sul tavolo della 5a commissione Bilancio e Tesoro, che lo vaglierà in sede consultiva.
 
Nei prossimi giorni, nella medesima commissione, i lavori proseguiranno, in sede referente, con l’analisi del Rendiconto generale dello Stato per l’esercizio finanziario 2017 (C. 850) e delle disposizioni per l’assestamento del bilancio dello Stato e dei bilanci delle Amministrazioni autonome per l’anno finanziario 2018 (C. 851), entrambi presentati dal Governo lo scorso 2 luglio. Gli emendamenti a tali atti, si legge nella pagina dedicata ai lavori della commissione, potranno essere presentati fino a venerdì 20 luglio.
Mercoledì 18, poi, riferirà il suo parere, alle commissioni che lo hanno in carico, sul decreto “Dignità” (vedi articolo), in attesa di conversione in legge. Nella stessa giornata, la 5a commissione si occuperà delle le integrazioni e correzioni al Codice del Terzo settore (A.G. n. 33), per le deliberazioni di rilievi sugli atti del Governo.
 
Il Dl “Dignità”, in sede referente, è affidato in particolare alle commissioni 6a Finanze e 11a Lavoro (C. 924).
 
In settimana la commissione Finanze si occuperà, inoltre, dello studio del Rendiconto dello Stato 2017 e del Bilancio 2018: in sostanza dovrà fornire il proprio parere alla commissione Bilancio.

Senato
All’esame dell’Aula di Palazzo Madama, da martedì 17 luglio, la conversione in legge del Dl 79/2018, contenente la proroga del termine di entrata in vigore degli obblighi di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante, rinviando lo start al 1° gennaio 2019 (Ddl n. 542, voto finale entro il 1° agosto, scade il 27 agosto).
 
Anche la settimana parlamentare della 5a commissione Bilancio si apre, domani, con la discussione, in sede consultiva, per il parere alla 6a commissione Finanze e all’Assemblea, della conversione in legge del Dl 79/2018.
Ancora in sede consultiva, ma questa volta per atti del Governo, sulla scrivania della Commissione:
  • lo schema di decreto legislativo contenente disposizioni integrative e correttiva del Dlgs 90/2016 in materia di completamento della riforma della struttura del bilancio dello Stato (atto Governo n. 32)
  • lo schema di decreto legislativo con le disposizioni integrative e correttive al codice del Terzo settore (atto Governo n. 33). 
Nell’agenda settimanale degli stessi senatori, troviamo, poi, la proposta di indagine conoscitiva sullo stato e sulle prospettive del processo di revisione della spesa pubblica.
 
Ospite, domani, dell’altra Commissione del Senato, che si occupa anche di materia fiscale, la 6a Finanze e Tesoro, il ministro dell’Economia e delle Finanze: tema dell’incontro, le linee programmatiche del dicastero da lui guidato.
La giornata prosegue con l’analisi, in sede referente, di un provvedimento non nuovo per questa sintesi dei lavori parlamentari, ovvero del Dl 79/2018 che sposta al 1° gennaio 2019 l’entrata in vigore degli obblighi di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante.
La 6a sarà poi impegnata in sede consultiva su alcuni atti del Governo, tra i quali lo schema di atto aggiuntivo alla convenzione tra Mef e Agenzia delle entrate per il periodo 1° gennaio - 31 dicembre 2018 (atto Governo n. 21).
Lunedì 16 Luglio 2018
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino