Normativa e prassi
Causale contributo e codici tributo
arrivano con due diverse risoluzioni
La prima va utilizzata per finanziare la sanità integrativa dei metalmeccanici e gli altri sono necessari per versare l’Iva sugli acquisti effettuati da chi presenta il modello Intra 12
Causale contributo e codici tributo|arrivano con due diverse risoluzioni
Con due diversi risoluzioni, entrambe del 14 luglio 2017, l’Agenzia delle Entrate istituisce – con la n. 90/E – la causale contributo MET1 per la riscossione, tramite modello F24, dei contributi da destinare al finanziamento del Fondo nazionale di categoria di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori del settore metalmeccanico e dell’installazione d’impianti “Metasalute” e – con la n. 91/E – i codici tributo 6043 e 622E i nuovi codici tributo per il versamento, tramite i modelli “F24” ed “F24 Enti pubblici”, dell’Iva sugli acquisti effettuati da parte dei soggetti che presentano il modello Intra 12, ai sensi dell’articolo 49 del Dl 331/1993.

 
Risoluzione 90/E del 14 luglio 2017
Su richiesta dell’Inps – con il quale l’Agenzia delle Entrate ha stipulato una convenzione per la riscossione mediante F24 dei contributi di sua spettanza – è stata varata l’apposita causale contributo MET1 per consentire agli interessati di versare i contributi per il finanziamento del Fondo nazionale di categoria di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori del settore metalmeccanico e dell’installazione d’impianti denominato “Metasalute”.
 
Nell’F24, va indicata nella sezione “Inps”, nel campo “causale contributo”, in corrispondenza degli “importi a debito versati”. All’interno della stessa sezione, negli appositi campi, vanno riportati, inoltre, il codice della sede Inps competente e la matricola Inps dell’azienda.
Nella colonna “da mm/aaaa”, il mese e l’anno di riscossione del contributo, mentre la colonna “a mm/aaaa” non deve essere valorizzata
 
Risoluzione 91/E del 14 luglio 2017
Per i soggetti tenuti agli adempimenti previsti dall’articolo 49 del Dl 331/1993, che presentano mensilmente la dichiarazione modello Intra 12 e, pertanto, devono versare l’Iva (tramite F24 o F24Ep), in relazione agli acquisti dichiarati, sono stati istituiti due nuovi codici:
  • 6043 da indicare nella sezione “Erario” del modello F24
  • 622E da indicare nel campo “sezione”, della lettera “F” (Erario) del modello F24 Enti pubblici.
I nuovi entrati sostituiscono i precedenti codici tributo 6099 e 619E che restano comunque attivi per effettuare le altre tipologie di versamento per i quali sono attualmente utilizzati.
r.fo.
pubblicato Venerdì 14 Luglio 2017

I più letti

Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Dal 25 giugno sarà attivo “Prenota ticket”, lo strumento attraverso il quale i cittadini potranno fissare un appuntamento allo sportello direttamente dal proprio pc, smartphone o tablet
Il Mise ha definito le disposizioni applicative del credito d’imposta introdotto dalla legge di bilancio 2018. Beneficiarie dell’agevolazione sono tutte le imprese residenti in Italia
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Il contribuente, per “pareggiare” l’anticipo dovuto dovrà, entro il termine previsto per il saldo, versare la differenza compilando i righi RS148 ed RN38 di Redditi Pf 2018
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Il primo agevola la predisposizione e l’invio del documento elettronico, il secondo consente l’acquisizione automatica dei dati Iva dei clienti tramite un codice a barre
L’incarico può essere attribuito esclusivamente ai soggetti deputati alla trasmissione delle dichiarazioni (tra gli altri, commercialisti, ragionieri, consulenti del lavoro, Caf)
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Deve essere rilasciata dalle organizzazioni firmatarie dell’accordo concluso su base locale ed è necessaria per il riconoscimento delle agevolazioni fiscali previste dalla legge
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino