Normativa e prassi
Un codice tributo per finanziare
le casse dei Vigili del fuoco
Consente di riassegnare al medesimo ente le maggiori risorse, derivanti dall’espletamento delle funzioni di controllo, per migliorare i livelli di sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro
vigili del fuoco
Istituito, con risoluzione n. 12/E del 17 marzo 2016, il codice tributo “8AET” per versare nelle casse del corpo nazionale dei Vigili del fuoco, tramite il modello F23, le maggiorazioni delle sanzioni emesse a seguito dell’attività di controllo in materia di prevenzione incendi. Il codice, in particolare, fa seguito all’articolo 46, comma 7, del Dlgs 81/2008, che prevede la riassegnazione delle somme allo stesso ente, al fine di migliorare i livelli di sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro.
 
La risoluzione di oggi istituisce anche il codice ente “ZAE”, da utilizzare nell’F23 per identificare gli “Uffici centrali” del corpo nazionale dei Vigili del fuoco, in aggiunta al vigente codice ente “Zxx”, identificativo del comando provinciale.
 
Nel campo 6 del modello F23 va indicato: il codice Zxx, dove xx è sostituito dalla sigla automobilistica della provincia di appartenenza dell’ente, oppure il codice ZAE, che individua gli uffici centrali dei Vigili del fuoco.
Nel campo 10 vanno inseriti gli estremi dell’atto con cui si richiede il pagamento, mentre nel campo 11 (codice tributo) è indicato il codice 8AET.
 
r.fo.
pubblicato Giovedì 17 Marzo 2016

I più letti

31 marzo
Per le prime, introdotta anche l’opportunità di modificare i flussi informativi entro quindici giorni dalla scadenza prevista per l’invio telematico dei dati relativi a ogni trimestre
Succede nei rapporti giuridici del de cuius, sia attivi che passivi, assumendone la stessa posizione di debitore, pur usufruendo del vantaggio della responsabilità limitata
Per consentire il passaggio dal vecchio al nuovo formato, il Sistema di interscambio non sarà fruibile dal 1° all’8 gennaio 2017. In questo frangente vigerà la precedente modalità
timbro export
Le modifiche non comportano alcun cambiamento alla possibilità di usufruire di un regime fiscale agevolato, ma consentono un più puntuale monitoraggio delle operazioni
mappa
Concluso l’iter di conversione del provvedimento collegato alla legge di bilancio per il 2017: numerose e significative le modifiche apportate nel corso del dibattito parlamentare
mappa
Concluso l’iter di conversione del provvedimento collegato alla legge di bilancio per il 2017: numerose e significative le modifiche apportate nel corso del dibattito parlamentare
Gli introiti derivanti dalla partecipazione a lotterie, concorsi e giochi, conseguiti da persone fisiche, costituiscono reddito per l’intero ammontare percepito nel periodo d’imposta
Succede nei rapporti giuridici del de cuius, sia attivi che passivi, assumendone la stessa posizione di debitore, pur usufruendo del vantaggio della responsabilità limitata
31 marzo
Per le prime, introdotta anche l’opportunità di modificare i flussi informativi entro quindici giorni dalla scadenza prevista per l’invio telematico dei dati relativi a ogni trimestre
Con il provvedimento collegato alla manovra di bilancio, introdotte disposizioni urgenti che apportano importanti modifiche in materia di riscossione e di contrasto all’evasione
mappa
Concluso l’iter di conversione del provvedimento collegato alla legge di bilancio per il 2017: numerose e significative le modifiche apportate nel corso del dibattito parlamentare
Con il provvedimento collegato alla manovra di bilancio, introdotte disposizioni urgenti che apportano importanti modifiche in materia di riscossione e di contrasto all’evasione
Approda in Parlamento la manovra per il prossimo anno. Il testo si presenta articolato e ricco di novità. Di seguito, una sintesi dei più importanti interventi tributari
Due le procedure generalmente previste: tramite contrassegno telematico oppure, virtualmente, con F24, in seguito all’autorizzazione dell’ufficio delle Entrate competente
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino