Normativa e prassi
Detassazione premi di produttività:
per il 2011 accordi anche non scritti
Il datore di lavoro attesterà nel Cud che le somme sono correlate al miglioramento della competitività
Detassazione premi di produttività: |per il 2011 accordi anche non scritti
Basta la parola. Per la tassazione sostitutiva al 10% delle somme corrisposte ai lavoratori dipendenti del settore privato per incrementi di produttività, confermata per il 2011 con limite reddituale di accesso al beneficio innalzato a 40mila euro, non serve un documento cartaceo: sarà il datore a certificare che gli importi sono erogati in attuazione di un accordo o di un contratto collettivo territoriale o aziendale e a fornirne prova, se richiesta.

A precisarlo, la circolare congiunta Agenzia delle Entrate - Ministero del lavoro e delle politiche sociali, n. 3/E del 14 febbraio, che fornisce chiarimenti sulla tassazione sostituiva delle retribuzioni accessorie legate a incrementi di produttività.
 
L’agevolazione, introdotta per la prima volta nel 2008 e prorogata per gli anni 2009 e 2010, è stata confermata, con alcune modifiche, anche per il 2011 (decreto legge 78/2010, articolo 53). Più ampia la platea dei potenziali beneficiari, in quanto la tassazione di favore è fruibile (a meno che gli interessati non vi rinuncino espressamente) dai lavoratori che nell’anno precedente hanno prodotto redditi di lavoro dipendente non superiori a 40mila euro (prima il limite era fissato a 35mila euro). E’ confermato invece a 6mila euro il limite complessivo di retribuzione detassabile.
 
Il beneficio si applica alle somme erogate in attuazione di accordi o contratti collettivi territoriali o aziendali e correlate a incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione ed efficienza organizzativa.
La circolare precisa che non è necessario che tali accordi siano “cristallizzati” in un documento cartaceo. Vale il principio generale di libertà di azione sindacale sancito dall’articolo 39 della Costituzione.
Sarà poi il datore di lavoro ad attestare, nel modello Cud rilasciato ai dipendenti, che le somme si riferiscono a incrementi di produttività e che sono state erogate in base a uno specifico accordo o contratto collettivo territoriale o aziendale. Se verrà richiesto, il datore di lavoro dovrà fornire prova dell’esistenza di tale accordo.
 
Poiché negli anni passati la tassazione sostitutiva si applicava anche ai contratti collettivi nazionali di settore che spesso sono intervenuti proprio per rendere operativa l’agevolazione, la circolare puntualizza che, per consentirne il mantenimento, potranno essere stipulati appositi accordi o contratti territoriali o aziendali che riprendono gli stessi contenuti della contrattazione nazionale.
 
Le forme di lavoro per le quali è possibile fruire della detassazione sono lo straordinario (sia a forfait sia “in senso stretto”), il tempo parziale, il lavoro notturno e quello festivo, le indennità di turno e le maggiorazioni per lavoro normalmente prestato in base a un orario articolato su turni, sempre che siano correlate a incrementi di produttività, competitività e redditività.
 
Per quanto riguarda i lavoratori in somministrazione, le modalità di applicazione dell’agevolazione dovranno essere determinate dai contratti collettivi aziendali o territoriali applicati dall’utilizzatore. La detassazione per i lavoratori in somministrazione, dipendenti da agenzie del lavoro, opera anche se le somme si riferiscono a prestazioni rese nel settore della pubblica amministrazione.
La circolare, infine, precisa che anche i ristorni ai soci delle cooperative, se collegati a incrementi di produttività, rientrano nella nozione di accordo collettivo.
r.fo.
pubblicato Martedì 15 Febbraio 2011

I più letti

vignetta
Tra le precisazioni, la possibilità di accedere alla procedura anche per i contribuenti inseriti nella lista Falciani, a patto che non siano già iniziati controlli o procedimenti penali
immagine di piccolo condominio
Quando i bonifici sono stati effettuati direttamente dai singoli proprietari, la detrazione non si perde a condizione che venga richiesta l’attribuzione del cf “cumulativo”
immagine di due scatoloni con le scritte "his" e "hers"
Nei rapporti B2B, l’imposta sui servizi elettronici resi da un “nuovo minimo” deve essere assolta dal committente nel proprio Paese, poiché l’operazione è fuori campo Iva in Italia
scatola da cui escono progetti
La disciplina prevede una tassazione agevolata per i redditi derivanti da opere di ingegno: brevetti, marchi, software protetti da copyright, disegni e modelli giuridicamente tutelati
orologio senza limiti
Pagando il tributo in misura ridotta, infatti, trattiene indebitamente denaro pubblico a proprio favore, guadagnando gli interessi bancari maturati sulle somme non versate
immagine di piccolo condominio
Quando i bonifici sono stati effettuati direttamente dai singoli proprietari, la detrazione non si perde a condizione che venga richiesta l’attribuzione del cf “cumulativo”
vignetta
Tra le precisazioni, la possibilità di accedere alla procedura anche per i contribuenti inseriti nella lista Falciani, a patto che non siano già iniziati controlli o procedimenti penali
orologio senza limiti
Pagando il tributo in misura ridotta, infatti, trattiene indebitamente denaro pubblico a proprio favore, guadagnando gli interessi bancari maturati sulle somme non versate
ombrellone chiuso
Da martedì 1 settembre si riavviano le procedure della giustizia tributaria, che da quest’anno si sono fermate per un periodo più breve, trentuno giorni: dal 1° al 31 agosto
immagine di ricevuta di pagamento
Qualora l'amministrazione finanziaria, in prima battuta, provi che in realtà l'operazione non è stata effettuata, si trasferisce al contribuente l'onere di dimostrare il contrario
bilancia di sassi
Sono conseguenti al nuovo metodo di restituzione delle maggiori imposte versate e degli importi a credito risultanti dai prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi
testo alternativo per immagine
Confermati il recupero, fino a un massimo di 300 euro per veicolo, dei contributi versati al Ssn e la deducibilità forfetaria delle spese di trasporto personali non documentate
compilazione modelli
I criteri da applicare per individuare correttamente il modello che deve essere utilizzato quando si svolgono più "mestieri" contraddistinti da diversi codici Ateco
cuccioli
Rimpiazza la disciplina dei "nuovi minimi" che, però, potrà essere ancora sfruttata fino al compimento del primo quinquennio di attività o, se successivi, fino ai 35 anni di età
giudice
Il raddoppio opererà esclusivamente in presenza di effettivo invio della denuncia per uno dei reati penal-tributari effettuato entro i termini ordinari di decadenza previsti