Normativa e prassi
Differimento dell'acconto Irpef,
il codice per il credito d'imposta
Va utilizzato dai contribuenti che, versando nella misura ordinaria del 99%, non hanno fruito della riduzione
Differimento dell'acconto Irpef,| il codice per il credito d'imposta
Coniato, con la risoluzione n. 284/E del 15 dicembre, il codice tributo per l'utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d'imposta, pari a quanto versato in più, spettante ai contribuenti che alla data di entrata in vigore del decreto "taglia-acconti" (Dl 168/2009) avevano già provveduto a versare per intero l'acconto Irpef di novembre.

L'articolo 1 del decreto legge 168/2009, che ha ridotto di venti punti percentuali l'importo dell'acconto Irpef da versare entro il 30 novembre (portandolo quindi al 79%), ha infatti previsto, per i contribuenti che hanno pagato l'acconto applicando la vecchia misura, la possibilità di utilizzare in compensazione l'eccedenza di versamento.

La risoluzione di oggi istituisce il codice tributo "4035" denominato "IRPEF - utilizzo in compensazione del credito d'imposta di cui all'art. 1, c. 2, d.l. 168/2009", con la possibilità quindi di sfruttare i maggiori importi a credito già in occasione dei prossimi versamenti (ricordiamo che domani, tra l'altro, c'è l'appuntamento con il saldo Ici).

Al momento della compilazione del modello F24, il nuovo codice deve essere indicato nella sezione "Erario", in corrispondenza delle somme indicate nella colonna "Importi a credito compensati", con l'indicazione, come "anno di riferimento", dell'anno d'imposta cui si riferisce il credito.
Patrizia De Juliis
pubblicato Martedì 15 Dicembre 2009

I più letti

testo alternativo per immagine
La cancellazione dal Registro delle imprese blocca solo l’azione esecutiva nei confronti del soggetto non più attivo: è legittimo chiedere “il conto” all’incorporante
testo alternativo per immagine
Va recuperata a tassazione la plusvalenza realizzata a seguito della vendita di un’area edificabile, acquisita a titolo gratuito solo tre mesi prima dell’alienazione
pagamento
L’erogazione di un compenso salato per usufruire del lavoro altrui evidenzia l’esistenza di un’autonoma organizzazione, che è il pilastro su cui posa il tributo regionale
testo alternativo per immagine
Vicario del direttore il primo, numero uno di Audit e sicurezza il secondo, entrambi lasciano l’Amministrazione finanziaria fra i saluti e i ringraziamenti di tutto il personale
fermagli
Le dichiarazioni dei redditi devono essere redatte, a pena di nullità, su stampati conformi ai modelli approvati con decreto ministeriale, proprio per agevolare quel tipo di attività
testo alternativo per immagine
Il mancato rinnovo di adesione al servizio da parte degli intermediari comporterà la decadenza, a partire dal prossimo 1 novembre, delle deleghe già conferite dai clienti
testo alternativo per immagine
Il patrimonio informativo dell’Agenzia, finora utilizzato soprattutto per finalità di controllo, sarà impiegato, per la prima volta, per fornire un reale servizio ai cittadini
testo alternativo per immagine
La scadenza riguarda anche i finanziamenti e le capitalizzazioni effettuate a favore dell’impresa, ma soltanto se di importo complessivo non inferiore a 3.600 euro
testo alternativo per immagine
Vicario del direttore il primo, numero uno di Audit e sicurezza il secondo, entrambi lasciano l’Amministrazione finanziaria fra i saluti e i ringraziamenti di tutto il personale
testo alternativo per immagine
Ciò che conta sono gli effetti giuridici, i quali sono considerati rilevanti in sé, in quanto costitutivi, traslativi, dichiarativi, prescindendo dai contratti che li producono
testo alternativo per immagine
Le modalità di presentazione via web della delega di pagamento unificato. La versione cartacea sopravvivrà per i versamenti di importi esigui e in qualche ipotesi residua
testo alternativo per immagine
La scadenza riguarda anche i finanziamenti e le capitalizzazioni effettuate a favore dell’impresa, ma soltanto se di importo complessivo non inferiore a 3.600 euro
testo alternativo per immagine
Il mancato rinnovo di adesione al servizio da parte degli intermediari comporterà la decadenza, a partire dal prossimo 1 novembre, delle deleghe già conferite dai clienti
pagina sito Mise
Quando l’Amministrazione finanziaria può procurarsi direttamente i “recapiti”, l’adempimento informativo diventa superfluo. Questo, nell’ottica della semplificazione
testo alternativo per immagine
Il patrimonio informativo dell’Agenzia, finora utilizzato soprattutto per finalità di controllo, sarà impiegato, per la prima volta, per fornire un reale servizio ai cittadini