Normativa e prassi
F24 per tributi speciali catastali.
Mettersi in regola è semplice
La novità arriva con un provvedimento congiunto dei direttori delle Entrate e del Territorio. A presto saranno istituiti i codici tributo per i relativi versamenti
vignetta
I contribuenti tenuti a versare i tributi speciali catastali e i relativi interessi, sanzioni e oneri accessori da oggi possono regolare i conti con l’Agenzia del Territorio in modo facile e veloce, utilizzando il modello di versamento unificato F24 anche per pagare questi tributi.
 
Entrate e Territorio insieme per la semplificazione
Con un provvedimento congiunto, firmato oggi dai direttori dell’Agenzia delle Entrate e del Territorio, vengono estese le modalità di versamento unitario, come previsto dal decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze dell’8 novembre 2011, anche ai tributi speciali catastali e ai relativi interessi, sanzioni amministrative e oneri accessori, oltre che alle somme dovute in relazione all’inosservanza della normativa catastale.
Si tratta di tributi la cui riscossione è affidata all’Agenzia del Territorio.
Infatti, i contribuenti cui è stata attribuita d’ufficio una rendita presunta dell’immobile, in base all’articolo 19, comma 10, del decreto legge 78/2010, devono versare i tributi speciali catastali e i relativi interessi, sanzioni e oneri accessori per mettersi in regola.
 
In arrivo istruzioni e codici tributo
I codici tributo relativi al pagamento di questi tributi saranno istituiti successivamente con una risoluzione emanata dall’Agenzia delle Entrate, che fornirà inoltre le istruzioni per la compilazione dei modelli di pagamento.
 
F24: un “modello” di efficienza
In un’ottica di razionalizzazione dei sistemi di pagamento, il versamento unificato garantisce una maggiore efficienza nella gestione del sistema tributario e rappresenta un ulteriore progresso verso la semplificazione degli adempimenti fiscali dei contribuenti, che già utilizzano il modello F24 per il pagamento di numerose imposte.
Valeria Ibello
Valentina Mengoli
pubblicato Venerdì 24 Febbraio 2012

I più letti

Finita l’attesa, al via la nuova modalità. La documentazione presentata sarà visionabile nel “Cassetto fiscale” di dichiarante, coeredi e chiamati. Canale obbligatorio dal 2018
immagine di una casa che poggia su colonne di monete
È necessario, però, che vengano rispettati tutti gli adempimenti previsti in materia di applicazione della ritenuta e di trasmissione telematica dei dati relativi ai bonifici
immagine di saracinesca con cartello: chiuso per cessata attività
La chiusura della partita Iva d'ufficio, conseguente al mancato esercizio per le tre annualità precedenti, non comporta più alcuna "disapprovazione" e l'F24 finisce in soffitta
servizio di accesso stradale
Protagonisti del contenzioso comunitario sono l’Autorità stradale nazionale dell’Irlanda e il Fisco nazionale sull’assoggettamento a imposta del servizio di accesso stradale a pedaggio
I valori sono rilevanti fiscalmente per la determinazione del reddito imponibile, pertanto, in presenza dei requisiti, non vengono considerate le somme effettivamente corrisposte
Una volta inviato il file, si attiva un sistema complesso di ricevute telematiche per tenere aggiornato il contribuente sullo stato di lavorazione della propria posizione
immagine di una casa che poggia su colonne di monete
È necessario, però, che vengano rispettati tutti gli adempimenti previsti in materia di applicazione della ritenuta e di trasmissione telematica dei dati relativi ai bonifici
immagine di saracinesca con cartello: chiuso per cessata attività
La chiusura della partita Iva d'ufficio, conseguente al mancato esercizio per le tre annualità precedenti, non comporta più alcuna "disapprovazione" e l'F24 finisce in soffitta
Il software consentirà di compilare il modello, calcolare e pagare le imposte dovute in autoliquidazione, realizzare e stampare il file da inviare tramite i canali dell’Agenzia
Se occorre integrare, sostituire o modificare una denuncia prodotta con il modello 4 cartaceo, va utilizzata tale modulistica, seguendo le relative modalità di presentazione
mappa
Concluso l’iter di conversione del provvedimento collegato alla legge di bilancio per il 2017: numerose e significative le modifiche apportate nel corso del dibattito parlamentare
Il software consentirà di compilare il modello, calcolare e pagare le imposte dovute in autoliquidazione, realizzare e stampare il file da inviare tramite i canali dell’Agenzia
Alcuni andranno indicati nel modello F24 “ordinario”, altri nella delega di pagamento unitario riservata agli enti pubblici. Efficacia operativa delle fusioni: 1° gennaio 2017
Se occorre integrare, sostituire o modificare una denuncia prodotta con il modello 4 cartaceo, va utilizzata tale modulistica, seguendo le relative modalità di presentazione
Il nuovo modello, da compilare e trasmettere online all’Agenzia, consentirà di provvedere agli adempimenti con una sola operazione, direttamente dal web. Si parte il 23 gennaio
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino