Normativa e prassi
Imposte sui giochi pubblici:
i codici per le somme “da reclamo”
Consentono di versare nelle casse dell’erario, tramite il modello F24 Accise, gli importi dovuti in caso di ricorso agli istituti deflativi del contenzioso tributario
Imposte sui giochi pubblici:|i codici per le somme “da reclamo”
Sono in tutto dieci i codici tributo per il versamento delle somme dovute per le imposte sui giochi pubblici, a seguito di reclamo e mediazione. I codici sono stati istituiti dopo che il Dlgs 156/2015 ha esteso i due istituti di prevenzione delle liti fiscali ai tributi amministrati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (risoluzione n.9/E del 3 marzo 2016).

Ecco i codici tributo di nuova istituzione:

5390Imposta sugli intrattenimenti apparecchi senza vincita in denaro e relativi interessi – Reclamo e Mediazione di cui all’articolo 17-bis, D.lgs. n. 546/1992
5391Imposta sugli intrattenimenti apparecchi senza vincita in denaro - Sanzioni – Reclamo e Mediazione di cui all’articolo 17-bis, D.lgs. n. 546/1992
5392Imposta unica sulle scommesse e sui concorsi pronostici e relativi interessi - Reclamo e Mediazione di cui all’articolo 17-bis, D.lgs. n. 546/1992
5393 Imposta unica sulle scommesse e sui concorsi pronostici – Sanzioni - Reclamo e Mediazione di cui all’articolo 17-bis, D.lgs. n. 546/1992
5394Imposta unica sulle scommesse e sui concorsi pronostici e relativi interessi di competenza della Regione Sicilia – Reclamo e Mediazione di cui all’articolo 17-bis, D.lgs. n. 546/1992
5395Imposta unica sulle scommesse e sui concorsi pronostici di competenza della Regione Sicilia – Sanzioni – Reclamo e Mediazione di cui all’articolo 17-bis, D.lgs. n. 546/1992
5396 “Prelievo erariale unico apparecchi con vincita in denaro e relativi interessi – Reclamo e Mediazione di cui all’articolo 17-bis, D.lgs. n. 546/1992”
5397Prelievo erariale unico apparecchi con vincita in denaro - Sanzioni – Reclamo e Mediazione di cui all’articolo 17-bis, D.lgs. n. 546/1992
5398Prelievo erariale unico apparecchi con vincita in denaro e relativi interessi di competenza della Regione Sicilia – Reclamo e Mediazione di cui all’articolo 17-bis, D.lgs. n. 546/1992
5399Prelievo erariale unico apparecchi con vincita in denaro di competenza della Regione Sicilia - Sanzioni– Reclamo e Mediazione di cui all’articolo 17-bis, D.lgs. n. 546/1992”.

I codici, in sede di compilazione, sono esposti nella “Sezione Accise/Monopoli e altri versamenti non ammessi in compensazione”.
In corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati” andrà riportato: nel campo “ente”, la lettera “M”, nel campo “provincia”, nessun valore, nel campo “codice identificativo”, il codice concessione (ad esempio 123456 o, nel caso non sia presente, 999999).
Nel campo “rateazione” se il versamento è in forma  rateale, va utilizzato il formato “NNRR”, dove “NN” rappresenta il numero della rata in pagamento e ”RR” indica il numero complessivo delle rate.
In caso di pagamento in un’unica soluzione il suddetto campo è valorizzato con “0101”. Nel campo “mese”, nessun valore, nel campo “anno di riferimento”, l’anno d’imposta per cui si effettua il pagamento, nel formato “AAAA”,  nel campo “codice ufficio”, nessun valore, nel campo “codice atto”, se presente, va indicato il codice dell’atto oggetto di definizione.
 
r.fo.
pubblicato Giovedì 3 Marzo 2016

I più letti

copertina
Nella pubblicazione trovano spazio le detrazioni fiscali spettanti per l’acquisto di case antisismiche introdotte dalla recente manovra correttiva, il decreto legge n. 50/2017
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
immagine di un artigiano al lavoro
Per gli Isa, a differenza degli studi di settore che avevano tempi di revisione fissati a tre anni, l'intervallo è ridotto a "due anni dalla prima applicazione o dall'ultima revisione"
L’adempimento, già oggetto di proroga al prossimo 28 settembre, riguarda le informazioni Iva da trasmettere al Fisco anche da parte di chi ha esercitato l’opzione dell’invio telematico
L’adozione di un testo normativo organico e unitario è stata specificamente prevista dalla legge delega 106/2016 nel quadro della riforma complessiva del settore non profit
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
L’adempimento, già oggetto di proroga al prossimo 28 settembre, riguarda le informazioni Iva da trasmettere al Fisco anche da parte di chi ha esercitato l’opzione dell’invio telematico
copertina
Nella pubblicazione trovano spazio le detrazioni fiscali spettanti per l’acquisto di case antisismiche introdotte dalla recente manovra correttiva, il decreto legge n. 50/2017
L’argomento trattato è il sistema di tassazione dei redditi percepiti dai nostri concittadini fuori dai confini nazionali: dove si pagano le imposte e come evitare la doppia tassazione
Utilizzando l'apposita applicazione informatica per compilarlo e inviarlo, è possibile avvalersi del calcolo automatico delle imposte e di eventuali sanzioni e interessi
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
Puntuale come ogni anno, il contenzioso tributario va in vacanza dal 1° al 31 agosto. La pausa riguarda anche i versamenti da comunicazioni di irregolarità (fino al 4 settembre)
L’adempimento, già oggetto di proroga al prossimo 28 settembre, riguarda le informazioni Iva da trasmettere al Fisco anche da parte di chi ha esercitato l’opzione dell’invio telematico
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Sollecitata dai quesiti formulati da commercialisti ed esperti contabili, l’Agenzia fornisce nuove indicazioni operative sulla trasmissione telematica delle informazioni
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino