Normativa e prassi
Modelli Iva annuale e Iva 74-bis:
pubblicate le specifiche tecniche
Da adottare per la trasmissione telematica all'Agenzia delle Entrate, da parte di contribuenti, curatori fallimentari e commissari liquidatori, dei dati contenuti nelle due dichiarazioni
immagine di un server e un cavo di rete
È dunque il momento di agire: dopo il debutto dei modelli in bozza e la pubblicazione delle loro versioni definitive, ecco in Rete, allegate ai rispettivi provvedimenti del 25 gennaio 2017, anche le specifiche tecniche per inviare telematicamente i dati delle dichiarazioni Iva annuale 2017 e Iva 74-bis.

Per quanto riguarda il modello Iva annuale 2017 (approvato con provvedimento del 16 gennaio 2017), l'allegato "A" del provvedimento odierno riporta il contenuto e le specifiche tecniche da adottare per la trasmissione per via telematica all'Agenzia delle Entrate dei dati contenuti nella dichiarazione Iva relativa all'anno d'imposta 2016 da parte dei contribuenti tenuti a tale adempimento, che provvedono direttamente all'invio, nonché da parte dei soggetti che intervengono quali intermediari abilitati alla trasmissione.

Invece, in relazione al modello Iva 74-bis (approvato anch'esso con provvedimento del 16 gennaio 2017), concernente le operazioni effettuate nella frazione d'anno antecedente la dichiarazione di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa, da utilizzare a partire dall'anno d'imposta 2017, il provvedimento odierno, con l'allegato "A", definisce il contenuto e le specifiche tecniche da adottare per la trasmissione per via telematica all'Agenzia delle Entrate dei dati contenuti nel suddetto modello dichiarativo, da parte dei curatori fallimentari e dei commissari liquidatori tenuti a tale adempimento, che provvedono direttamente all'invio, nonché da parte degli altri utenti del servizio telematico che intervengono quali intermediari abilitati alla trasmissione.

Se fosse necessario apportare correzioni tecniche alle specifiche approvate oggi, le stesse saranno pubblicate nell'apposita sezione del sito dell'Agenzia delle Entrate.
Sonia Angeli
pubblicato Mercoledì 25 Gennaio 2017

I più letti

Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
A fare la differenza è la residenza: regole diverse per chi la mantiene nel nostro Paese e per chi invece l’ha trasferita all’estero. In ogni caso, è esclusa la doppia imposizione
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
L’incarico può essere attribuito esclusivamente ai soggetti deputati alla trasmissione delle dichiarazioni (tra gli altri, commercialisti, ragionieri, consulenti del lavoro, Caf)
Per promuovere l’adempimento spontaneo dei contribuenti soggetti agli Studi, arrivano le comunicazioni dei riscontri tramite strumenti veloci e tecnologici: online, email, pec e sms
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Il primo agevola la predisposizione e l’invio del documento elettronico, il secondo consente l’acquisizione automatica dei dati Iva dei clienti tramite un codice a barre
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
L’incarico può essere attribuito esclusivamente ai soggetti deputati alla trasmissione delle dichiarazioni (tra gli altri, commercialisti, ragionieri, consulenti del lavoro, Caf)
È sempre più fitto il calendario degli incontri informativi-formativi organizzati per esaminare, in un’ottica di collaborazione reciproca, gli adempimenti da attuare e le procedure da seguire
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Deve essere rilasciata dalle organizzazioni firmatarie dell’accordo concluso su base locale ed è necessaria per il riconoscimento delle agevolazioni fiscali previste dalla legge
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino