Normativa e prassi
Modulistica a immagine di norma:
l’Iva Tr si uniforma alla Stabilità
Un restyling ispirato dall’incremento delle percentuali di compensazione applicate alle cessioni di alcuni prodotti lattiero-caseari e di animali vivi delle specie bovina e suina
Modulistica a immagine di norma:|l’Iva Tr si uniforma alla Stabilità
Sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono on line il nuovo modello Iva Tr, per la richiesta di rimborso o per l’utilizzo in compensazione del credito trimestrale, le relative istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati.
La versione rinnovata ha ricevuto l’approvazione con il provvedimento del 21 marzo 2016.
 
L’odierno Iva Tr sostituisce il modello promosso appena un anno fa (20 marzo 2015), in occasione dell’intervento di riscrittura dell’articolo 38-bis (Dpr 633/1972), a opera del decreto semplificazioni (Dlgs 175/2014).
A oggi, però, per mano dell’ultima Stabilità (articolo 1, comma 908, legge 208/2015) qualcos’altro è cambiato nella disciplina Iva, come l’innalzamento delle percentuali di compensazione per le cessioni di latte, bovini e suini, da fissare, entro determinati limiti, con decreto ministeriale. E così è stato. Il Dm è arrivato lo scorso 26 gennaio, disponendo, per il latte, una percentuale di compensazione permanente pari al 10%; in relazione agli altri beni, invece, per il solo 2016, la stessa percentuale è passata rispettivamente, al 7,65 e al 7,95 per cento.
Tali nuove percentuali sono state aggiunte nella lista ad hoc presente nei righi da TA1 a TA13 di Iva Tr, dove si indicano “le operazioni imponibili, suddivise per aliquota o percentuale di compensazione applicata, per le quali nel trimestre cui si riferisce il modello, si è verificata l’esigibilità dell’imposta (comprese quelle ad esigibilità differita annotate in periodi precedenti)”.
 
Tanto premesso, torniamo al nostro modello, ricordando che è dedicato ai contribuenti che hanno realizzato, nel trimestre, un’eccedenza di imposta detraibile di importo superiore a 2.582,28 euro e intendono chiedere in tutto o in parte il rimborso di tale eccedenza oppure vogliono utilizzarla in compensazione anche con altri tributi, contributi e premi.
Lo si può presentare direttamente o tramite intermediari abilitati e il primo momento utile per servirsene è il prossimo mese di aprile.
r.fo.
pubblicato Lunedì 21 Marzo 2016

I più letti

immagine di grande animale che protegge un piccolo cane
Possibilità di detenere partecipazioni societarie, tassazione degli utili percepiti, sfruttamento dei segni distintivi, esonero dall'obbligo di presentazione del modello Eas
immagine di grande animale che protegge un piccolo cane
In materia di Imposta sul valore aggiunto, non operano le esclusioni e le esenzioni previste per le imposte sui redditi, ma sono previste una serie di agevolazioni per singole operazioni effettuate
immagine di due maschere bianche
L’amministrazione finanziaria deve intervenire e procedere anche se il soggetto frammesso è veramente esistente e le operazioni contestate sono state effettivamente compiute
immagine di grande animale che protegge un piccolo cane
Non producendo reddito d'impresa, le organizzazioni non lucrative di utilità sociale sono assoggettate all'Ires relativamente ai soli redditi fondiari, redditi di capitale e redditi diversi
immagine di grande animale che protegge un piccolo cane
L'adempimento è condizione necessaria per acquisire la qualifica e per conseguire il diritto a usufruire delle agevolazioni fiscali previste dal decreto legislativo 460/1997
Non sarà più considerato documento originale quello stampato e sottoscritto né quello generato in modalità automatica, con la dicitura “firma autografa sostituita a mezzo stampa”
immagine di grande animale che protegge un piccolo cane
Non producendo reddito d'impresa, le organizzazioni non lucrative di utilità sociale sono assoggettate all'Ires relativamente ai soli redditi fondiari, redditi di capitale e redditi diversi
immagine di grande animale che protegge un piccolo cane
Possibilità di detenere partecipazioni societarie, tassazione degli utili percepiti, sfruttamento dei segni distintivi, esonero dall'obbligo di presentazione del modello Eas
immagine di grande animale che protegge un piccolo cane
L'adempimento è condizione necessaria per acquisire la qualifica e per conseguire il diritto a usufruire delle agevolazioni fiscali previste dal decreto legislativo 460/1997
immagine di grande animale che protegge un piccolo cane
La qualifica è acquisibile da associazioni con o senza personalità giuridica, comitati, fondazioni, società cooperative e altri enti privati purché perseguano finalità meritevoli di tutela
Non sarà più considerato documento originale quello stampato e sottoscritto né quello generato in modalità automatica, con la dicitura “firma autografa sostituita a mezzo stampa”
bilancia di sassi
Sono conseguenti al nuovo metodo di restituzione delle maggiori imposte versate e degli importi a credito risultanti dai prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi
compilazione modelli
I criteri da applicare per individuare correttamente il modello che deve essere utilizzato quando si svolgono più "mestieri" contraddistinti da diversi codici Ateco
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
Dopo la verifica dei presupposti, l’Agenzia dà il via libera per la restituzione della somma, che le imprese accreditano sulla prima bolletta utile e, comunque, entro 45 giorni