Normativa e prassi
Precompilata ancora più completa:
accoglierà anche nido e beneficenza
Il contribuente però può esercitare “opposizione” all’inserimento nella propria dichiarazione manifestando la sua volontà secondo i tempi e le modalità dettate dall’Agenzia delle entrate
Precompilata ancora più completa:|accoglierà anche nido e beneficenza
Entro fine febbraio, l’invio all’anagrafe tributaria delle spese relative alle rette per la frequenza degli asili nido, pubblici o privati, e degli importi relativi alle erogazioni liberali a favore di Onlus, associazioni di promozione sociale, fondazioni e ulteriori associazioni.
Con due distinti provvedimenti del 9 febbraio 2018, l’Agenzia delle entrate forniscono le modalità e le specifiche tecniche di trasmissione nonché le modalità per l’esercizio, da parte del contribuente, dell’“opposizione” all’utilizzo delle informazioni, secondo il parere espresso dal Garante per la protezione dei dati personali, preventivamente consultato dall’Agenzia stessa.
 
I decreti del Mef
I provvedimenti del 9 febbraio 2018 del direttore delle Entrate seguono di pochi giorni i due decreti del ministro dell’Economia e delle finanze che dettano termini e modalità per la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate delle spese che danno diritto a deduzioni dal reddito o detrazioni dall’imposta diverse da quelle già individuate dagli stessi decreti (vedi “Nella precompilata spazio a rette per asili nido ed erogazioni liberali”) ai fini dell’inserimento nella dichiarazione precompilata 2018, a cui i contribuenti possono fare “opposizione”.
 
I provvedimenti del direttore dell’Agenzia
Il primo provvedimento prevede che asili nido, pubblici o privati, l’obbligo di trasmettere all’Agenzia delle entrate – esclusivamente in via telematica (attraverso Entratel o Fisconine) – entro il 28 febbraio, le somme riscosse per le rette di frequenza, utilizzando i software di controllo resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia, direttamente o mediante intermediari.
 
Stesso sistema, e stesso termine di scadenza, nel secondo provvedimento per la trasmissione “facoltativa” dei dati relativi alle erogazioni liberali effettuate l’anno scorso in favore di enti e associazioni non lucrativi di utilità sociale, e altre associazioni e fondazioni.
 
Le modalità
Le specifiche tecniche di trasmissione sono allegate ai singoli provvedimenti, con avvertenza che eventuali correzioni apportate alle stesse saranno pubblicate sul sito previa opportuna comunicazione.
Gli invii possono essere:
  • ordinari, quando si tratta dei dati richiesti
  • sostitutivi, quando sostituisce un precedente invio
  • di annullamento, quando annulla un precedente invio.
La trasmissione sarà considerata effettuata nel momento in cui sarà completata la ricezione del file, in seguito all’elaborazione, che sarà comunicata mediante una ricevuta contenente il codice di autenticazione (Entratel) o il codice di riscontro (Fisconline), data e ora di ricezione, identificativo del file, numero di protocollo e numero delle comunicazioni inserite nel file.
Il file può anche essere “scartato”, in via preliminare per incongruenza dei dati o per altri motivi, nel qual caso verrà comunicato anch’esso con una ricevuta da parte del sistema con l’indicazione del motivo dello “scarto”.
 
Opposizione
Il contribuente interessato – che ha sostenuto spese per asilo nido o che ha effettuato erogazioni liberali nell’anno precedente – può “opporsi” all’utilizzo delle informazioni da parte dell’Agenzia delle entrate, rifiutando, quindi, l’inserimento dei dati nella propria dichiarazione precompilata, comunicando la propria volontà, dal 1° gennaio al 28 febbraio di ogni anno, utilizzando l’apposito modello pubblicato sul sito, debitamente compilato e sottoscritto da inviare con una email all’indirizzo opposizioneutilizzospeseasilinido@agenziaentrate.it, oppure con un fax al numero 06.5076.2651, avendo cura di allegare anche la fotocopia di un documento d’identità.
 
r.fo.
pubblicato Lunedì 12 Febbraio 2018

I più letti

immagine di un blocco di partenza di una gara di corsa
Si tratta di quelli derivanti dalle attività commerciali connesse agli scopi istituzionali dell'associazione o della società, cioè strutturalmente funzionali all'attività praticata
immagine di un calendario con 4 pro memoria
Nella GU di oggi è stato pubblicato il decreto che ridefinisce il calendario dei versamenti per il 2018, offrendo la possibilità di evitare il sovrapporsi di più scadenze in un unico giorno
immagine di una donna che controlla un bilancio
È colpevole di omesso o insufficiente esercizio del potere di controllo sullo svolgimento degli affari e consultazione della contabilità nonché del diritto a ottenere il rendiconto dell'attività
immagine con una lampadina spenta in mezzo ad altre accese
A questa, e non già all'oggetto sociale come definito dall'atto costitutivo, occorre avere riguardo per verificare se una determinata operazione va considerata nel conteggio
Gli intermediari intervenuti nella stipula devono comunicare nome, cognome e codice fiscale di chi affitta, durata, importo del corrispettivo lordo e indirizzo dell’immobile
immagine di un blocco di partenza di una gara di corsa
Si tratta di quelli derivanti dalle attività commerciali connesse agli scopi istituzionali dell'associazione o della società, cioè strutturalmente funzionali all'attività praticata
immagine di un calendario con 4 pro memoria
Nella GU di oggi è stato pubblicato il decreto che ridefinisce il calendario dei versamenti per il 2018, offrendo la possibilità di evitare il sovrapporsi di più scadenze in un unico giorno
Confermate le novità in materia di iper ammortamento, redditometro, split payment, credito d’imposta ricerca e sviluppo, prelievo erariale unico e società sportive dilettantistiche
Puntuale come ogni anno, il contenzioso tributario va in vacanza dal 1° al 31 agosto. La pausa riguarda anche i versamenti da comunicazioni di irregolarità (fino al 4 settembre)
immagine di persone che hanno uno scopo comune
L'oggetto di una società lucrativa e di una assistenzialistica può in linea di massima essere lo stesso, è l'obiettivo finale che funge da discrimine tra le due compagini
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Puntuale come ogni anno, il contenzioso tributario va in vacanza dal 1° al 31 agosto. La pausa riguarda anche i versamenti da comunicazioni di irregolarità (fino al 4 settembre)
immagine di un blocco di partenza di una gara di corsa
Si tratta di quelli derivanti dalle attività commerciali connesse agli scopi istituzionali dell'associazione o della società, cioè strutturalmente funzionali all'attività praticata
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino