Normativa e prassi
Pronto il piano di revisione 2016
per sessantasette studi di settore
La dovuta manutenzione degli strumenti accertativi riguarderà tutti e quattro i comparti interessati: manifatture (20), servizi (19), commercio (21) e attività professionali (7)
Pronto il piano di revisione 2016|per sessantasette studi di settore
Come ogni anno, entro la fine di febbraio, viene reso noto l’elenco degli studi di settore che saranno sottoposti al consueto tagliando di controllo. Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, preso atto del parere favorevole espresso dalla Commissione degli esperti nella seduta del 2 dicembre scorso, ha firmato oggi il provvedimento che approva il programma di revisione degli studi applicabili a partire dal periodo d’imposta 2016.
Nello stesso atto, alcune modifiche alla modulistica da utilizzare per il 2015.
 
Le motivazioni del tagliando
L’articolo 10-bis, comma 1, legge 146/1998, per far sì che gli studi di settore mantengano nel medio periodo la loro rappresentatività rispetto alla realtà economica cui si riferiscono, dispone che gli stessi, sentito il parere della Commissione degli esperti, siano soggetti a revisione, al massimo, ogni tre anni dalla data della loro entrata in vigore o dell’ultima revisione.
 
Sono stati, pertanto, individuati gli studi di settore (con relativi codici di attività) che saranno sottoposti a revisione e che potranno essere applicati a decorrere dal periodo d’imposta 2016, dopo l’ok definitivo espresso, con decreto, dal ministro dell’Economia e delle Finanze.
 
Tutti gli studi selezionati per essere sottoposti al restyling sono stati scelti in base alla data della loro approvazione, fatta eccezione per il WK01U, destinato ai notai.
L’elenco dei 67 studi di settore da revisionare è formato da:
  • 20 studi relativi ad attività del settore delle manifatture
  • 19 riguardanti il settore dei servizi
  • 21 riferiti ad attività del settore del commercio
  • 7 riservati ad attività professionali. 
Una volta ultimate le elaborazioni programmate, per dar seguito all’atto di indirizzo del ministro dell’Economia e delle Finanze per il conseguimento degli obiettivi di politica fiscale per gli anni 2016-2018, potrebbe aver luogo, nei casi ritenuti idonei sulla base delle analisi effettuate, l’accorpamento di più studi.
Inoltre, sempre sulla base di analisi ed elaborazioni effettuate, potrà esserci il trasferimento di codici di attività da uno studio di settore a un altro sottoposto a revisione.
È infine previsto che, nell’ipotesi di novità normative che escludano determinate categorie di soggetti dall’applicazione degli studi di settore, le attività di revisione saranno conseguenzialmente ripianificate.
Sonia Angeli
pubblicato Venerdì 26 Febbraio 2016

I più letti

Nel documento di prassi, i casi di esonero dalla prestazione di garanzia, anche se in presenza di avvisi di accertamento o di rettifica, qualora manchino situazioni di rischio
È necessario controllare sempre l’effettiva esecuzione del mandato, altrimenti bisogna provare la condotta fraudolenta del consulente, finalizzata a coprire il proprio inadempimento
Sono fondati sulla relazione tra valore dei beni patrimoniali e livello minimo di ricavi e proventi, il cui mancato raggiungimento è indice di natura non operativa
Dalle modalità di esercizio dell’opzione al calcolo del versamento annuo, anche nelle ipotesi di partecipazione al consolidato nazionale o di operazioni straordinarie
bilancia di sassi
Sono conseguenti al nuovo metodo di restituzione delle maggiori imposte versate e degli importi a credito risultanti dai prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi
Nel documento di prassi, i casi di esonero dalla prestazione di garanzia, anche se in presenza di avvisi di accertamento o di rettifica, qualora manchino situazioni di rischio
disegno registratore di cassa
Online da oggi gli orientamenti iniziali sulla memorizzazione elettronica e la trasmissione degli incassi giornalieri all’Agenzia delle Entrate dei contribuenti con partita Iva
foto di gruppo
Il vice ministro dell’Economia e delle Finanze Luigi Casero ha consegnato le targhe assegnate ai team che maggiormente si sono distinti per l’innovazione delle loro iniziative
bilancia di sassi
Sono conseguenti al nuovo metodo di restituzione delle maggiori imposte versate e degli importi a credito risultanti dai prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi
Sul sito delle Entrate 19 nuove domande e risposte dedicate alla fase di addebito nella fattura di fornitura elettrica residenziale, che è entrata nel vivo a partire dal 1° luglio
bilancia di sassi
Sono conseguenti al nuovo metodo di restituzione delle maggiori imposte versate e degli importi a credito risultanti dai prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
compilazione modelli
I criteri da applicare per individuare correttamente il modello che deve essere utilizzato quando si svolgono più "mestieri" contraddistinti da diversi codici Ateco
logo dell'applicazione
Da oggi è possibile generare, trasmettere e conservare documenti fiscali dematerializzati in modo semplice e gratuito. Il servizio è utilizzabile anche per le operazioni tra privati
bandiera giappone
Dal 2011 sono state introdotte alcune novità di rilievo nel sistema tributario a seguito di un processo di riforma