Normativa e prassi
Slot-machine, i codici tributo
per imposta, sanzioni e interessi
Consentono anche il versamento rateizzato degli importi rilevati dai controlli automatici di competenza dell'Aams
Slot-machine
Con la risoluzione n. 87/E del 31 marzo sono stati approvati i codici tributo che consentono il versamento delle somme rilevate dall'attività di accertamento e dai controlli automatici di competenza dei Monopoli.

Il Preu (Prelievo erariale unico), un tributo previsto per apparecchi e congegni idonei al gioco lecito (articolo 39, comma 13 del Dl 269/2003), va corrisposto anche sulle somme giocate tramite apparecchi e congegni privi del nulla osta prescritto dalla legge o muniti dello stesso ma il cui esercizio è qualificabile come illecito civile, penale o amministrativo (articolo 39-quater, comma 2, Dl 269/2003).
Per versare tali somme sono istituiti i codici relativi a imposta, interessi e sanzioni dovute a seguito di accertamento per mancato versamento del tributo all'erario.

Il documento di prassi, inoltre, approva i codici tributo con i quali è possibile versare ratealmente le somme derivanti dai controlli automatici effettuati dai Monopoli, relative a:
  • Prelievo erariale unico
  • Prelievo erariale unico di competenza della Regione Sicilia
  • Imposta sugli intrattenimenti (Isi)
  • Imposta sugli intrattenimenti di competenza della Regione Sicilia

Soppressi, infine, i codici 5173 e 5174. L'articolo 30-bis, comma 3 del Dl 185/2008, infatti, ha abrogato la disposizione che prevedeva la possibilità per l'amministrazione dei Monopoli di concedere, su istanza, la rateazione delle somme dovute a titolo di Prelievo erariale unico.

Patrizia De Juliis
pubblicato Martedì 31 Marzo 2009

I più letti

Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
L’Agenzia delle entrate illustra come utilizzerà le informazioni relative agli utenti, comprese quelle fornite per registrarsi al servizio di newsletter della rivista online FiscoOggi
I nuovi servizi del software Otello 2.0 sono disponibili a partire già da oggi. Per accreditarsi alla piattaforma gli utenti dovranno utilizzare i sistemi nazionali di identità digitale
Le spese di propaganda sono sostenute per la realizzazione di iniziative tendenti prevalentemente alla promozione di prodotti, marchi e servizi, o comunque dell’attività svolta
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle entrate i programmi che consentono la compilazione e il controllo delle comunicazioni; prossimo appuntamento il 31 maggio
I nuovi servizi del software Otello 2.0 sono disponibili a partire già da oggi. Per accreditarsi alla piattaforma gli utenti dovranno utilizzare i sistemi nazionali di identità digitale
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
Previsti tre diversi metodi di determinazione della base imponibile a seconda della natura dei beni rivenduti, delle modalità di esercizio dell’attività e dei soggetti rivenditori
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino