Normativa e prassi
Sostitutiva neo residenti:
arriva il codice tributo
100mila euro è la misura forfettaria dell’imposta dovuta per ogni anno in cui è valida l’opzione, ridotta a 25mila per ciascuno dei familiari del contribuente a cui è estesa la scelta
Sostitutiva neo residenti:|arriva il codice tributo
Istituito, con la risoluzione 44/E dell’11 giugno 2018, il codice tributo "NRPP" per il versamento, tramite “F24 Versamenti con elementi identificativi”, dell’imposta sostitutiva dell’Irpef sui redditi prodotti all’estero, esclusivamente per le persone fisiche, in possesso dei requisiti previsti, che trasferiscono la residenza fiscale in Italia provenendo da un Paese estero (articolo 24-bis, Tuir).
Il regime agevolativo, a cui si accede esercitando un'apposita opzione, prevede il versamento di un’imposta sostitutiva dell'Irpef nella misura forfettaria di 100mila euro per ogni anno d’imposta in cui è valida l’opzione (importo ridotto a 25mila euro per ciascuno dei familiari del contribuente che esercita l’opzione, nel caso in cui sia stata estesa anche a loro).
In particolare, i soggetti coinvolti, sia in qualità di contribuenti principali, che hanno esercitato l’opzione, sia in qualità di familiari, ai quali la stessa è stata estesa, dovranno provvedere autonomamente al versamento dell’imposta sostitutiva.
 
Le modalità applicative per l’esercizio, modifica o revoca dell’opzione, nonché per il versamento dell’imposta sostitutiva sono state definite con il provvedimento 8 marzo 2017 del direttore dell’Agenzia delle entrate, mentre con la circolare 17/2017, sono stati forniti chiarimenti in merito all’applicazione delle disposizioni concernenti il regime agevolativo.
 
Pertanto, per consentire il versamento dell’imposta sostitutiva, mediante il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” (F24 Elide), è stato istituito il codice tributo "NRPP", denominato “Imposta sostitutiva dell’Irpef – Nuovi residenti – articolo 24-bis, comma 2, del Tuir”.
 
Il suddetto codice tributo dovrà, quindi, essere indicato nell’F24 Elide in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati” precisando anche nelle apposite sezioni, il codice fiscale e i dati anagrafici del contribuente, nel campo “tipo”, della sezione “Erario ed altro”, la lettera “R”, nel campo “codice”, il codice tributo “NRPP” e nel campo “anno di riferimento”, l’anno d’imposta a cui si riferisce il versamento, nel formato “aaaa”.
Gli altri campi del modello non devono essere valorizzati.
 
r.fo.
pubblicato Lunedì 11 Giugno 2018

I più letti

Tra le novità, i controlli dell’Enea su documenti, dichiarazioni e certificazioni prodotti dal contribuente o dall’amministratore di condominio. Previsti anche sopralluoghi sul posto
Rottamazione-ter, semplificazioni per l’emissione delle fatture, obbligo generalizzato di trasmissione e memorizzazione telematica dei corrispettivi, definizione agevolata
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
La ratio della disposizione risiede nel voler premiare, attraverso la concessione dell’agevolazione fiscale, chi sfrutta di anno in anno maggiori risorse per la promozione
Per scalare l’imposta assolta a monte, non basta che l’operazione attenga all’oggetto dell’impresa e sia fatturata, ma occorre anche che sia assoggettata al tributo nella misura dovuta
Rottamazione-ter, semplificazioni per l’emissione delle fatture, obbligo generalizzato di trasmissione e memorizzazione telematica dei corrispettivi, definizione agevolata
Tra le novità, i controlli dell’Enea su documenti, dichiarazioni e certificazioni prodotti dal contribuente o dall’amministratore di condominio. Previsti anche sopralluoghi sul posto
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
L’eventuale differimento comporterebbe minori entrate per le casse dello Stato e introdurrebbe elementi di notevole complessità sia per gli operatori sia per l’Amministrazione
Alla scadenza sono interessati tutti coloro che, nel modello originario, hanno commesso errori a proprio sfavore, ad esempio dimenticando di indicare uno o più oneri detraibili
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
L’Amministrazione fornisce precisazioni su ambito soggettivo e oggettivo di applicazione, termini di trasmissione, modalità di inoltro in caso di scarto, registrazione e conservazione
Rottamazione-ter, semplificazioni per l’emissione delle fatture, obbligo generalizzato di trasmissione e memorizzazione telematica dei corrispettivi, definizione agevolata
Sono numerose le ipotesi in cui la legge, con norme ad hoc, prevede e disciplina espressamente l’esclusione dalla tassazione, in deroga al criterio generale dell’imponibilità
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino