Normativa e prassi
Superbollo per le auto super:
i codici tributo per il versamento
Dovranno prenderne nota i possessori di veicoli di cilindrata con potenza oltre i duecentoventicinque chilowatt. Dal 2012 si verserà insieme alla tassa ordinaria
testo alternativo per immagine
Pronto il codice tributo 3364 per il versamento dell’addizionale erariale alla tassa automobilistica dovuta dai proprietari di autoveicoli di grossa cilindrata. Istituito con la risoluzione 101/E del 20 ottobre, va riportato nel modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”. Lo stesso documento di prassi individua altri due “numeri”, il 3365 e il 3366, da utilizzare rispettivamente per sanzioni e interessi, nell’ipotesi in cui il pagamento del superbollo avvenga in ritardo.
 
Il “superbollo”, introdotto dal decreto legge 98/2011 (articolo 23, comma 21), deve essere versato entro il prossimo 10 novembre. In particolare, interessati all’adempimento sono i possessori, al 6 luglio 2011 (data di entrata in vigore del Dl), di autovetture e autoveicoli “per il trasporto promiscuo di persone e cose”, che devono pagare un importo “pari ad euro dieci per ogni chilowatt di potenza del veicolo superiore a duecentoventicinque chilowatt...”, e “In caso di omesso o insufficiente versamento dell'addizionale si applica la sanzione …, pari al 30 per cento dell’importo non versato”.
A partire dal 2012 l’addizionale dovrà essere corrisposta alle stesse scadenze previste per il bollo auto.
 
Il versamento dell’addizionale va effettuato con il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”, indicando:
  • nella sezione “Contribuente”, i dati anagrafici e il codice fiscale di chi versa
  • nella sezione “Erario ed altro”, la lettera “A” nel campo “tipo”, la targa del veicolo nel campo “elementi identificativi”, l’anno di decorrenza della tassa automobilistica nel campo “anno di riferimento” (ad esempio, l’annualità riferita a un bollo, con validità dodici mesi e scadenza aprile 2012, è il 2011, in quanto il pagamento della tassa copre il periodo a partire da maggio 2011).
r.fo.
pubblicato Giovedì 20 Ottobre 2011

I più letti

testo alternativo per immagine
Le modalità di presentazione via web della delega di pagamento unificato. La versione cartacea sopravvivrà per i versamenti di importi esigui e in qualche ipotesi residua
testo alternativo per immagine
Le disposizioni fiscali contenute nel decreto, in via di conversione, trovano la giusta collocazione nei rispettivi vademecum on line nella sezione “l’Agenzia informa”
immagine
Chi desidera rettificare gli importi dovuti a novembre, come riportati nel prospetto di liquidazione, deve manifestare tale volontà in forma scritta al sostituto d’imposta
testo alternativo per immagine
In una prima fase si potrà pagare il tributo sui siti delle PA che offrono l’opportunità agli utenti di interagire per la richiesta e il rilascio dei documenti elettronici
immagine
Non opera a tutto campo la possibilità di correggere dati e numeri. La norma non consente di ritrattare in toto, ma pone precisi paletti che non vanno oltrepassati
testo alternativo per immagine
Danno diritto al bonus anche le spese per la costruzione in appalto di un appartamento, dato in locazione nei successivi sei mesi e per un periodo di almeno otto anni
testo alternativo per immagine
Le modalità di presentazione via web della delega di pagamento unificato. La versione cartacea sopravvivrà per i versamenti di importi esigui e in qualche ipotesi residua
testo alternativo per immagine
La condizione è rilevante per la corretta imputazione del reddito sia in relazione alle quote messe da parte dall’azienda erogante sia per l’amministratore che le riceve
immagine
Chi desidera rettificare gli importi dovuti a novembre, come riportati nel prospetto di liquidazione, deve manifestare tale volontà in forma scritta al sostituto d’imposta
testo alternativo per immagine
I sostituti d’imposta hanno tempo fino a venerdì prossimo per inviare all’Agenzia delle Entrate, in modalità telematica, la dichiarazione annuale con i dati sulle ritenute
compilazione modelli
I criteri da applicare per individuare correttamente il modello che deve essere utilizzato quando si svolgono più "mestieri" contraddistinti da diversi codici Ateco
modellino casa con contratto e chiavi
La riduzione del corrispettivo non comporta riliquidazione dell'imposta né risoluzione del contratto
testo alternativo per immagine
Tra new entry e ridenominazioni, ai blocchi di partenza tutti i codici da utilizzare per avvalersi delle modalità di versamento unitario, con eventuale compensazione di crediti
testo alternativo per immagine
Danno diritto al bonus anche le spese per la costruzione in appalto di un appartamento, dato in locazione nei successivi sei mesi e per un periodo di almeno otto anni
testo alternativo per immagine
Un vademecum destinato a proprietari e inquilini che definisce passo passo ciascuna regola da seguire per non incorrere in errori nella registrazione degli accordi stipulati