Normativa e prassi
Tre nuovi codici e due causali
fanno ingresso nel modello F24
I primi sono destinati al recupero dei crediti Iva indebitamente utilizzati in compensazione; le altre due sono impiegate per il versamento di contributi associativi
foto di carte da gioco con full di assi con jack
Pronti i codici tributo da indicare nel modello F24 per il versamento delle somme richieste dall'Agenzia delle Entrate tramite appositi atti di recupero emessi in caso di utilizzo in compensazione di crediti Iva in violazione delle disposizioni dettate dall'articolo 10 del decreto legge 78/2009:
- 7497 - imposta
- 7498 - interessi
- 7499 - sanzione.

A istituirli la risoluzione n. 3/E del 13 gennaio 2016. Vanno riportati nella sezione "Erario" dell'F24, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna "importi a debito versati". Inoltre, negli specifici campi, devono essere inseriti il codice ufficio, il codice atto e l'anno di riferimento, reperibili nell'atto ricevuto.

Due new entry anche nel "gruppo" delle causali contributo.
La risoluzione n. 1/E fa seguito alla convenzione stipulata tra l'Agenzia delle Entrate e il Consiglio nazionale dell'ordine dei consulenti del lavoro per disciplinare il servizio di riscossione, tramite il modello F24, dei contributi versati dagli iscritti. A tal fine, istituisce la causale contributo "VT00", per consentire il versamento dei contributi associativi dovuti dagli iscritti al Consiglio provinciale di Viterbo.
Nell'F24 la causale va inserita nella sezione "Altri enti previdenziali e assicurativi", in corrispondenza delle somme indicate nella colonna "importi a debito versati".
La risoluzione, inoltre, specifica che devono essere riportati: il "codice ente" "0005"; la sigla della provincia di iscrizione all'albo dei consulenti del lavoro nel campo "codice sede"; il codice di iscrizione all'Albo dei consulenti del lavoro nel campo "codice posizione"; il periodo di competenza del contributo versato nel campo "periodo di riferimento: da mm/aaaa a mm/aaaa", da indicare nel formato "MMAAAA".

Infine, con la risoluzione n. 2/E, entra in scena la causale contributo "EILA", per indirizzare i contributi diretti al finanziamento dell'Ente bilaterale per le imprese e i lavoratori autonomi. Gli importi arriveranno nelle casse dell'Ebila transitando per l'Inps, come stabilito dalla convenzione stipulata tra i due enti lo scorso 3 dicembre.
La causale va inserita nella sezione "INPS", nel campo "causale contributo", in corrispondenza della colonna "importi a debito versati"; inoltre, devono essere inseriti nei campi:
  • "codice sede", il codice della sede Inps competente
  • "matricola INPS/codice INPS/filiale azienda", la matricola Inps dell'azienda
  • "periodo di riferimento", nella colonna "da mm/aaaa", il mese e l'anno di riscossione del contributo (la colonna "a mm/aaaa" non va compilata).
r.fo.
pubblicato Mercoledì 13 Gennaio 2016

I più letti

scontrino bancomat
La certificazione di invalidità totale o handicap grave da parte di una commissione medica pubblica è il presupposto per poter dedurre gli importi sostenuti per medicine e cure
libro con la scritta tax
Attenzione, però: se si sbagliano i conteggi e l’importo trattenuto risulta inferiore a quello effettivamente dovuto dal contribuente, scatta la sanzione per versamento insufficiente
Non basta una motivazione generica della sentenza, basata sul fatto che gli elementi “non appaiono, in modo univoco, sintomatici e indicativi di autonoma organizzazione”
immagine di una villa
La fuoriuscita dal patrimonio dell'impresa nel 2016, ultimo periodo di sospensione degli effetti fiscali della prima operazione, non determina la decadenza di quest'ultima
30 settembre
È telematico il canale per trasmettere le dichiarazioni fiscali “autunnali”; il contribuente può eseguire i propri adempimenti direttamente da casa o tramite intermediari abilitati
scontrino bancomat
La certificazione di invalidità totale o handicap grave da parte di una commissione medica pubblica è il presupposto per poter dedurre gli importi sostenuti per medicine e cure
libro con la scritta tax
Attenzione, però: se si sbagliano i conteggi e l’importo trattenuto risulta inferiore a quello effettivamente dovuto dal contribuente, scatta la sanzione per versamento insufficiente
immagine di una villa
La fuoriuscita dal patrimonio dell'impresa nel 2016, ultimo periodo di sospensione degli effetti fiscali della prima operazione, non determina la decadenza di quest'ultima
immagine di una villa
Le prime sono tassate con un'imposta sostitutiva dell'8%, le seconde sono deducibili solo nelle ipotesi in cui le stesse lo sarebbero ordinariamente dalle imposte sui redditi
L’agevolazione fiscale, relativa a beni immobili o beni mobili iscritti in pubblici registri, opera in via automatica rispetto al comportamento contabile adottato dal contribuente
bilancia di sassi
Sono conseguenti al nuovo metodo di restituzione delle maggiori imposte versate e degli importi a credito risultanti dai prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi
Il regime dipende dal tipo di acquisto effettuato
compilazione modelli
I criteri da applicare per individuare correttamente il modello che deve essere utilizzato quando si svolgono più "mestieri" contraddistinti da diversi codici Ateco
Prosegue l’impegno dell’Agenzia per migliorare il dialogo e la collaborazione con i cittadini: disponibile in Rete un’applicazione per quantificare correttamente sanzione e interessi
Non sarà più considerato documento originale quello stampato e sottoscritto né quello generato in modalità automatica, con la dicitura “firma autografa sostituita a mezzo stampa”
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino