Normativa e prassi
Tutto pronto per versare le imposte
sui Pir decaduti dai benefici fiscali
Per la detassazione dell’investimento effettuato nei piani di risparmio a lungo termine la norma prevede che gli strumenti finanziari debbano essere detenuti per almeno cinque anni
Tutto pronto per versare le imposte|sui Pir decaduti dai benefici fiscali
In caso di cessione anticipata degli strumenti finanziari oggetto di investimento in un piano individuale di risparmio a lungo termine (Pir), i redditi percepiti durante il periodo di investimento, e quelli realizzati attraverso la cessione, sono soggetti a imposizione secondo le regole ordinarie, unitamente agli interessi, senza applicazione di sanzioni, e il versamento deve essere effettuato dall’intermediario presso il quale il piano è stato aperto, utilizzando il neo codice tributo “1070” appositamente istituito con la risoluzione 21/E del 9 marzo 2018.
 
Regime fiscale dei Pir
La legge di bilancio 2007 (articolo 1, commi da 100 a 114, legge 232/2016) ha introdotto un regime di non imponibilità per i redditi di capitale e i redditi diversi derivanti dagli investimenti in Pir (piani di risparmio a lungo termine) e conseguiti, al di fuori dell’esercizio d’impresa commerciale, e rispettando tutte le condizioni richieste, da persone fisiche residenti in Italia, purché gli strumenti finanziari oggetto dell’investimento siano posseduti per almeno cinque anni (comma 106).
 
Con la circolare 3/E dello scorso 26 febbraio sono stati forniti chiarimenti in merito all’applicazione delle disposizioni concernenti i piani di risparmio a lungo termine (Pir) (vedi “Piani di risparmio a lungo termine: arrivano i chiarimenti dell’Agenzia).
 
La decadenza dai benefici fiscali
In caso di cessione anticipata (prima dei cinque anni) degli strumenti finanziari, l’investimento nei Pir subisce la decadenza dai benefici fiscali. Pertanto, sui redditi realizzati, e su quelli percepiti durante il periodo minimo di investimento nel piano, sono dovute imposte e interessi, senza applicazione di sanzioni.
Il versamento deve essere effettuato, con F24, dall’intermediario presso il quale il piano è stato aperto entro il 16 del secondo mese successivo alla cessione.
 
Istruzioni per il versamento
Per consentire il corretto versamento di imposte e interessi, dovuti in seguito alla decadenza dal beneficio fiscale (recapture), è stato appositamente istituito il codice tributo “1070”, da indicare nella sezione “Erario” del modello F24, ”, in corrispondenza delle somme indicate esclusivamente nella colonna “importi a debito versati”, con l’indicazione nel campo “anno di riferimento” dell’anno d’imposta in cui è iniziato l’investimento nel piano di risparmio, nella forma “aaaa”.
 
Dovrà essere compilato un F24 per ogni singolo contribuente titolare del Pir, il cui codice fiscale e i dati anagrafici dovranno essere indicati negli appositi spazi dall’intermediario – intestatario della delega di pagamento, che dovrà esporre anche il proprio domicilio fiscale.
 
Nel campo “Codice fiscale del coobbligato, erede, genitore, tutore o curatore fallimentare” dovrà, invece, essere riportato il codice fiscale del contribuente, titolare del Pir, con l’indicazione del codice “73” nel campo “codice identificativo”.
 
r.fo.
pubblicato Venerdì 9 Marzo 2018

I più letti

Le somme relative agli acquisti di beni e servizi che hanno comportato il pagamento di compensi tassati alla fonte vengono già indicate nel modello 770 dei sostituti d’imposta
Per quelle emesse nei confronti dei soggetti passivi Iva da un Comune che gestisce il servizio idrico sussiste l’obbligo di comunicazione previsto dall’articolo 21, Dl 78/2010
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
L’accordo transattivo successivamente stipulato tra le parti implica che le somme inizialmente erogate non possono avere assunto natura reddituale rilevante per il creditore
Ai fini dell’agevolazione, il posto macchina deve essere stato oggetto di un intervento di costruzione vera e propria e non di un semplice lavoro di ristrutturazione edilizia
Copertina della guida
Dalle regole generali da rispettare per usufruire dei benefici fiscali alla lista delle prestazioni mediche, dei farmaci e dei dispositivi per i quali spettano detrazioni e deduzioni
immagine di una palestra
È commerciale l'attività dell'Asd che, a fronte del pagamento di una somma mensile, consente solo l'utilizzo di attrezzature e impianti e nessuna partecipazione alla gestione del centro
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
Con un comunicato stampa, l’Agenzia delle entrate ricorda che la proroga al 30 settembre disposta dall’ultima legge di bilancio riguarda esclusivamente lo spesometro
Le somme relative agli acquisti di beni e servizi che hanno comportato il pagamento di compensi tassati alla fonte vengono già indicate nel modello 770 dei sostituti d’imposta
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Entrambe le misure agevolative connesse all’effettuazione di investimenti in beni materiali strumentali sono state prorogate di un anno dalla recente legge di bilancio
Puntuale come ogni anno, il contenzioso tributario va in vacanza dal 1° al 31 agosto. La pausa riguarda anche i versamenti da comunicazioni di irregolarità (fino al 4 settembre)
Al ricorrere di determinate condizioni, l’Iva dovuta può essere determinata sulla differenza positiva tra il prezzo praticato per la cessione e quello sostenuto per l’acquisto
Le Entrate illustrano le recenti modifiche al regime agevolato e forniscono precisazioni rispetto ad alcune questioni emerse nel corso dei primi anni di applicazione della disciplina
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino