Normativa e prassi
Per le ultime operazioni del 2016
si utilizzano i modelli Intra-2
La soppressione dell'obbligo di comunicazione telematica non riguarda gli acquisti intracomunitari di beni e le prestazioni di servizi ricevute relativi alla parte finale dello scorso anno
Per le ultime operazioni del 2016|si utilizzano i modelli Intra-2
Il decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2017 (Dl 193/2016) ha previsto la soppressione della comunicazione degli elenchi riepilogativi concernenti gli acquisti intracomunitari di beni e le prestazioni di servizi ricevute da soggetti stabiliti in un altro Stato membro dell'Unione europea (modelli Intra-2), presentati telematicamente all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.
La citata disposizione, tuttavia, si limita a prevedere la soppressione dell'adempimento e la relativa decorrenza, non precisando il periodo di riferimento delle operazioni riepilogate negli elenchi di cui viene sancita l'abolizione. Ciò ha sollevato qualche perplessità circa la sussistenza o meno dell'obbligo di comunicazione per le operazioni relative all'ultimo trimestre e all'ultimo mese del 2016.

A fugare ogni dubbio è intervenuta l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, con la nota n. 244 del 10 gennaio 2014. L'amministrazione finanziaria, infatti, ha precisato che per le suddette operazioni permane l'obbligo di comunicazione.
La soluzione indicata dall'Agenzia si fonda sulla considerazione che, in caso contrario, l'amministrazione non verrebbe a conoscenza delle informazioni in parola. Difatti, la soppressione dell'obbligo di comunicazione dei modelli Intra-2 è connessa all'introduzione di un nuovo adempimento, cioè la comunicazione telematica all'Agenzia delle Entrate dei dati delle fatture emesse e ricevute. Adempimento che, per espressa previsione di legge, decorre dal 1° gennaio 2017 e che, pertanto, non può avere a oggetto informazioni relative a periodi precedenti.

Pertanto, i soggetti obbligati sono tenuti alla trasmissione telematica all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli - entro il prossimo 25 gennaio 2017 - degli elenchi riepilogativi (modelli Intra-2) concernenti gli acquisti intracomunitari di beni e le prestazioni di servizi ricevute da soggetti stabiliti in un altro Stato membro dell'Unione europea riferiti al quarto trimestre e al mese di dicembre del 2016.
 
r.fo.
pubblicato Mercoledì 11 Gennaio 2017

I più letti

Numerose e significative le norme di natura fiscale contenute nel decreto-legge emanato nell’ambito della definizione degli obiettivi di finanza pubblica per l’anno prossimo
Alla morte della moglie, il marito che abbia provveduto ad accollarsi interamente il finanziamento può fruire del beneficio sull’intero ammontare degli interessi passivi sostenuti
Non risulta preclusivo il fatto che prima del decesso del marito, la moglie ne avesse il possesso in comunione con il de cuius, in quanto con la morte tale regime si estingue
Al punto 11 della Cu deve essere indicato il codice 4 nell’ipotesi in cui non coincidano il numero dei giorni per cui spetta la diminuzione d’imposta e il periodo di lavoro nell’anno
Il fisco dovrebbe essere semplicemente un’infrastruttura, un’opera pubblica senza la quale il paese non può funzionare. E come tutte le infrastrutture ha bisogno di manutenzione costante
Numerose e significative le norme di natura fiscale contenute nel decreto-legge emanato nell’ambito della definizione degli obiettivi di finanza pubblica per l’anno prossimo
Dopo il tavolo tecnico di confronto con le associazioni di categoria e i principali operatori del settore, l’Agenzia delle entrate illustra il contenuto della nuova disciplina fiscale
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
Non risulta preclusivo il fatto che prima del decesso del marito, la moglie ne avesse il possesso in comunione con il de cuius, in quanto con la morte tale regime si estingue
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
Arrivano le indicazioni da seguire per la corretta compilazione del file, nel tracciato xml, e per la comunicazione da trasmettere online all’amministrazione finanziaria
Puntuale come ogni anno, il contenzioso tributario va in vacanza dal 1° al 31 agosto. La pausa riguarda anche i versamenti da comunicazioni di irregolarità (fino al 4 settembre)
In caso di modifica ultrannuale, il credito risultante deve essere evidenziato nel modello relativo al periodo d’imposta in cui è presentata la modifica a proprio vantaggio
immagine generica illustrativa
Le violazioni di tali obblighi hanno natura amministrativo-tributaria, risultando pertanto applicabile l'istituto di regolarizzazione previsto dall'articolo 13 del Dlgs 472/1997
Pubblicata la circolare delle Entrate che illustra dettagliatamente la nuova disciplina di determinazione del reddito ai fini Irpef e Irap, risolvendo alcuni dubbi interpretativi
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino