La Posta
Acconto per la cedolare secca
case
Ho acquistato un appartamento a ottobre 2011, dato in locazione a febbraio 2012 con opzione per la cedolare secca. E’ corretto non aver pagato l’acconto e versare l’intero importo a giugno 2013?
Vitantonio Stella
Il provvedimento dell’Agenzia delle entrate 7 aprile 2011 ha stabilito che, a partire dal periodo di imposta 2012, il versamento dell’acconto, pari al 95% dell’imposta dovuta per l’anno precedente, deve essere effettuato in unica soluzione entro il 30 novembre, se inferiore a euro 257,52, o in due rate (il 40% entro il 16 giugno ovvero entro il 16 luglio con la maggiorazione dello 0,40%, il restante 60% entro il 30 novembre), se l’importo dovuto è almeno pari a 257,52 euro. Se dunque per l’anno precedente non risulta imposta dovuta su cui determinare l’acconto per l’anno di riferimento, questo non è dovuto.

risponde
r.fo.
 pubblicato Venerdì 22 Febbraio 2013

I quesiti più cliccati

alt default
A ottobre comprerò casa assiema alla mia compagna, con la quale convivo da più di tre anni. L'appartamento potrà essere destinato a nostra abitazione principale solo a gennaio 2017. Ci spetta il bonus mobili per giovani coppie?
alt default
Per esigenze di lavoro, ho chiesto di fruire, per mio figlio che frequenta la scuola primaria, del servizio di pre e post scuola. Il costo è di 46 euro mensili. Tale spesa è detraibile nella dichiarazione dei redditi?
Per fruire del bonus mobili giovani coppie, quali mezzi di pagamento è possibile utilizzare? Se si opta per il bonifico, deve avere requisiti particolari?
Io e mia moglie siamo residenti in due distinti appartamenti, di cui siamo proprietari, in due comuni diversi. Entrambi siamo intestatari delle relative utenze elettriche. È corretto l’addebito del canone in bolletta per entrambi?
Ho presentato il 730 a giugno. Mi doveva essere trattenuta mensilmente un cifra a conguaglio. Sono stato però licenziato dalla mia azienda. Come dovranno essere versate le rate, non più trattenute in busta paga?