La Posta
Acconto per la cedolare secca
case
Ho acquistato un appartamento a ottobre 2011, dato in locazione a febbraio 2012 con opzione per la cedolare secca. E’ corretto non aver pagato l’acconto e versare l’intero importo a giugno 2013?
Vitantonio Stella
Il provvedimento dell’Agenzia delle entrate 7 aprile 2011 ha stabilito che, a partire dal periodo di imposta 2012, il versamento dell’acconto, pari al 95% dell’imposta dovuta per l’anno precedente, deve essere effettuato in unica soluzione entro il 30 novembre, se inferiore a euro 257,52, o in due rate (il 40% entro il 16 giugno ovvero entro il 16 luglio con la maggiorazione dello 0,40%, il restante 60% entro il 30 novembre), se l’importo dovuto è almeno pari a 257,52 euro. Se dunque per l’anno precedente non risulta imposta dovuta su cui determinare l’acconto per l’anno di riferimento, questo non è dovuto.

risponde
r.fo.
 pubblicato Venerdì 22 Febbraio 2013

I quesiti più cliccati

Mio padre è deceduto lo scorso anno. Mia madre, erede, subentrata come conduttrice nel contratto di locazione del loro appartamento, può continuare a detrarre le spese sostenute per la ristrutturazione?
Ho sostenuto con mia moglie le spese per la mensa scolastica di mia figlia. La ricevuta è intestata a mia figlia. Chi di noi due può detrarre?
Ho saputo che è possibile detrarre le spese sostenute lo scorso anno per la mensa scolastica di mio figlio; ho pagato in contanti: è un problema?
Mio figlio, avvocato, usufruisce del regime dei minimi. Dallo scorso anno frequenta un master all'estero. Può detrarre questa spesa?
Quali sono gli oneri accessori detraibili in base alla nuova agevolazione per i canoni di leasing abitativo, introdotta dall’ultima legge di stabilità?