La Posta
Acconto per la cedolare secca
case
Ho acquistato un appartamento a ottobre 2011, dato in locazione a febbraio 2012 con opzione per la cedolare secca. E’ corretto non aver pagato l’acconto e versare l’intero importo a giugno 2013?
Vitantonio Stella
Il provvedimento dell’Agenzia delle entrate 7 aprile 2011 ha stabilito che, a partire dal periodo di imposta 2012, il versamento dell’acconto, pari al 95% dell’imposta dovuta per l’anno precedente, deve essere effettuato in unica soluzione entro il 30 novembre, se inferiore a euro 257,52, o in due rate (il 40% entro il 16 giugno ovvero entro il 16 luglio con la maggiorazione dello 0,40%, il restante 60% entro il 30 novembre), se l’importo dovuto è almeno pari a 257,52 euro. Se dunque per l’anno precedente non risulta imposta dovuta su cui determinare l’acconto per l’anno di riferimento, questo non è dovuto.

risponde
r.fo.
 pubblicato Venerdì 22 Febbraio 2013

I quesiti più cliccati

alt default
Ho intenzione di aprire un’attività di casa vacanze. A quali adempimenti di carattere fiscale andrò incontro?
alt default
Acquisterò per mio figlio minore (donazione indiretta) un’abitazione nel comune, diverso da quello di residenza, in cui frequenta il liceo. Per ottenere i benefici "prima casa", chi deve avere i requisiti? È sufficiente il domicilio oppure occorre spostare la residenza?
alt default
In un condominio formato da 4 appartamenti, in caso di lavori di manutenzione ordinaria pagati direttamente dai condomini, in mancanza di amministratore, è comunque possibile detrarre la spesa?
alt default
Sono un artigiano. Ho avuto l’incarico da parte di un professionista di intonacare e imbiancare le pareti del suo studio. Dovrò emettere fattura in regime di reverse charge?
alt default
Sono proprietario di due immobili: il primo l’ho concesso in comodato a mio fratello; sul secondo, invece, ricevuto per successione, mia madre mantiene il diritto di abitazione. Devo dichiararli?