La Posta
Acconto per la cedolare secca
case
Ho acquistato un appartamento a ottobre 2011, dato in locazione a febbraio 2012 con opzione per la cedolare secca. E’ corretto non aver pagato l’acconto e versare l’intero importo a giugno 2013?
Vitantonio Stella
Il provvedimento dell’Agenzia delle entrate 7 aprile 2011 ha stabilito che, a partire dal periodo di imposta 2012, il versamento dell’acconto, pari al 95% dell’imposta dovuta per l’anno precedente, deve essere effettuato in unica soluzione entro il 30 novembre, se inferiore a euro 257,52, o in due rate (il 40% entro il 16 giugno ovvero entro il 16 luglio con la maggiorazione dello 0,40%, il restante 60% entro il 30 novembre), se l’importo dovuto è almeno pari a 257,52 euro. Se dunque per l’anno precedente non risulta imposta dovuta su cui determinare l’acconto per l’anno di riferimento, questo non è dovuto.

risponde
r.fo.
 pubblicato Venerdì 22 Febbraio 2013

I quesiti più cliccati

Si può beneficiare della detrazione per i canoni di locazione pagati da studenti universitari fuori sede, se il comune di residenza, benché distante più di 100 Km, è situato nella stessa provincia dell’università?
È possibile applicare la cedolare secca a un contratto di sublocazione?
Prima di morire, mia madre aveva acquistato un immobile da adibire a propria abitazione principale, stipulando un contratto di mutuo. In qualità di sua unica erede, posso detrarre gli interessi passivi?
In che misura è possibile usufruire della detrazione per canone di locazione a favore dei giovani nel caso in cui solo uno dei due inquilini abbia i requisiti anagrafici e reddituali?
La locazione con contratto turistico, durante il periodo estivo, dell’abitazione acquistata con i benefici prima casa comporta la decadenza dall’agevolazione?
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino