La Posta
Bonus mobili 2018
A ottobre 2017 ho effettuato un intervento di ristrutturazione sul mio appartamento e ora ho intenzione di acquistare dei mobili per arredarlo: posso usufruire del bonus mobili?
Fabiola O.
La risposta al quesito è positiva. Infatti, alla luce di quanto stabilito dalla recente legge di bilancio, è possibile usufruire della detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione, anche per gli acquisti che si effettuano nel 2018, limitatamente agli interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dal 1º gennaio 2017 (articolo 16, comma 2, Dl 63/2013, come modificato dall’articolo 1, comma 3, legge 205/2017). Si ricorda che, a prescindere dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, il bonus mobili deve essere calcolato su un importo massimo di 10mila euro, riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. La detrazione deve essere ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo. Ulteriori informazioni sul bonus si possono trovare nella Guida pubblicata sul sito dell’Agenzia delle entrate.

risponde
Gennaro Napolitano
 pubblicato Martedì 13 Febbraio 2018

I quesiti più cliccati

È possibile usufruire dei benefici prima casa in caso di acquisto di un’abitazione situata nello stesso comune in cui già possiedo la nuda proprietà di un’altra abitazione?
Un professionista può dedurre il 20% dell’Imu per un immobile adibito a uso promiscuo?
Per la detrazione Irpef relativa agli interessi passivi, il contratto di mutuo agrario può riguardare qualsiasi tipologia di terreno?
La detrazione delle spese per la frequenza degli asili nido è cumulabile con il bonus asili nido erogato dall’Insp?
Qual è l’effetto del mancato rispetto del termine per la costituzione in giudizio del ricorrente?
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino