La Posta
Bonus ristrutturazioni e cessione quota immobile
alt default
Ho ceduto la mia quota di proprietà su un immobile in cui ho effettuato interventi di ristrutturazione. Posso portare in detrazione le quote residue del bonus?
Lettera firmata
In caso di vendita dell'unità immobiliare su cui sono stati realizzati interventi di recupero edilizio, le detrazioni non utilizzate in tutto o in parte dal venditore spettano per i rimanenti periodi di imposta all'acquirente persona fisica dell'unità immobiliare, salvo diverso accordo tra le parti (articolo 16-bis, comma 8, del Tuir). Il trasferimento di una quota di proprietà dell'immobile, da parte del proprietario esclusivo, non è però idoneo a determinare un corrispondente trasferimento del diritto alla detrazione in favore dell'acquirente pro-quota, atteso che tale passaggio può verificarsi solo in presenza della cessione dell'intero immobile (circolare 95/2000 e circolare 24/2004).
Diversamente, il trasferimento della quota del 50% dell'immobile ristrutturato al soggetto che è già proprietario del restante 50%, comportando il consolidamento dell'intera proprietà dell'immobile in capo all'acquirente, realizza, di fatto, una fattispecie assimilabile alla cessione dell'intera unità immobiliare. In tale ipotesi, pertanto, la residua detrazione Irpef spettante in materia di ristrutturazioni del patrimonio edilizio, può essere trasferita alla parte acquirente che, per effetto della cessione pro-quota, diventa proprietaria esclusiva dell'immobile (risoluzione 77/2009).

risponde
Gianfranco Mingione
 pubblicato Martedì 26 Novembre 2013

I quesiti più cliccati

La spesa per un intervento chirurgico è totalmente detraibile dal paziente, anche se una quota non è rimasta a suo carico perché saldata direttamente da un'assicurazione medica non detraibile?
Come deve essere certificata la spesa sostenuta per la mensa scolastica di mia figlia ai fini della detrazione? È vero che non occorre necessariamente che il servizio sia stato erogato dalla scuola?
Mio figlio, avvocato, usufruisce del regime dei minimi. Lo scorso anno ha percepito circa 12mila euro. Tale reddito rientra nel calcolo di 2.840,51 euro da non oltrepassare per considerarlo a carico?
Sono un avvocato, in regime forfetario. Dal prossimo mese sarò assunto presso una società. Come mi devo regolare con le fatture emesse ma ancora non saldate? Posso comunque chiudere la partita Iva?
Ho perso mio marito lo scorso anno. Ai fini della pensione di reversibilità, ho versato la restante parte dei contributi previdenziali da lui dovuti. Posso dedurli o dovrò indicarli nella dichiarazione presentata come erede?