La Posta
Canone Rai: la famiglia anagrafica
Io e mia moglie siamo residenti in due distinti appartamenti, di cui siamo proprietari, in due comuni diversi. Entrambi siamo intestatari delle relative utenze elettriche. È corretto l’addebito del canone in bolletta per entrambi?
Egidio S.
Il canone Rai è pagato con addebito sulla bolletta dell’utenza elettrica, in base alla presunzione secondo cui chi è intestatario di un’utenza elettrica residenziale è anche detentore di apparecchio televisivo. Il canone è dovuto una sola volta per ciascuna famiglia anagrafica. Per famiglia anagrafica si intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti e aventi dimora abituale nello stesso Comune (articolo 4 del Dpr 223/1989). La composizione della famiglia anagrafica risulta dallo stato di famiglia. Qualora marito e moglie non abbiano la stessa residenza e, quindi, non risultano nello stesso stato di famiglia, sono tenuti al pagamento di entrambi i canoni.

risponde
Gianfranco Mingione
 pubblicato Martedì 16 Agosto 2016

I quesiti più cliccati

Per smettere di fumare sono seguito da un ambulatorio specializzato. Le spese che sostengo sono detraibili?
Quali sono le modalità di presentazione del modello 770?
I canoni relativi alla locazione di un negozio devono essere dichiarati anche se non sono stati percepiti?
La detrazione per interessi sui mutui per la costruzione dell’abitazione principale spetta nel caso di costruzione di un fabbricato rurale?
In caso di locazione di un appartamento acquistato usufruendo per la prima volta dell’agevolazione prima casa, si perdono i benefici fiscali?
 
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino