La Posta
Detrazione Imu in caso di comproprietà dell’immobile
Sono per il 50% proprietaria della casa nella quale risiedo. Il restante 50% è di proprietà di mia madre, che risiede altrove. Non possediamo altri immobili. Desidero sapere se entrambe possiamo fruire delle agevolazioni Imu per l’abitazione principale.
C. Sanna
Le agevolazioni per abitazione principale possono essere usufruite soltanto dal proprietario che dimora abitualmente e risiede anagraficamente nell’immobile. Nel caso oggetto del quesito, la lettrice (figlia) potrà usufruire dell’aliquota ridotta e della intera detrazione pari a 200 euro prevista per l’abitazione principale. Poiché per l’Imu non è prevista la possibilità da parte dei Comuni di assimilare ad abitazione principale l’immobile dato in uso gratuito a parenti, la mamma, pur essendo comproprietaria, non può usufruire di alcuna agevolazione. Il genitore, pertanto, sarà tenuto per lo stesso immobile al pagamento del tributo come “altro fabbricato”, utilizzando l’aliquota relativa a immobili diversi dall’abitazione principale.

risponde
Antonina Giordano
 pubblicato Giovedì 31 Maggio 2012

I quesiti più cliccati

Come deve essere certificata la spesa sostenuta per la mensa scolastica di mia figlia ai fini della detrazione? È vero che non occorre necessariamente che il servizio sia stato erogato dalla scuola?
Mio figlio, avvocato, usufruisce del regime dei minimi. Lo scorso anno ha percepito circa 12mila euro. Tale reddito rientra nel calcolo di 2.840,51 euro da non oltrepassare per considerarlo a carico?
Sono un avvocato, in regime forfetario. Dal prossimo mese sarò assunto presso una società. Come mi devo regolare con le fatture emesse ma ancora non saldate? Posso comunque chiudere la partita Iva?
La spesa per un intervento chirurgico è totalmente detraibile dal paziente, anche se una quota non è rimasta a suo carico perché saldata direttamente da un'assicurazione medica non detraibile?
Ho perso mio marito lo scorso anno. Ai fini della pensione di reversibilità, ho versato la restante parte dei contributi previdenziali da lui dovuti. Posso dedurli o dovrò indicarli nella dichiarazione presentata come erede?