La Posta
Agevolazioni prima casa e successivo cambio di residenza
Ho acquistato un appartamento con le agevolazioni prima casa. Se cambio residenza, l’Agenzia delle Entrate  recupera le imposte non versate in virtù del regime di favore fruito?
O. Pampena
Per le agevolazioni relative all’acquisto della “prima casa”, è necessario che l’immobile sia ubicato nel comune in cui l’acquirente abbia o stabilisca, entro diciotto mesi dall’acquisto, la propria residenza. Si decade dai benefici nei seguenti casi:
  • in presenza, all’atto dell’acquisto, della titolarità di diritti reali su immobili nello stesso comune
  • se l’acquirente trasferisce, a titolo oneroso o gratuito inter vivos, l’immobile entro cinque anni dalla data dell’acquisto senza acquistare entro un anno dall’alienazione un’altra casa di abitazione non di lusso, da adibire a propria abitazione principale, avvalendosi  delle agevolazioni prima casa
  • se l’acquirente non trasferisce la propria residenza nel Comune in cui è situato l’immobile entro diciotto mesi dall’acquisto.
La decadenza dal regime agevolato comporta che l’Agenzia delle Entrate recupera la differenza fra l’imposta calcolata in assenza di agevolazioni e quella risultante dall’applicazione dell’aliquota agevolata, con applicazione di una sanzione pari al 30% della differenza stessa.

risponde
Antonina Giordano
 pubblicato Venerdì 18 Febbraio 2011

I quesiti più cliccati

L’acquisto di una casa ristrutturata consente di usufruire del bonus mobili?
Ho letto che la legge di stabilità 2016 ha prorogato la rivalutazione di terreni non posseduti in regime di impresa. Che requisiti deve avere la perizia?
Mio padre è deceduto lo scorso anno. Mia madre, erede, subentrata come conduttrice nel contratto di locazione del loro appartamento, può continuare a detrarre le spese sostenute per la ristrutturazione?
Le spese sostenute per la frequenza di corsi di istruzione universitaria in teologia sono detraibili e, se sì, in che misura?
Ho sostenuto con mia moglie le spese per la mensa scolastica di mia figlia. La ricevuta è intestata a mia figlia. Chi di noi due può detrarre?