Le regole della posta
AttenzioneLa rubrica di posta di FiscoOggi è un mezzo di dialogo con il lettore. L’obiettivo è anzitutto quello di mettere a disposizione dei contribuenti uno strumento agile per aiutarli ad orientarsi nella ricerca di soluzioni a tematiche e questioni che hanno già avuto nella normativa, nella prassi e nella giurisprudenza definizione da parte degli organi a ciò deputati.

La Posta di FiscoOggi, pertanto, non si sostituisce né svolge una funzione di supplenza rispetto agli strumenti dell’agenzia delle Entrate previsti per indicare ai contribuenti la corretta interpretazione della normativa tributaria e i comportamenti da adottare per adempiere agli obblighi fiscali.

Si tratta, in particolare, dell’interpello e della consulenza giuridica, che sono attivabili con procedure standard e codificate. Informazioni sulla posizione personale e sulle questioni più semplici è possibile ottenerle telefonando al call center.

Tutte le lettere vengono, pertanto, selezionate dalla redazione considerando quanto premesso e tenendo, altresì, conto dei seguenti criteri:
  • il lettore-contribuente dovrà, nell’accedere, indicare il proprio indirizzo precisando se intende che vengano pubblicate le sue generalità
  • il contenuto del quesito dovrà essere esposto in forma sintetica omettendo riferimenti a fatti o atti riguardanti altre persone
  • non saranno pubblicate le lettere contenenti espressioni offensive nei riguardi di persone o istituzioni.

Le domande che non trovano risposta nei pronunciamenti ufficiali (legislazione, prassi, giurisprudenza), non saranno pubblicate.

I quesiti più cliccati

Sono proprietaria di due case nello stesso comune; una è la mia abitazione principale, nell’altra abita mia zia (contratto di comodato). Ai fini Irpef come è tassata la seconda abitazione?
Presso quale ufficio deve essere registrato un contratto di locazione?
Mio padre è deceduto lo scorso mese di dicembre. Per la dichiarazione di successione è già possibile utilizzare il nuovo modello?
Tra un paio di mesi acquisterò un’abitazione da un’impresa costruttrice (stipula prevista a febbraio 2017). È detraibile l’Iva che ho già pagato in acconto nel 2016?
Dato che nel corso del 2017 acquisterò casa, vorrei sapere se sono state prorogate la detrazione Irpef del 50% dell’Iva pagata all’impresa costruttrice e quella per l’acquisto di mobili da parte di giovani coppie.
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino