La Posta
Locazione di appartamenti per le vacanze
La locazione di unità immobiliari a uso case e appartamenti per vacanze, catastalmente classificate A/3, a quale regime Iva è assoggettabile?
F. Di Tucci
Gli immobili abitativi, utilizzati dal soggetto passivo nell’ambito di un’attività di tipo ricettivo (gestione di case vacanze, affitto camere, eccetera) che comporti l’effettuazione di prestazioni di servizi imponibili a Iva, sono trattati, a prescindere dalla classificazione catastale, alla stregua dei fabbricati strumentali per natura.
Come chiarito dall’Agenzia delle Entrate, nella risoluzione n. 177/2004 e nella circolare n. 12/2007, l’attività di locazione immobili a uso turistico può essere qualificata come attività di prestazione di alloggio nel settore alberghiero se è qualificabile come tale sulla base della normativa di settore. In tal caso, è assoggettata a Iva, con applicazione dell’aliquota del 10%, ai sensi del n. 120) della Tabella A, parte III, allegata al Dpr n. 633/1972, concernente “prestazioni rese ai clienti alloggiati nelle strutture ricettive di cui all’art. 6 della legge n. 217/1983 e successive modificazioni...”. Pertanto, affinché le locazioni di immobili abitativi possano essere qualificate attività di tipo turistico - alberghiero, e attratte nella specifica normativa Iva prevista per l’attività propria degli alberghi, motel, esercizi di affittacamere, case e appartamenti per vacanze, e simili, è necessario che ricorrano i requisiti a tal fine richiesti dalla normativa di settore.

risponde
Antonina Giordano
 pubblicato Mercoledì 16 Maggio 2012

I quesiti più cliccati

alt default
Per un contratto turistico di durata inferiore a 30 giorni, è possibile applicare la cedolare secca?
alt default
La ritenuta del 4% sulle fatture per lavori di ristrutturazione edilizia è fatta dalla banca al momento di accredito del pagamento, o deve versarla l'amministratore del condominio con F24?
alt default
Nel 2013 non ho presentato la dichiarazione dei redditi da cui sarebbe scaturito un credito Irpef di 1.300 euro per ritenute eccedenti. Posso inserirlo nella prossima o devo fare istanza di rimborso?
alt default
Spese sanitarie rimborsate dall’assicurazione, il cui premio è stato in parte versato dal datore di lavoro (ente pubblico), in parte in proprio. A quali condizioni è possibile portarle in detrazione?
alt default
Sono un imprenditore commerciale. Per quanti anni sono tenuta alla conservazione dei documenti contabili?