La Posta
Locazione a canone concordato
Esistono aliquote IMU agevolate per l'affitto di immobili a canone concordato? L'Imu assorbe anche l'imposta di registro e di bollo al momento della registrazione del contratto di locazione?
L. Brazzi
Per gli appartamenti locati a canone concordato si applica l’aliquota Imu ordinaria dello 0,76 per cento. Tuttavia, i Comuni, con deliberazione del Consiglio adottata ai sensi dell’articolo 52 del decreto legislativo n. 446/1997, possono modificare l’aliquota di base sino a 0,3 punti percentuali, in aumento oppure in diminuzione. Inoltre, gli stessi Comuni, nel caso di immobili locati, hanno la facoltà di ridurre l’aliquota di base fino allo 0,4 per cento.
Sui proventi dell’affitto è dovuta l’Irpef ordinaria con applicazione dell’aliquota marginale (dal 23% al 43%) o, per chi sceglie il regime della cedolare secca, l’imposta sostitutiva (con aliquota del 19%, in caso di canone concordato) che assorbe, oltre l’Irpef, le relative addizionali regionale e comunale, e le imposte di registro e di bollo ordinariamente dovute per la registrazione del contratto.

risponde
Antonina Giordano
 pubblicato Giovedì 12 Luglio 2012

I quesiti più cliccati

Alcuni anni fa ho contratto un mutuo per l’acquisto della mia prima casa. Adesso vorrei estinguerlo anticipatamente. Potrò scaricare la relativa penale?
Lo scorso anno ho sostenuto delle spese per delle sedute di psicoterapia. Sono detraibili?
A quanto ammonta il massimale spettante per il bonus mobili, avendo disposto sul mio immobile diversi interventi autonomi di ristrutturazione e di manutenzione straordinaria?
Le somme versate a una Onlus da una persona fisica, a titolo di erogazione liberale, in che misura possono essere detratte o dedotte?
Un contribuente che percepisce una pensione sociale può essere considerato a carico del coniuge anche se la stessa supera il limite di 2.841 euro?