La Posta
Locazione a canone concordato
Esistono aliquote IMU agevolate per l'affitto di immobili a canone concordato? L'Imu assorbe anche l'imposta di registro e di bollo al momento della registrazione del contratto di locazione?
L. Brazzi
Per gli appartamenti locati a canone concordato si applica l’aliquota Imu ordinaria dello 0,76 per cento. Tuttavia, i Comuni, con deliberazione del Consiglio adottata ai sensi dell’articolo 52 del decreto legislativo n. 446/1997, possono modificare l’aliquota di base sino a 0,3 punti percentuali, in aumento oppure in diminuzione. Inoltre, gli stessi Comuni, nel caso di immobili locati, hanno la facoltà di ridurre l’aliquota di base fino allo 0,4 per cento.
Sui proventi dell’affitto è dovuta l’Irpef ordinaria con applicazione dell’aliquota marginale (dal 23% al 43%) o, per chi sceglie il regime della cedolare secca, l’imposta sostitutiva (con aliquota del 19%, in caso di canone concordato) che assorbe, oltre l’Irpef, le relative addizionali regionale e comunale, e le imposte di registro e di bollo ordinariamente dovute per la registrazione del contratto.

risponde
Antonina Giordano
 pubblicato Giovedì 12 Luglio 2012

I quesiti più cliccati

alt default
In caso di ravvedimento operoso per la registrazione tardiva di oltre un anno di un contratto di locazione a uso abitativo, quale sanzione è dovuta?
alt default
Quale aliquota Iva sconta l’acquisto di beni finiti operato direttamente dal committente dei lavori di ristrutturazione?
alt default
Ho versato per errore l'imposta di registro di 67 euro per la risoluzione di un contratto di locazione in cedolare secca. Posso chiederne il rimborso?
alt default
Un avvocato acquista dei codici con pagamento rateale: può dedurre il costo nell'esercizio a cui si riferisce l'acquisto o deve applicare il principio di cassa? La spesa come va documentata?
alt default
In una successione, come si quantifica il valore di mercato dell'immobile di cui si trasferisce la piena proprietà?