La Posta
Regime Iva applicabile al trasporto di persone
Vorrei sapere a quale aliquota Iva è assoggettato il trasporto di persone e se esiste una definizione comunitaria di “trasporto di persone e dei rispettivi bagagli al seguito".
N. Fanelli
Premesso che ai fini Iva vige il principio in base al quale qualsiasi cessione di beni o prestazione di servizi effettuata a titolo oneroso (da un soggetto passivo dell’imposta) è soggetta all’Iva in base all’aliquota ordinaria, a meno che non ne sia espressamente esentata o che sia possibile l’applicazione di un’aliquota ridotta, nello specifico settore del trasporto di persone vigono le norme che seguono.
Sono esenti dall’Iva, per effetto del n. 14 dell’art. 10 del Dpr 26 ottobre 1972, n. 633, le prestazioni di trasporto pubblico urbano di persone effettuato con taxi o altri mezzi di trasporto abilitati ad eseguire servizi di trasporto marittimo, lacuale, fluviale o lagunare (es. vaporetti di linea).
Sono, viceversa, assoggettate ad Iva, con l’aliquota del 10%, ai sensi del n. 127 novies della Tab. A, parte III, allegata al Dpr 633 citato, le prestazioni di trasporto extraurbano di persone e quelle rese con mezzi diversi dai taxi (trasporti urbani con autobus, tram, metropolitana, aerei, ferrovie, ecc).
La direttiva 2006/112/CE del Consiglio del 28 novembre 2006 relativa al sistema comune d’imposta sul valore aggiunto (atto di refusione della sesta Direttiva), contiene, inoltre, nell’allegato III, l’elenco delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi che possono essere assoggettate alle aliquote ridotte, tra cui, al punto 5), il trasporto di persone e dei rispettivi bagagli al seguito (prima contenuto nell’allegato H della sesta direttiva). Nella predetta direttiva comunitaria manca una definizione di “trasporto di persone e dei rispettivi bagagli al seguito”.

risponde
Antonina Giordano
 pubblicato Lunedì 17 Maggio 2010

I quesiti più cliccati

Nei casi di interventi su parti comuni, per la detrazione del 50% si deve fare riferimento all’anno in cui è stata sostenuta la spesa dal condomino o all’anno in cui è stato effettuato il bonifico da parte dell’amministratore?
Qual è il termine per l’accertamento del mancato versamento dell’imposta di registro relativa alla risoluzione di un contratto di locazione?
È detraibile la spesa sostenuta da un disabile per l’acquisto di una poltrona?
Il nudo proprietario che concede al figlio l’usufrutto della casa può continuare a beneficiare della detrazione degli interessi passivi relativi al mutuo?
La sostituzione della caldaia consente di beneficiare del bonus arredi?
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino