La Posta
Registrazione dei contratti di comodato
alt default
Il contratto di comodato gratuito di un immobile a uso abitazione deve essere registrato? Bisogna compilare il modello 69? A quanto ammonta l’imposta? E per un contratto di comodato gratuito d’uso di automobile?
Michela
I contratti verbali di comodato, sia che abbiano per oggetto beni immobili che beni mobili, non sono soggetti all’obbligo della registrazione, tranne nell’ipotesi di enunciazione in altri atti. Il contratto di comodato di beni immobili in forma scritta è invece soggetto a registrazione in termine fisso, con applicazione dell’imposta di registro in misura fissa (attualmente, 168 euro), indipendentemente dalla forma in cui è redatto (atto pubblico, scrittura privata autenticata o non autenticata). Per quanto riguarda infine il contratto di comodato di beni mobili in forma scritta, quando redatto nella forma della scrittura privata non autenticata, la registrazione è prevista solo in caso d’uso, con applicazione dell’imposta di registro nella misura fissa di 168 euro; se il contratto è redatto in forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata è soggetto a registrazione in termine fisso con applicazione dell’imposta nella misura fissa di 168 euro.
La richiesta di registrazione va effettuata con il modello 69.

risponde
r.fo.
 pubblicato Lunedì 18 Febbraio 2013

I quesiti più cliccati

Ho letto che da quest’anno sarà a disposizione dei contribuenti il 730 precompilato. In cosa consiste? Quali saranno i vantaggi?
alt default
Anche per una prestazione occasionale un’azienda ha l'obbligo di mandare la certificazione dei compensi erogati? Se sì, la scadenza è sempre il 28 febbraio?
alt default
Ho smarrito il tesserino con il mio codice fiscale. Che procedura devo seguire per farmene inviare uno nuovo a casa?
alt default
Anche le spese per ritiro e avvio allo smaltimento di vecchi mobili, sostituiti con altri per i quali si ha diritto al "bonus arredi", fruiscono della detrazione d'imposta del 50%?
alt default
Mio marito e io abbiamo due figlie universitarie, a carico al 50%, ognuna delle quali intestataria di un contratto di affitto. In che misura possiamo detrarre i relativi canoni?