La Posta
Spese funebri per la zia
alt default
Ho sostenuto le spese funerarie della zia deceduta ad agosto. Posso recuperare una parte di quanto speso deducendola nel 730?
Katia Marcelli
La disposizione normativa che disciplina la detrazione Irpef del 19% delle spese funebri, su un importo non superiore a 1.549,37 euro, è contenuta nell’articolo 15, comma 1, lettera d), del Tuir. Il beneficio fiscale spetta per le spese sostenute in dipendenza della morte di persone indicate nell’articolo 433 del codice civile, anche se non fiscalmente a carico, e di affidati o affiliati. Si tratta, in particolare: del coniuge; dei figli legittimi o legittimati o naturali o adottivi; dei discendenti prossimi, anche naturali; dei genitori; degli ascendenti prossimi, anche naturali; degli adottanti, dei fratelli e delle sorelle germani o unilaterali; dei generi e delle nuore; del suocero e della suocera. Pertanto, non è possibile fruire della detrazione per le spese funebri sostenute per la zia defunta.

risponde
r.fo.
 pubblicato Lunedì 25 Marzo 2013

I quesiti più cliccati

Sono proprietaria di due case nello stesso comune; una è la mia abitazione principale, nell’altra abita mia zia (contratto di comodato). Ai fini Irpef come è tassata la seconda abitazione?
Mio padre è deceduto lo scorso mese di dicembre. Per la dichiarazione di successione è già possibile utilizzare il nuovo modello?
Tra un paio di mesi acquisterò un’abitazione da un’impresa costruttrice (stipula prevista a febbraio 2017). È detraibile l’Iva che ho già pagato in acconto nel 2016?
Dato che nel corso del 2017 acquisterò casa, vorrei sapere se sono state prorogate la detrazione Irpef del 50% dell’Iva pagata all’impresa costruttrice e quella per l’acquisto di mobili da parte di giovani coppie.
Io e mia sorella siamo comproprietarie di un appartamento che, a dicembre 2015, abbiamo concesso in locazione, optando entrambe per la cedolare secca. Per la prossima annualità, io vorrei revocare l’opzione, mia sorella no. Come ed entro quale termine devo agire?
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino