Giurisprudenza

Il contenzioso on line è stato esteso alle Ct di tutto il Paese dal 15 luglio. Per il passato, il canale digitale poteva essere utilizzato solo nelle Commissioni con procedura attivata
Le notifiche a mezzo posta elettronica certificata, nel contenzioso fiscale, sono consentite solo se operativo il “processo tributario telematico”. Inoltre, in mancanza di tale presupposto, la notifica elettronica non è conforme ad alcun modello legale e deve ritenersi giuridicamente inesistente e non sanabile (Cassazione 18321/2017). [...]
Per i giudici comunitari, devono essere considerati anche gli importi fatturati da intermediari a titolo di compenso per il loro intervento nell’organizzazione dell’effettiva spedizione
Ai fini della determinazione del valore in dogana delle merci importate, la nozione di “spese di trasporto” comprende il supplemento fatturato dallo spedizioniere all’importatore per i servizi di organizzazione del trasporto di tali merci verso il territorio doganale dell’Unione europea (Corte di giustizia Ue, 11 maggio 2017, causa n. C-59/16). [...]
L’attività di vinificazione e l'uso predominante di frutta proveniente da terzi portano a una diversa qualificazione fiscale del ricavato: la prevalenza non si misura in senso economico
immagine di grappoli di uva
La trasformazione e manipolazione di prodotti agricoli acquistati da terzi, è considerata attività agricola e, quindi, si applica la tassazione in base al reddito agrario, purché vi sia integrazione con i prodotti propri e sia rispettato il criterio di prevalenza quantitativa. Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza n. 18071/2017. [...]
immagine di due faldoni di documenti in un'aula di tribunale
La Consulta ha respinto le censure di incostituzionalità sollevate nei confronti della disposizione che, nel secondo grado di giudizio, ne consente la produzione senza limiti
Questa tipologia di controllo esenta l'Agenzia da qualsiasi altra dimostrazione, restando a carico del contribuente l'onere di provare che il reddito presunto non esiste o è inferiore
immagine di un terreno coltivato
Secondo la Commissione tributaria, la mancata edificabilità è un'alea che il contribuente, di fronte a un possibile e cospicuo futuro risparmio d'imposta, avrebbe di fatto accettato
Per confermare la realtà dei prezzi, l’operatore ha un mese di tempo a partire dalla vendita dei prodotti, comunque nel limite di quattro mesi dall’accettazione della dichiarazione doganale
Respinta dai giudici di legittimità la tesi del contribuente che eccepiva la mancata segnalazione, da parte del sistema di controllo formale, della presenza di un errore bloccante
La Corte suprema mette a confronto disciplina tributaria e civile evidenziando differenze, punti di contatto e possibili integrazioni, senza perdere di vista le esigenze del Fisco
In base a quanto previsto dalla normativa interna convivono Iva e imposta di registro. I dubbi di una parte della giurisprudenza e l’atteso intervento della Corte di giustizia europea
No al rimborso dell’imposta versata spontaneamente dall’avvocato, che successivamente ritratta quanto da lui stesso affermato in dichiarazione. L’errore va dimostrato in sede contenziosa
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino