Giurisprudenza

successioni testamentarie
I giudici chiamati a pronunziarsi su una questione pregiudiziale incentrata sulla compatibilità tra le disposizioni del diritto comunitario e la normativa fiscale tedesca in tema di eredità
Non è contraria al diritto Ue la normativa di uno Stato membro che, in caso di successione mortis causa, preveda una riduzione dell’imposta laddove l’eredità contenga un patrimonio che, nei dieci anni precedenti, è già stato oggetto di acquisizione ereditaria, a condizione che l’imposta sulle successioni sia stata riscossa in tale Stato. [...]
È l’interrogativo a cui hanno risposto i giudici comunitari nell’ambito di una controversia giunta a sentenza e che vede protagonisti un contribuente e l’Amministrazione fiscale rumena
tassa di immatricolazione auto
Uno Stato membro non può adottare disposizioni che subordinano il rimborso di un tributo, riscosso in violazione del diritto comunitario, a condizioni meno favorevoli di quelle normativamente previste e a modalità procedurali meno favorevoli ai ricorsi fondati su violazioni del diritto comunitario rispetto a quelle fondate su violazioni di diritto nazionale. [...]
Inoltre, l’adesione al condono previsto dalla legge 289/2002 non impedisce, come stabilisce la norma stessa, l’operatività dei controlli automatici e formali delle dichiarazioni
A differenza di quanto previsto per l’onere correlato alla perdita di avviamento commerciale di un immobile concesso in locazione, non è fiscalmente deducibile la somma pagata al conduttore in base a un accordo transattivo. È quanto ribadito dalla Commissione tributaria regionale del Lazio con la sentenza 3208 del 23 maggio 2016. [...]
Per escludere ogni profilo di negligenza, bisogna provare di aver controllato l’operato del consulente o di essere stato vittima di un comportamento fraudolento da parte sua
edifici in costruzione
È la conclusione a cui è pervenuta la Corte di giustizia dell’Unione europea nell’ambito di una controversia che vede protagonisti un ente locale e l’Amministrazione finanziaria
Il provvedimento può essere adottato se gli indizi, anche se emersi da un’attività di verifica amministrativa, fanno concretamente ipotizzare la realizzazione del reato contestato
immagine di postino con busta in mano
La regolamentazione positiva delle due modalità di invio previste presenta punti di contatto, ma anche alcune differenze, che generano anche vivaci dibattiti interpretativi
servizi di radiodiffusione
Al centro della controversia, esaminata dai togati comunitari, una disposizione contenuta nella sesta direttiva e l’interpretazione della normativa comunitaria da parte degli eurogiudici
Corretto considerarla “plusvalenza” e legittimo, quindi, l’avviso di accertamento dell’ufficio. Né è annullabile la sentenza d’appello perché “fotocopia” di quella della commissione provinciale
fattura
La domanda di pronuncia pregiudiziale verte sull’interpretazione di una disposizione comunitaria nell’ambito di una controversia tra due società, con sede legale in Stati diversi
Inoltre, la pronuncia fa stato, quanto ai tributi dello stesso tipo dovuti per gli anni successivi, solo per gli elementi che abbiano un valore “condizionante” inderogabile