Giurisprudenza

E i termini di prescrizione decorrono dal momento in cui l’ufficio può legittimamente procedere con l’iscrizione a ruolo e cioè da quando non è più possibile riaprire il “caso”
L’estinzione del processo per mancata riassunzione determina la definitività dell’atto impositivo originario e il termine per effettuare l’iscrizione a ruolo decorre dalla scadenza utile per la non attuata riassunzione, momento dal quale il Fisco può attivare la procedura di riscossione (Ctr Milano 4083/15/2016 e Ctr Firenze 1340/13/2016). [...]
La pronuncia della Consulta che ha affermato la necessità del presupposto dell’autonoma organizzazione non legittima a dilatare i tempi per richiedere la restituzione del tributo
Il termine di quarantotto mesi dal versamento per la proposizione dell’istanza di rimborso, previsto a pena di decadenza, non subisce deroghe in relazione all’imposta regionale sulle attività produttive per effetto della sentenza della Corte costituzionale 156/2001, poiché la stessa non ha dato luogo a “overruling” (Cassazione 15530/2016). [...]
La pericolosità fiscale giustifica l’emissione anticipata dell’avviso di accertamento. Nessuna deroga, invece, nel caso di cattiva pianificazione dell’attività da parte dell’ufficio
I ripetuti reati tributari commessi dal contribuente, costituiscono indubitabile e valida ragione d’urgenza idonea a motivare l’emissione dell’avviso di accertamento, nel caso di verifica presso la sede dell’interessato, prima dei 60 giorni dal rilascio di copia del Pvc. A ribadirlo, l’ordinanza 15527/2016 della Corte di cassazione. [...]
E le quote già compensate senza averne diritto possono essere richieste dagli uffici del Fisco al contribuente anche se fruite in periodi d’imposta ormai non più accertabili
rispedito al mittente
La notifica è “inesistente” solo se l’atto torna al mittente e la consegna risulta quindi incompiuta oppure se il messo non è persona qualificata a svolgere questa attività
immagine di un controllo fatto "a tavolino"
Né occorre il contraddittorio preventivo con il contribuente, salvo che non sia la norma specifica a richiederlo o disposizioni comunitarie che, comunque, da sole, non bastano
parco pubblico
I vincoli posti dal piano regolatore non modificano la natura originaria del terreno e, quindi, ai fini fiscali, i limiti di utilizzo incidono solo sul valore commerciale del bene
La non imponibilità al tributo di una cessione intracomunitaria rimane subordinata alla prova, a carico del cedente, del reale invio dei beni in un altro Stato dell’Unione
auto di lusso
Secondo i giudici di legittimità, spetta poi al contribuente dimostrare, con idonea documentazione, che l’entità reale del reddito è diversa da quella presuntivamente accertata
Nessuna responsabilità dell’ufficio e la consegna si considera compiuta, per il plico correttamente indirizzato al contribuente e restituito al mittente per mancato ritiro da parte dell'interessato
Una contabilità regolare e, quindi, formalmente inattaccabile, non dissolve i gravi e concordanti indizi che portano a presumere maggiori ricavi occultati e, perciò, non tassati