Analisi e commenti

immagine generica illustrativa
La classificazione tra le passività o nel capitale determina la conseguenziale contabilizzazione delle remunerazioni a esso collegate nel conto economico ovvero nel patrimonio netto
Lo Ias 32 classifica lo strumento finanziario tra le passività qualora esista, per l'emittente, un'obbligazione contrattuale a consegnare disponibilità liquide. Per applicare correttamente tale principio - e, quindi, per la giusta classificazione in bilancio - va analizzato il contenuto sostanziale del contratto, piuttosto che la sua forma giuridica. [...]
Per la loro corretta contabilizzazione, è necessario preliminarmente classificarli nella categoria di quelli rappresentativi di capitale ovvero nella categoria delle passività
Il principio contabile Ias 32 disciplina il trattamento degli strumenti finanziari, dettando i criteri per classificarli tra le passività o tra gli strumenti rappresentativi di capitale. La disciplina “guarda” al bilancio dell’emittente e va integrata con quella dei principi Ias 39 e Ifrs 9, che fissano i princìpi per la presentazione in bilancio di tali strumenti. [...]
Il raffronto delle informazioni contenute nei diversi archivi pubblici e privati può validamente aiutare le amministrazioni dello Stato nell’individuare e ostacolare comportamenti criminali
immagine generica con grafico di dati informatici
Un obiettivo strategico per la Pa è massimizzare la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico per adempiere ai propri compiti e per svolgere le relative attività. Per sfruttare al massimo le potenzialità dell’enorme patrimonio di dati raccolti, è fondamentale superare la “logica a silos” in favore di una visione sempre più sistemica. [...]
A favore delle persone fisiche è prevista una detrazione Irpef, mentre i soggetti Ires possono beneficiare di una deduzione dalla base imponibile; entrambi i bonus sono del 30%
immagine di una casa con cartellino del prezzo
In chiusura dell'approfondimento, una tabella riepilogativa in cui sono state sintetizzate le principali analogie e differenze che sussistono tra la due discipline di favore
immagine di una casa con cartellino del prezzo
La tassazione con aliquota inferiore può essere chiesta per l'acquisto di una sola abitazione. Nessun limite quantitativo, invece, per il metodo di calcolo che riduce la base imponibile
Ridefinito l’elenco dei prodotti che possono essere oggetto di donazione e distribuzione a fini sociali con conseguente applicazione delle agevolazioni di carattere fiscale
immagine di una casa con cartellino del prezzo
Tra le due discipline vi sono diverse analogie, ma anche molte differenze: per non confondersi, una sintesi degli elementi essenziali, con richiamo ai principali documenti di prassi
La disciplina, anche fiscale, della donazione e distribuzione, a fini sociali, di prodotti alimentari e farmaceutici, introdotta dalla legge 166/2016, è stata modificata in più parti
Ritoccato l’ambito applicativo del meccanismo della scissione dei pagamenti; le modifiche operano per le prestazioni per cui è emessa fattura successivamente al 14 luglio 2018
Quello attualmente in vigore, contenente gli elementi necessari per effettuare l’accertamento, conserverà la sua efficacia fino al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2015
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino