Normativa e prassi

I casi riguardano le note di variazione nel concordato preventivo, la Tremonti ambientale e l’imposta addebitata a titolo di rivalsa per prestazioni legate a Expo Milano 2015
Creditori insoddisfatti nell’ambito di un concordato preventivo con continuità possono emettere note di variazione Iva; sulla cumulabilità tra tariffa incentivante e Tremonti ambientale l’Agenzia non è competente a pronunciarsi; è possibile il recupero dell’Iva addebitata a titolo di rivalsa per prestazioni rese a Expo Milano 2015 (risposte 113, 114, 115). [...]
L’agevolazione va valutata caso per caso, perché la prestazione deve essere connessa all’attività di raccolta delle giocate e non genericamente al rapporto contrattuale tra le parti
Le verifiche obbligatorie di conformità dei sistemi di gioco Vlt e dei relativi giochi effettuate, per disposizione dell’agenzia delle Dogane, da determinati soggetti abilitati, sono esenti da Iva. Si tratta, infatti, di prestazioni di servizi necessarie e indispensabili, senza le quali gli apparecchi sarebbero inutilizzabili (risposta 112/2018). [...]
In presenza di documenti contabili con addebito dell’imposta, i fornitori dovranno predisporre apposite note di variazione, precisando che si tratta di “scissione dei pagamenti”
Un’agenzia di viaggio, controllata da un ente pubblico e, pertanto, rientrante nell’ambito soggettivo di applicazione dello split payment, deve versare direttamente all’erario l’Iva sugli acquisti. Ciò anche se le fatture relative a operazioni assoggettate al regime ordinario Iva sono state emesse dai fornitori al lordo dell’imposta (risposta n. 111/2018). [...]
Il contribuente, ricevuta la comunicazione con i dati necessari a verificare la sua situazione, può regolarizzare tramite il ravvedimento operoso o chiedere ulteriori informazioni
Il bonus non rileva ai fini Irpef ed è riconosciuto dall’Inps, sotto forma di rimborso, per l’intero importo rapportato a mese a partire dal pagamento del primo rateo di pensione
Le istruzioni sono dirette a banche, uffici postali, agenti della riscossione e istituti di pagamento che incassano gli importi corrisposti dai contribuenti negli ultimi giorni dell’anno
Non implica necessariamente una associazione degli operatori economici riuniti, ognuno dei quali conserva la propria autonomia gestionale, degli adempimenti fiscali e degli oneri sociali
Il decreto del ministro dell’Economia e delle Finanze, che aumenta la misura del saggio per il nuovo anno, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di sabato 15 dicembre 2018
L’Agenzia fornisce chiarimenti sul regime fiscale applicabile in caso di trasformazione ovvero di conferimento, nonché sul trattamento del reddito prodotto dalla neo-costituita
immagine di una libreria
Il modello di pagamento unificato può essere presentato esclusivamente per via telematica attraverso i canali Fisconline ed Entratel messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate
L’evoluzione normativa che ha interessato gli operatori del settore non ha avuto alcun impatto sulle disposizioni fiscali che li riguardano, la cui formulazione letterale è rimasta immutata
FiscoOggi è una pubblicazione dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Comunicazione
Testata registrata al Tribunale di Roma il 19.9.2001 con n. 405/2001
Direttore responsabile Claudio Borgnino