Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dalla Gazzetta

Mef e scommesse: nuovo regolamento

immagine generica

Pubblicato dal Mef il nuovo regolamento sulla disciplina delle scommesse a quota fissa su eventi sportivi diversi dalle corse dei cavalli e su eventi non sportivi. Il regolamento è stato pubblicato ieri sulla serie generale n. 227, con il decreto 1 agosto del ministero dell’Economia e delle finanze; numerose le novità per quanto riguarda le tipologie di giochi ammessi, la validità delle puntate e le poste unitarie di gioco, l’importo minimo e la vincita massima.

Il decreto del Mef, che entra in vigore dal 28 ottobre prossimo, all’articolo 13 riepiloga anche le modalità di applicazione dell’Imposta unica sui concorsi pronostici e sulle scommesse su questo tipo di puntate, già riordinata con il Dlgs 504/98 e rideterminata dalla legge di stabilità per il 2019.

  • Alle scommesse a quota fissa, escluse le scommesse ippiche, si applica l’imposta nella misura del 20% se la raccolta avviene su “rete fisica” e del 24% se la raccolta avviene “a distanza”. L’imposizione viene calcolata sulla differenza tra le somme giocate e le vincite corrisposte (comma 1)
  • L’Imposta sulle vincite è compresa nell’Imposta unica (comma 2)
  • le operazioni collaterali all’esercizio delle scommesse, comprese quelle relative alla raccolta delle giocate, sono esenti dall’Iva, ai sensi dall’articolo 10 del Dpr n. 633/72 (comma 3).

Le tecnicità delle scommesse a quota fissa su avvenimenti sportivi e non, ricordiamo, dipendono dal tipo di evento su cui si scommette. Sul calcio ad esempio, sport in cui il ventaglio di offerte è più vasto, oltre al classico "1X2", è possibile scommettere anche sul risultato esatto di una partita, sul risultato del primo tempo, sul numero di gol superiori o inferiori ad un numero prefissato e su molte altre tipologie di esiti. Sui principali avvenimenti sportivi è, inoltre, possibile effettuare anche scommesse "live", ovvero ad avvenimento in corso, sugli eventi che si possono verificare durante lo svolgimento.
Per la quota fissa l’importo minimo scommettibile è di 2,00 euro; non possono essere effettuate scommesse che originano una vincita superiore a 50.000 euro (importo periodicamente aggiornato con provvedimenti del direttore di Adm) e l'accettazione delle giocate viene effettuata presso le agenzie sportive, i negozi ed i corner sportivi.

URL: https://www.fiscooggi.it/dalla-gazzetta/mef-e-scommesse-nuovo-regolamento